Caso Froome, arriva una precisazione sul Giro da parte dell’Uci. Le novità sul corridore

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

PAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

potrebbe interessarti ancheCiclismo, Tour De France 2.a tappa Bruxelles-Bruxelles: Cronosquadra per i corridori da 27km

Il Giro d’Italia è iniziato lo scorso 4 maggio a Gerusalemme e ha emesso i suoi primi verdetti. La maglia rosa è andata nella prima tappa (crono individuale) a Tom Dumoulin e nella seconda a Rohan Dennis che è riuscito a mantenerla anche al termine della tappa tre. In questa prima parte di gara in terra israeliana, non ha eccelso Chris Froome, capitano del team Sky, che ha iniziato la corsa rosa con una caduta durante la ricognizione, prima della crono. Nonostante l’episodio negativo, il britannico ha stretto i denti e ha lo stesso preso il via alla manifestazione ciclistica.
Ricordiamo però che Chris Froome si trova in una posizione diversa rispetto agli altri corridori. Infatti, su di lui grava ancora la positività al salbutamolo, riscontrata durante un controllo antidoping effettuato nel mese di settembre quando il capitano del team Sky era impegnato nella corsa della Vuelta di Spagna, dove ha poi trionfato.
Il corridore sta partecipando regolarmente alla corsa anche se resta in attesa di sentenza che verrà emessa nei prossimi mesi. In tanti però si domandano cosa accadrà in caso di vittoria del capitano del team Sky? Nelle ultime ore ci sono delle novità al riguardo da parte soprattutto dell’Uci.

potrebbe interessarti ancheLa top 10 dei ciclisti più pagati nel 2019. Stipendi da calciatori per Froome e Sagan

Caso Froome, vittoria a rischio in caso di trionfo?

Ci si è spesso interrogati su cosa possa accadere qualora Froome vinca il Giro d’Italia e poi venga squalificato in seguito alla positività al salbutamolo, presente in quantità di gran lunga superiori al limite consentito. Nelle scorse settimane Vegni si era espresso al riguardo chiarendo che in caso di trionfo del britannico e successiva squalifica, la vittoria non sarebbe stata revocata. Sarà davvero così? Nelle ultime ore infatti, è voluta intervenire l’Uci, postando un chiarimento tramite il social Twitter: “L’UCI desidera chiarire che il presidente dell’UCI non è in grado di decidere quando una potenziale sospensione per violazione delle regole anti doping dovrebbe partire e se i risultati ottenuti prima dell’inizio di una sospensione debbano essere annullati o mantenuti.”
Ciò significa che il destino di Froome è ancora in ballo così come il suo futuro in caso di vittoria. Al momento non resta che continuare a seguire il Giro per vedere gli sviluppi e attendere lo scorrere del tempo fino a quando verrà emessa la sentenza che porrà fine a tutti questi dubbi e interrogativi.
Per gli amanti di questo sport l’appuntamento è per domani, martedì 8 maggio, quando la carovana rosa partirà dall’Italia, in Sicilia e inizierà la salita dello stivale, verso la passerella conclusiva di Roma che vedrà poi la celebrazione del podio finale. Riuscirà Chris Froome a salire sul podio? Ora che la corsa entra nel vivo, Tom Dumoulin dovrà difendersi sia dal britannico, ma anche dal capitano del team UAE Emirates Fabio Aru. Anche il Cavaliere dei Quattro Mori non ha iniziato nel migliore dei modi la sua corsa, al momento occupa il 34esimo posto in classifica, ma è pronto a dare battaglia soprattutto nella terza settimana della corsa, che sarà quella decisiva per definire la classifica generale.

notizie sul temaCiclismo: il team Sky annuncia che Froome e Thomas non parteciperanno al Giro d’ItaliaGiro d’Italia 2019, dove seguire la presentazione e le anticipazioni sul percorsoVuelta 2018, la decisione di Chris Froome e i suoi prossimi obiettivi
  •   
  •  
  •  
  •