Giro 2018, le “voci” di Nibali e Aru

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

GiroIl Giro d’Italia 2018 è stato presentato nella giornata di ieri, mercoledì 19 settembre. Ora che tutte le tappe sono state svelate, non resta che attendere i nomi dei corridori che prenderanno parte alla manifestazione ciclistica, giunta all’edizione 101, in programma il prossimo mese di maggio.
Tanti gli ospiti presenti alla presentazioni da Nibali ad Aru, al vincitore della scorsa edizione Tom Dumoulin e ancora Alberto Contador.

potrebbe interessarti ancheVincenzo Nibali tra Giro di Lombardia e asta di beneficenza. Il cuore d’oro dello Squalo dello Stretto

Giro, le parole di Nibali

Nibali e Aru ospiti della presentazione svoltasi a Milano, hanno così reagito nei confronti di questo nuovo Giro 2018. “Il Tour sicuramente non è da escludere, il problema è anche cercare di fare la combinazione Giro-Tour e dover tralasciare la Vuelta. Diventa complicato fare questa scelta. Giro e Tour hanno due percorsi che si possono associare durante la stagione però diventa molto difficile, e io ho trovato anche un po’ di difficoltà nell’accoppiata di due grandi corse a tappe con poca distanza, anche se quest’anno c’è una settimana in più di respiro“, ha affermato Nibali. Lo stesso corridore ha poi aggiunto di non aver ancora sciolto le riserve in merito, precisando che la presenza o meno di Froome, non influenzerà la sua scelta al riguardo.

potrebbe interessarti ancheVincenzo Nibali al Giro di Lombardia. Il corridore parla del suo futuro: Giro 2019 in vista?

Giro le parole di Aru

Queste invece le dichiarazioni rilasciate da Aru e riportate dal sito Eurosport: “Ci sono tante salite e una crono abbastanza adatta agli specialisti, però il terreno non manca. Tante emozioni a Filottrano per ricordare Michele, che sicuramente è rimasto nel nostro cuore, l’arrivo a Roma poi sarà una cosa molto spettacolare e renderà questo Giro molto bello”. Sulla sua possibile partecipazione alla corsa ha ribadito che al momento le tappe sono state viste in maniera troppo veloce e che si sarebbe preso il giusto tempo, insieme alla squadra, per valutare, in quanto l’obiettivo numero uno della stagione al momento resta il Mondiale. Sarà dunque necessario scegliere le gare giuste, come preparazione, in vista di questo grande obiettivo.

notizie sul temaMondiali Ciclismo, Vincenzo Nibali pronto per la prova di Innsbruck: “Sto bene, atmosfera perfetta”Mondiali Ciclismo 2018, Nibali – Moscon l’accoppiata azzurra per il titolo iridatoFabio Aru rinuncia al Mondiale di Ciclismo 2018: “Scelta sofferta, lascio spazio a chi sta meglio”
  •   
  •  
  •  
  •