Caso Froome, Nibali: “Chris in gara? Non mi sorprende”. Team Sky: “Chris è innocente”. Le dichiarazioni del direttore del Giro d’Italia

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

 

PAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Il caso della positività al salbutamolo di Chris Froome, continua a tenere banco nel mondo del ciclismo. Una sentenza definitiva sul corridore non è ancora arrivata e il britannico intanto si prepara per il suo esordio stagionale. Infatti, il corridore del Team Sky, data la situazione attuale e nessuna sanzione attuata da parte della sua squadra, farà il suo esordio alla Ruta del Sol, in programma tra una settimana, dal 14 al 18 febbraio. Il team Sky ha fin da subito difeso il suo corridore e in questi giorni, si è espresso, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il  general manager Dave Brailsford: “Per me non c’è alcuna domanda. Chris non ha fatto nulla di sbagliato. Questa situazione è difficile. Sarei pazzo se non dicessi che è difficile. Noi vogliamo che l’Uci diriga questo sport, poi ci sono le regole dalla Wada e poi chiaramente io mi devo prendere cura del team e devo pensare anche allo sport in generale. Ma credo che lui sia innocente”.
Il general manager ha poi aggiunto: “Credo che Chris non abbia fatto nulla di male e gli dovrebbe esser data l’opportunità di dimostrarlo. Continueremo a lavorare per sostenerlo e dimostrare che non c’è stato nulla di sbagliato”.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, Felice Gimondi attacca Fabio Aru e Chris Froome

 

Caso Froome, le dichiarazioni di Nibali

Sulla positività di Chris Froome si sono espressi in tanti, tra cui Vincenzo Nibali. Lo Squalo dello Stretto, fresco del suo debutto stagionale al Dubai Tour, ha commentato alla Gazzetta dello Sport, il fatto che Froome farà il suo debutto stagionale alla Ruta del Sol: “La decisione di schierare Froome non mi sorprende. Fin da quando si è saputa la notizia, Sky e Chris hanno mantenuto la stessa linea sostenendo di essere nel giusto. Non sorprende che abbiano deciso di farlo debuttare, Non aggiungo altro, tocca agli ordini competenti decidere”.
Come andrà a finire la vicenda? Intanto, il corridore rischia di correre sub iudice la prossima corsa rosa, il Giro d’Italia, giunto alla sua edizione numero 101.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2018, Yates in rosa per un finale pirotecnico

Caso Froome, le parole del direttore del Giro d’Italia

Data la situazione attuale di Chris Froome è molto probabile la sua partecipazione al prossimo Giro d’Italia che si correrà nel mese di maggio. Al riguardo si è espresso anche Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, che al riguardo si è così espresso durante un’intervista rilasciata a Cyclingnews: “Froome è il benvenuto al Giro d’Italia, ma se poi vince la maglia rosa, per me resterà per sempre il vincitore, anche se dovesse arrivare una squalifica. Non ho nessuna intenzione di cancellare dall’albo d’oro il nome di un corridore e poi un anno dopo presentare il trofeo e la maglia rosa ad un altro come abbiamo dovuto fare dopo il caso di Contador”.
Vegni ha poi sottolineato come il caso si sarebbe dovuto risolvere già diversi mesi fa: “Non puoi rimanere un anno nel limbo, vincere una gara e aspettare di sapere se essere considerato per sempre il vincitore”. Non resta quindi che attendere la sentenza definitiva dell’Uci sulla positività del corridore britannico Chris Froome

notizie sul tema“Yates, you can”: ecco perché il britannico può vincere la Maglia RosaGiro d’Italia 2018, Chris Froome trionfa sullo Zoncolan:”La corsa non è ancora chiusa”Giro d’Italia, le difficoltà di Chris Froome: “Se non sei al tuo meglio, non c’è nessun posto dove nasconderti”
  •   
  •  
  •  
  •