Tirreno Adriatico 2018 tappa 4, Mikel Landa vince a Sassotetto

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui


E’ Mikel Landa (Movistar Team) a conquistare la tappa regina di questa Tirreno Adriatico 2018, al termine di 219 km che da Foligno hanno portato i corridori in cima alla salita di Sassotetto. Complice il problema meccanico che ha colpito Geraint Thomas (Team Sky) nel finale, Damiano Caruso (BMC Racing Team) torna a vestire la maglia azzurra della Corsa dei Due Mari dopo averlo fatto al termine della cronometro a squadre inaugurale.

Tirreno Adriatico 2018 tappa 4, LA CRONACA

Tappa che vede l’abbandono di Matteo Montaguti (AG2R La Mondiale), claudicante da alcuni giorni e non partito questa mattina da Foligno, oltre che i ritiri di Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo) a causa di risentimento al ginocchio sinistro, Dani Moreno (Education First Drapac, esclusa la frattura della clavicola per lui, ma “solo” una lussazione) e Tom Dumoulin (Team Sunweb), entrambi vittime di una caduta seppur in due momenti distinti.
Come prevedibile, invece, fuga che parte dopo appena 3 km grazie all’azione di sei uomini, vale a dire Antoine Duchesne (Groupama FDJ), Krists Neilands (Israel Cycling Academy Team), Mads Pedersen (Trek Segafredo), Alexander Vlasove (Gazprom-Rusvelo), Nicola Bagioli (Nippo Vini Fantini) e Jacopo Mosca (Wilier Triestina) – questi ultimi due in avanscoperta per conquistare punti importanti in ottica maglia verde e maglia arancione – che arrivano a guadagnare fino ad un massimo di 6’50”, con dietro il gruppo controllato dal treno bianco del Team Sky a fare l’andatura per la maglia azzurra Geraint Thomas e Chris Froome.

potrebbe interessarti ancheKwiatkowski vince la Tirreno-Adriatico, crono conclusiva a Dennis

Comando del gruppo che dal km 22.5 passa nella mani della Mitchelton Scott prima, la formazione capitanata dal britannico Adam Yates ieri autore di un’ottima prova sulle rampe finali di Trevi, e dell’Astana poi, a lavorare per il colombiano Miguel Angel Lopez.

Fuga che esplode dopo il secondo traguardo del giorno posto a Sarnano ai -13.5 km dall’arrivo, ai piedi della salita finale lunga 13.250 km e con una pendenza media del 6.2%, con punte massime del 13%. Così, sotto l’impulso sempre degli uomini Astana ai -7 km si torna ad una situazione di gruppo compatto (l’ultimo ad arrendersi è stato il russo Vlasove), fin quando non cominciano gli attacchi per la vittoria finale: il primo a partire è proprio Miguel Angel Lopez ai -5.3 km, seguito da Fabio Aru (UAE Team Emirates), Rafal Majka (Bora Hansgrohe) e Ben Hermans (Israel Cycling Academy), controllati a vista dal Team Sky. Quando mancano 3.6 km all’arrivo Majka decide però di rompere gli indugi salutando la compagnia. Con la fuga che aumenta il proprio margine, ecco la risposta da dietro di Mikel Landa (Movistar Team) ai -2.7 km, con Froome che nello stesso momento si stacca dal gruppo dei migliori, assieme a Miguel Angel Lopez vittima di un problema meccanico. All’ultimo km il colpo di scena, con la maglia azzurra Thomas che accusa un salto di catena ed è costretto a fermarsi, mentre George Bennett (Lotto NL Jumbo) attacca e rientra sui primi. Si arriva così alla volata finale, con Mikel Landa che entra nel rettilineo finale davanti a tutti e va a vincere a braccia alzate.

potrebbe interessarti ancheFernando Gaviria, la caduta alla Tirreno-Adriatico e la prognosi del corridore [VIDEO]

Tirreno Adriatico 2018 tappa 4, ORDINE DI ARRIVO

1) Mikel Landa (Movistar Team) in 6h22’13”
2) Rafal Majka (Bora Hansgrohe) st
3) George Bennett (Lotto NL Jumbo) st
4) Fabio Aru (UAE Team Emirates) a 6″
5) Ben Hermans (Israel Cycling Academy) st
6) Tiesj Benoot (Lotto Soudal) st
7) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) st
8) Wilko Kelderman (Sunweb) st
9) Adam Yates (Mitchelton Scott) st
10) Rigoberto Uran (Education First Drapac) st

Tirreno Adriatico 2018 tappa 4, CLASSIFICA GENERALE

1) Damiano Caruso (BMC Racing Team) in 17h14’49”
2) Michal Kwiatkowski (Team Sky) a 1″
3) Wilco Kelderman (Sunweb) a 11″
4) Mikel Landa (Movistar Team) a 20″
5) Geraint Thomas (Team Sky) a 26″
6) Rigoberto Uran (Education First Drapac) a 31″
7) George Bennett (Lotto NL Jumbo) a 33″
8) Davide Formolo (Bora Hansgrohe) a 34″
9) Tiesj Benoot (Lotto Soudal) a 36″
10) Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) a 41″

notizie sul temaTirreno Adriatico 2018 oggi tappa 7, la cronometro decisiva: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTirreno-Adriatico, le parole di Nibali e Landa per Michele Scarponi. Filottrano, un arrivo ricco di emozioni [VIDEO]Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 6, l’ultima volata: percorso, favoriti e dove vederla in tv e streaming
  •   
  •  
  •  
  •