Caso Froome, Soluzione prima del Giro d’Italia? Ecco le dichiarazioni del presidente dell’Uci

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui
PAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Nel mondo del ciclismo c’è ancora un caso da risolvere ed è quello della positività del corridore e capitano del team Sky, Chris Froome. Il britannico era stato trovato positivo durante un controllo antidoping effettuato nel mese di settembre quando il corridore era impegnato nella competizione della Vuelta di Spagna. La sostanza incriminata è salbutamolo, trovata oltre i limiti consentiti nelle analisi del corridore, di cui sono a conoscenza i suoi problemi con l’asma.
Dal giorno della scoperta e divulgazione della sua positività, sono passati ormai diversi mesi e una sentenza definitiva che chiarisca le sorti del capitano del team Sky, non è ancora arrivata. Intanto il corridore ha già iniziato la sua stagione ciclistica, facendo l’esordio nelle scorse settimane alla Ruta del Sol. Froome nel frattempo sta continuando la preparazione per affrontare i suoi prossimi obiettivi, tra cui la Tirreno-Adriatico, il Giro d’Italia e il Tour de France.
Sono state tante le personalità del mondo del ciclismo che si sono esposte a favore o contro la partecipazione alle corse del britannico. A parlare del caso è stato fin da subito anche il presidente dell’Uci David Lappartient che negli scorsi giorni è tornato ad esprimersi proprio su questo caso.

potrebbe interessarti ancheLa top 20 dei ciclisti più pagati. Stipendi da urlo per Froome e Sagan

Caso Froome, le dichiarazioni di Lappartient

David Lappartient, presidente dell’Uci è tornato a parlare del caso della positività di Chris Froome. Il presidente aveva già reso noto che avrebbe voluto la soluzione del caso prima della partenza del Giro d’Italia. Al momento però la situazione sembra stia attraverso una fase di stallo. Come riportato da Eurosport.fr, Lappartient ha spiegato nuovamente la situazione: “Spero che la situazione si risolva prima del Giro. Bisogna andare veloci, ma non sono io a gestire le carte. Non posso garantire che il caso venga risolto prima della corsa italiana perché ci sono tante procedure e perizie che richiedono tanto tempo per essere analizzare. Sono stati coinvolti molti avvocati e i tempi tecnici potrebbero allungarsi e di conseguenza arrivare anche dopo la fine del Giro d’Italia”. 
Si concretizza quindi la possibilità della partecipazione del vincitore dell’ultimo Tour de France, al Giro d’Italia sub iudice. Qualora Froome dovesse vincere la corsa in rosa ed essere poi squalificato, andrà incontro alla perdite di tutte queste vittorie. Ricordiamo che Froome aveva ufficializzato la sua partecipazione all’edizione numero 101 del Giro, durante la presentazione ufficiale delle tappe, avvenuta nel mese di novembre. L’edizione 2018 del Giro si caratterizza soprattutto per la partenza fuori dal continente europeo. Infatti, i corridori si schiereranno ai nastri di partenza a Gerusalemme. Qui, si correranno le prime tre tappe, poi la carovana in rosa raggiungerà l’Italia, nello specifico la Sicilia. Al riguardo ricordiamo che in quest’edizione non sarà presente lo Squalo dello Stretto, Vincenzo Nibali, che ha preferito aggiungere nei suoi programmi, la partecipazione al Tour de France, da cui mancava ormai da qualche anno.
Non resta dunque che seguire la vicenda della positività di Chris Froome, passo dopo passo per vedere come andrà a finire l’ennesimo caso intricato di doping nel mondo del ciclismo.

potrebbe interessarti ancheVuelta 2018, la decisione di Chris Froome e i suoi prossimi obiettivi

notizie sul temaLE PUY-EN-VELAY, FRANCE - JULY 18: Fabio Aru of Italy riding for Astana Pro Team rides to the start of stage 16 of the 2017 Le Tour de France, a 165km stage from Le Puy-en-Velay to Romans-sur-Isère on July 18, 2017 in Le Puy-en-Velay, France. (Photo by Chris Graythen/Getty Images)Fabio Aru, un futuro ancora da scrivere per il corridore sardoRiccardo Riccò: “Sono stato il capro espiatorio del sistema. Credete che Froome sia pulito? Tornerò nel 2023”PAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)Ultima tappa di montagna al Tour. Cosa dovranno fare i big per sfilare la maglia gialla a Thomas?
  •   
  •  
  •  
  •