Fabio Aru si prepara per l’esordio stagionale. Il corridore riceve un regalo speciale

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

LE PUY-EN-VELAY, FRANCE - JULY 18: Fabio Aru of Italy riding for Astana Pro Team rides to the start of stage 16 of the 2017 Le Tour de France, a 165km stage from Le Puy-en-Velay to Romans-sur-Isère on July 18, 2017 in Le Puy-en-Velay, France. (Photo by Chris Graythen/Getty Images)Per Fabio Aru si avvicina il giorno del suo debutto stagionale, in questa nuova stagione ciclistica targata 2018. Gli appunti in sella alla sua bicicletta saranno tanti e tra i più importanti ricordiamo il Giro d’Italia (manca ancora l’ufficialità) e i mondiali di Innsbruck. Il mondiale sarà per Aru uno dei più importanti obiettivi da raggiungere e si presenterà all’appuntamento dopo aver definito ai minimi termini, la sua preparazione fisica, partecipando alla Vuelta di Spagna. La Vuelta infatti sarà l’ultimo appuntamento ciclistico prima del tanto atteso mondiale.
Per Aru la stagione precedente non è stata delle migliori. Un infortunio al ginocchio, rimediato durante una sessione di allenamento, ha costretto il corridore ad un cambio di programma, dando forfait all’edizione numero 100 del Giro d’Italia e partecipando invece al Tour de France. Nella grande corsa a tappe francese, il Cavaliere dei quattro Mori, è riuscito ad esprimere al massimo le sue potenzialità. In tale occasione il sardo ha conquistato anche la maglia gialla, indossata solo per qualche tappa, e una prestigiosa vittoria di tappa. Campione italiano in corso, Aru ha tutte le carte in regola per riscattare la stagione precedente in questa nuova avventura a due ruote del 2018.
Ricordiamo che Aru debutterà all’Abu Dhabi Tour in programma il prossimo 21 febbraio e al momento si gode un regalo davvero speciale appena ricevuto.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, Pozzovivo e la risposta sulla “risonanza” del caso Aru. Il corridore, intanto, continua la lotta per il podio

Fabio Aru riceve un regalo speciale

Fabio Aru ha ricevuto un regalo davvero speciale. Ernesto Colnago, costruttore italiano di telai all’UniCredit Pavilion di Milano, ha regalato al corridore del team UAE Emirates, in occasione del suo 86esimo compleanno, la nuova C64. Si tratta di una bici proiettata al futuro, in carbonio, del peso di poco più di sei kg e mezzo, completamente fatta a mano.
Come riportato dal sito Tuttobiciweb, Fabio Aru ha espresso sin da subito tutta la sua felicità per il regalo ricevuto: “Per me si tratta di un ritorno in casa Colnago. Ricordo che era il 2009 e la mia attività su strada è cominciata in sella ad una sua bici. Ho provato la C64 in diverse condizioni: è leggera, ma soprattutto rigida e risponde molto bene. In discesa lungo il Teide vi assicuro che si è rivelata davvero fantastica. E, cosa che non guasta, è anche molto bella”.
In tale occasione, al corridore italiano è stato chiesto anche se avesse sciolto le riserve in merito al suo programma e Aru ha così dichiarato: “Lo faremo all’Abu Dhabi Tour, che rappresenterà il mio debutto stagionale. Sarà l’occasione per fare il punto sulla situazione e per definire le ultime scelte insieme ai tecnici della UAE”. Non resta quindi che attendere l’esordio di Fabio Aru all’Abu Dhabi Tour, per conoscere non solo l’esito della sua prima prestazione stagionale 2018, ma anche il programma nei dettagli che caratterizzeranno il proseguimento della sua stagione ciclistica. Gli appassionati di ciclismo e i tifosi del Cavaliere dei Quattro Mori, dovranno solo pazientare, perchè Fabio Aru è pronto per regalare nuove e grandi emozioni, in sella alla sua nuova bicicletta. Appuntamento quindi al prossimo 21 febbraio con l’Abu Dhabi Tour.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, la crisi di Fabio Aru merita rispetto. “Non sto bene”

notizie sul temaGiro d’Italia, Fabio Aru deluso dopo la debacle sullo Zoncolan. “Non me lo spiego”Giro d’Italia, Aru verso lo Zoncolan: “Se ci penso, mi viene in mente la parola leggenda.Vincenzo Nibali, la preparazione verso il Tour de France. Lo “Squalo” elogia Matej Mohoric. Aru? “Vediamo cosa succede”
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: