Fabio Aru continua la preparazione per il Giro d’Italia. Le ultime dichiarazioni del ciclista sardo

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui
LE PUY-EN-VELAY, FRANCE - JULY 18: Fabio Aru of Italy riding for Astana Pro Team rides to the start of stage 16 of the 2017 Le Tour de France, a 165km stage from Le Puy-en-Velay to Romans-sur-Isère on July 18, 2017 in Le Puy-en-Velay, France. (Photo by Chris Graythen/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Fabio Aru aveva fatto preoccupare i suoi tifosi nelle scorse settimane. Un infortunio e problemi di salute l’avevano costretto al ritiro dalla Volta di Catalunya con la paura che anche l’edizione del Giro d’Italia 2018 fosse a rischio. Ma i controlli effettuati nelle ore successive avevano eliminato il rischio di lesioni e tranquillizzato la sua platea. Infatti, il Giro d’Italia per il Cavaliere dei Quattro Mori non è a rischio e il corridore sarà regolarmente ai nastri di partenza il prossimo 4 maggio. Ricordiamo che l’edizione di quest’anno presenta un’importante novità relativamente alla partenza. Infatti, la corsa rosa prenderà il via al di fuori dei confini europei, ossia a Gerusalemme, dove i corridori saranno impegnati nella corsa di ben tre tappe. Poi la carovana si sposterà in Italia, nello specifico in Sicilia, dove continuerà la manifestazione ciclistica.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2018 oggi Tappa 20, l’ultima fatica: dove vederla in diretta tv e streaming, percorso e favoriti

La preparazione e le parole di Fabio Aru

Negli scorsi giorni, il corridore del team UAE Emirates ha annunciato la sua tabella di marcia attraverso un comunicato ufficiale sul proprio sito: “Tutto procede al meglio. Con i miei compagni di squadra stiamo facendo un ottimo lavoro di preparazione qui sul Teide. Siamo già concentrati sul Giro d’Italia”Aru ha poi aggiunto sui suoi prossimi appuntamenti prima del Giro: “Per ora resteremo ancora una settimana qui in altura sull’isola di Tenerife, alle Canarie, e poi si tornerà a casa. Il mio ritorno alle corse avverrà con il Tour of the Alps. Non vedo l’ora di tornare in corsa”. Il Tour of the Alps avrà luogo dal 16 al 20 aprile. Nel Giro delle Alpi, Aru troverà grandi campioni come avversari tra cui Pinot, ma soprattutto Chris Froome, ancora nel bel mezzo della tempesta della sua situazione. Infatti, relativamente al capitano del team Sky, non è ancora arrivata una sentenza definitiva che ponga fine tramite squalifica o meno, alla situazione della sua positività al salbutamolo. Aru, stando così le cose, incontrerà il britannico anche nel Giro d’Italia. Froome correrà molto probabilmente sub iudice.
Attualmente, il corridore si trova a Tenerife, dove nelle strade del vulcano Teide, sta continuando a perfezionare la sua forma fisica.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2018, Fabio Aru si ritira dalla corsa rosa

Gli obiettivi di Fabio Aru

L’obiettivo principale della stagione 2018 di Fabio Aru è sicuramente il Giro d’Italia. Dopo il forfait dello scorso anno a causa di un infortunio, quest’anno il corridore è pronto a dare battagli agli avversari per portarsi a casa il trionfo e quindi la maglia rosa. Non dimentichiamo però che un altro importante obiettivo stagionale del corridore, sarà anche il Mondiale di Innsbruck in programma nel mese di settembre. Aru si preparerà al mondiale concludendo la preparazione con la Vuelta di Spagna, ultima corsa prima del grande appuntamento stagionale. Non resta quindi che attendere il prossimo 4 maggio per vedere Fabio Aru correre il Giro d’Italia. Per tutti gli appassionati di ciclismo e i tifosi del Cavaliere dei Quattro Mori, lo spettacolo è sicuramente garantito. Ma prima di questo, appuntamento al 16 aprile col Tour of the Alps, mini corsa a tappe che permetterà al corridore di testare la gamba ancora una volta.

notizie sul temaGiro d’Italia 2018, Lappartient attacca duramente Fabio AruGiro d’Italia 2018 tappa 18: fuga per la vittoria, trionfo di Schachmann. Prime difficoltà per YatesGiro d’Italia, Felice Gimondi attacca Fabio Aru e Chris Froome
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: