Giro d’Italia 2018, Froome al via? E Nibali e Aru? Ecco le dichiarazioni di Mauro Vegni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

GiroOrmai è solo questione di poche settimane. Infatti, il 29 novembre si terrà la presentazione ufficiale del Giro d’Italia 2018, dove verrà svelato l’intero percorso dell’edizione numero 101 della corsa rosa. Al momento sono state rese note solo alcune anticipazioni, come la partenza, già ufficializzata da Gerusalemme. Si tratta della prima volta che questa manifestazione ciclistica parte fuori dai confini del Vecchio Continente, mentre è la tredicesima volta che parte dall’estero.
La corsa partirà ufficialmente il prossimo 4 maggio e terminerà il 27 maggio. Ricordiamo che in territorio israeliano, si correranno le prime tre tappe della competizione e si partirà con una cronometro. Chi parteciperà al Giro d’Italia? Probabilmente, bisognerà attendere ancora un mese prima di conoscere i programmi ufficiali dei corridori e scoprire chi tra i campioni prenderà il via alla corsa italiana. Ci sarà Froome? E Nibali e Aru?

Giro d’Italia 2018, le dichiarazioni di Vegni

Il Giro d’Italia 2018 si preannuncia ancora una volta entusiasmante, e il direttore della corsa Vegni sta lavorando per cercare di portare i big alla manifestazione. Vegni infatti vorrebbe riuscire a portare alla corsa non solo Vincenzo Nibali e Fabio Aru, ma anche Peter Sagan, attuale campione del mondo in carica, Alexander Kristoff e Chris Froome. Froome in questa stagione ciclistica conclusasi da poco, è riuscito a portare a casa non solo il Tour de France, ma anche la Vuelta di Spagna. Al riguardo, in un’intervista rilasciata a Cyclingnews.com, ha affermato: ““Ci stiamo lavorando, ma al momento non ho né un sì né un no da parte sua. Questo vuol dire che il team Sky sta lavorando sull’ipotesi Giro d’Italia, spero davvero che possa venire”.
Uno dei principali ostacoli che potrebbe vedere la non partecipazioni di molti campioni all’edizione numero 101 del Giro d’Italia è costituito dai Mondiali di Innsbruck nella seconda parte della stagione. I corridori che ne prenderanno parte, molto probabilmente si concentreranno più sugli appuntamenti precedenti al Mondiali, preferendo magari Tour e Vuelta, rispetto allo stesso Giro. Non resta che attendere ancora un po’ di tempo per vedere i partecipanti ad una corsa rosa che si preannuncia ancora una volta ricca di spettacolo. Ricordiamo che il vincitore dell’edizione 100 è stato l’olandese Tom Dumoulin, seguito da Nairo Quintana e dall’azzurro Vincenzo Nibali.

Giro d’Italia, Nibali e Aru ci saranno?

Anche per Nibali e Aru è tempo di indecisione. Stando ancora nel campo delle ipotesi, è molto probabile che lo Squalo dello Stretto prediliga correre il Tour, avendo corso in questa stagione il Giro d’Italia, per poi partecipare alla Vuelta, come preparazione proprio ai Mondiali di Innsbruck. Aru invece potrebbe optare per una scelta opposta. Il Cavaliere dei quattro mori, visto il forfait in questa stagione, potrebbe partecipare al Giro d’Italia e successivamente alla Vuelta, come preparazione per il grande appuntamento di Innsbruck. Anche in questo caso è necessario attendere il periodo dopo le vacanze natalizie, quando i due corridori renderanno ufficiale il loro programma con tutti gli appuntamenti della stagione ciclistica 2018.
Appuntamento allora al 29 novembre quando verrà finalmente alzato il sipario sul Giro d’Italia 2018 e verrà svelato in maniera dettagliata tutto il percorso.

  •   
  •  
  •  
  •