Tom Dumoulin al via del Giro d’Italia 2018, dall’Olanda arrivano conferme

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

giro d'italia 2018 tom dumoulin
“L’anno scorso c’erano più chilometri a cronometro, per questo quando ho visto il percorso dell’ultima edizione ero più felice rispetto ad oggi, ma è comunque un bel percorso. Penso sia molto ben equilibrato, adatto a tutti i tipi di corridori. Sarà una grande sfida per tutti. Otto arrivi in salita sono tanti, ma oggi accade più o meno lo stesso in tutti i Grandi Giri. Del resto, ci sono tante montagne qui in Italia, sono sfide che devo affrontare ma anche io ho vinto tappe con arrivo in salita, per questo non ho paura. Ovviamente, le tappe che preferisco di più sono le cronometro. Quest’anno Giro e Tour saranno molto simili, con non troppi chilometri a cronometro e con difficoltà di vario tipo, come per esempio il pavé al Tour e lo sterrato del Colle delle Finestre al Giro. Hanno disegnato due percorsi belli ed impegnativi, mi piacciono entrambi ma nessuno dei due è perfetto per me. Abbiamo già deciso dove correrò, ma lo saprete solo alla presentazione della squadra”. 
Così parlava Tom Dumoulin ai microfoni della stampa subito dopo la presentazione del Giro d’Italia 2018, avvenuta lo scorso 29 novembre negli studi Rai di Milano. Allora il capitano della Sunweb, ultimo a vincere il Trofeo senza fine, non si era voluto sbilanciare in merito alla sua partecipazione a Giro o Tour, ma secondo quanto trapelato dal De Telegraaf Dumoulin, che intanto ieri ha ricevuto il premio di miglior sportivo olandese dell’anno, avrebbe già confermato agli organizzatori della Corsa Rosa la sua presenza al via da Israele il 4 maggio prossimo.

potrebbe interessarti ancheMondiali di ciclismo, Tom Dumoulin dopo la cronometro: “Sono un uomo distrutto”

Partecipanti Giro d’Italia 2018: da Chaves e Simon Yates a Pinot, passando per le incognite Froome e Aru

Ovviamente la notizia non è ancora ufficiale, dal momento che il diretto interessato ha più volte ribadito come la decisione (già presa) verrà rivelata solo nel nuovo anno, in occasione della presentazione della sua squadra, la Sunweb. Dai rumors sembra però che la cosa sia ormai quasi certa, e dunque quello del campione olandese è l’ennesimo tassello di partecipanti che va ad aggiungersi ai già dichiarati Esteban Chaves e Simon Yates per il team Mitchelton-Scott, Miguel Angel Lopez per l’Astana, Domenico Pozzovivo per la Bahrain Merida (Vincenzo Nibali prenderà parte al Tour de France, per volere degli sponsor), Thibaut Pinot per la FDJ (che correrà sia il Giro che il Tour), ma soprattutto Chris Froome e Fabio Aru, al momento entrambi in bilico seppur per motivi diametralmente opposti: mentre infatti sul sardo ci sarebbero le pressioni degli sponsor, che lo vorrebbero al via del Tour de France assieme a Daniel Martin e ad Alexander Kristoff, sul britannico del Team Sky pesa come un macigno la probabile squalifica dovuta all’eccessiva quantità di salbutamolo riscontrata ad un controllo antidoping nel corso dell’ultima Vuelta, che potrebbe costargli una sospensione per negligenza che va dai nove mesi ai dodici mesi, dovevo così rinunciare sia al Giro che al Tour, oltre che perdere la Vuelta conquistata nel 2017. Ed è proprio per questo motivo che in casa Sky stanno lavorando per riuscire a dimostrare come la quantità  eccessiva di salbutamolo riscontrata al controllo sia dovuta ad un naturale processo di metabolizzazione del farmaco stesso, in seguito tuttavia all’assunzione di una dose lecita del broncodilatatore.

potrebbe interessarti ancheMondiali ciclismo 2018: Rohan Dennis domina la crono ed è il nuovo campione del mondo, Dumoulin 2°

notizie sul temaTour de France 2018 oggi Tappa 19, l’ultima salita: dove vederla in diretta tv e streaming, percorso e favoritiTour de France 2018 oggi Tappa 3, ritorna la cronosquadre: dove vederla in diretta tv e streaming, percorso e favoritiGiro d’Italia 2018, Yates in rosa per un finale pirotecnico
  •   
  •  
  •  
  •