Tour de France 2018 oggi Tappa 6, un muro da Classica: dove vederla in diretta tv e streaming, percorso e favoriti

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui

Con la Tappa 6 di oggi del Tour de France 2018 si entra nuovamente in clima classiche, dopo la piccola Liegi di ieri. Siamo sempre in Bretagna, e la frazione che corre da Brest a Mûr-de-Bretagne ricorda un’altra prova del trittico delle Ardenne, ovvero la Freccia Vallone, grazie al muro finale che sembra quasi quello di Huy.
Spazio ancora per i cacciatori di tappa e gli attaccanti, mentre gli uomini di classifica potrebbero limitarsi a controllare la situazione in vista delle prossime settimane, quando già dalla seconda inizieranno a comparire le salite che definiranno la generale.
Vediamo nel dettaglio il percorso della sesta frazione del Tour, i favoriti e la programmazione tv e web.

Tour de France 2018 oggi Tappa 6: il percorso della Brest – Mûr-de-Bretagne

Tappa abbastanza breve di 181 km nella regione della Bretagna, nell’estremità occidentale del Paese, con partenza da Brest (città cara al ciclismo per essere punto di transizione della leggendaria Parigi-Brest-Parigi, che ha ispirato anche il quasi omonimo dolce, il Paris-Brest) e conclusione verso est nell’entroterra bretone, a Mûr-de-Bretagne. La cittadina sede dello start torna nel programma della Grande Boucle dopo una assenza di dieci anni, quando nel 2008 la tappa si concluse a Plumelec dove tagliò il traguardo per primo Alejandro Valverde. Nel 2011 invece comparve per la prima volta il Mûr-de-Bretagne, dove trionfò Cadel Evans con alle spalle Alberto Contador. Nel 2015 fu la volta di Alexis Vuillermoz, che portò a compimento un attacco sul muro e vinse da finisseur, seguito da Daniel Martin ed Alejandro Valverde, che regolò lo sprint di gruppo per il terzo posto.

Partenza tranquilla con i primi 40 chilometri circa piatti, ma una volta superata Plouneventer si sale sulla Côte de Ploudiny, uno strappo di 1,5 km al 7%. Superata questa asperità si prosegue lungo un falsopiano sino a risalire su un’altra piccola cima, che rappresenta il punto più alto della tappa di oggi: la Côte de Roc’h Trévézel la cui vetta è a 340 metri, che impone una salita di 2,5 km con una pendenza abbordabile, al 3,5%. Una volta scollinato i corridori proseguiranno per un tratto abbastanza nervoso di circa 80 km.
Superato il traguardo volante di Plouguernével (km 135) e circa 160 km dall’inizio della corsa comincia la fase finale della tappa 6, con il Mûr-de-Bretagne, strappo di 2 km al 6,9%, ma con la prima metà che tocca punte del 10%. I corridori dovranno affrontare questo muro due volte: passeranno sulla linea del traguardo posto sulla sommità dello strappo una prima volta e ripeteranno il tratto quando mancano 16 km al termine. Dopo la discesa dal muro perciò si va verso Saint-Mayeux, che presenta una asperità di 1,1 km al 6,2%, con abbuoni sulla cima (stratagemma studiato dagli organizzatori per incentivare gli attacchi in questo finale di tappa). Restano quindi 13 km in discesa graduale e un tratto di 500 metri al 3,5% in vista della località di Mûr-de-Bretagne, dove avverrà la scalata finale.

potrebbe interessarti ancheTour de France 2018 oggi tappa 21, finalmente Parigi: percorso, favoriti, diretta TV e streaming

Tour de France 2018 oggi Tappa 6: i favoriti

Tappa per specialisti delle classiche e finisseur, quindi, adatta a corridori capaci di reggere brillantemente gli strappi e i muri come quello finale, oltre ad avere buone abilità in discesa. Il primo nome da citare è quindi quello di Alejandro Valverde, il murciano della Movistar che se si fa largo nel finale, soprattutto nella salita conclusiva (così’ simile al Muro di Huy di quella Freccia Vallone che El Imbatido ha conquistato cinque volte in carriera, di cui quattro consecutive) può diventare un serio pretendente alla vittoria di tappa, anche per l’ambizione di riscattare una partecipazione al Tour dell’anno scorso rovinata dall’infortunio, con il ritiro nella crono di apertura. Inoltre, dal momento che in casa Movistar pare sarà la strada a decidere le gerarchie (ma con Mikel Landa in pole position per i i gradi di capitano), per Valverde ogni occasione sarà quella utile per far capire di essere tutto fuorché un gregario di lusso.

Altro favorito da tenere d’occhio è Julian Alaphilippe, fresco vincitore proprio della Freccia Vallone, sua prima classica conquistata nel curriculum e con con caratteristiche adatte al percorso di oggi. Spinto anche lui da motivazioni extra (ovvero il fatto di giocare in casa, con un pubblico smanioso di vedere i propri connazionali conquistare le tappe al Tour e magari anche la gialla), il francese ha dalla sua un team come la Quick Step Floors ineccepibile quando si parla di tracciati come questi, come ha dimostrato in questa stagione facendo man bassa di classiche (e non è un caso che un altro cavallo di razza del team belga come Philippe Gilbert sia tra i favoriti, ma occhio anche a Niki Terpstra). Corridore esplosivo, aggressivo, capace di sostenere sia i brevi strappi che gli scatti negli sprint ristretti, Alaphilippe ha dichiarato recentemente a Le Parisien di correre ad istinto e di non sentirsi né pronto né adatto a vincere un grande giro («il mio compagno di squadra Bob Jungels invece è molto più adatto» ha rivelato), dimostrando una certa dosa di umiltà (o semplicemente nascondendosi), anche per il suo punto debole dato dagli errori di concentrazione. Ma non perderà comunque l’occasione per attaccare e per mettersi alla caccia di tappe, come è avvenuto ieri nel finale e come potrebbe avvenire oggi.

Valverde, Alaphilippe e Sagan gli uomini più in vista, ma attenzione anche a Greg Van Avermaet, Adam Yates e il vincitore sul Mûr-de-Bretagne al Tour 2015, Vuillermoz

Altro favorito ed altro corridore esplosivo, capace di reggere nei brevi strappi e potente negli scatti (oltre ad avere doti di passista in fughe da lontano, come ha dimostrato alla Parigi Roubaix di quest’anno) è Peter Sagan: lo slovacco della Bora Hansgrohe, seconda maglia del Tour di quest’anno nonché vincitore nella piccola Liegi di ieri, è sempre una variabile da tenere in considerazione in percorsi da classica come quelli degli ultimi due giorni, non solo nelle volate pure.

potrebbe interessarti ancheTour de France 2018 oggi tappa 20, ecco la cronometro individuale: percorso, favoriti, diretta TV e streaming

Tra gli altri favoriti ma un po’ più attardato nei pronostici Tom Dumoulin per la Sunweb (che poteva giocarsi oggi una carta importante con Michael Matthews, costretto però a ritirarsi ieri dal Tour dopo essersi ammalato in serata) , mentre in casa Mitchelton-Scott (o meglio, LetsGo-Scott, secondo il cambio di sponsor in occasione della Grande Boucle) citiamo Adam Yates, aficionado del Tour. Nella BMC invece troviamo lo specialista delle classiche (anche se in questa stagione non si è spinto oltre qualche podio) e già maglia gialla dopo la cronosquadre di lunedì Greg Van Avermaet, mentre attenzione anche al terzo classificato alla Freccia Vallone 2018 Jelle Vanendert (Lotto Soudal).
Infine, oltre ad Alaphilippe le speranze francesi sono rivolte verso Romain Bardet (AG2R), chiamato quest’anno a mettere a segno il colpo grosso in ottica maglia gialla sui Campi Elisi dopo una serie di tentativi a vuoto e il podio al Giro del Delfinato di quest’anno, e i compagni di squadra Pierre Latour e soprattutto Alexis Vuillermoz, che tre anni fa al Tour fa vinse proprio nella tappa con il finale sul Mûr-de-Bretagne, come abbiamo accennato parlando del percorso.

Tour de France 2018 oggi Tappa 6: la programmazione tv e web

La Brest – Mûr-de-Bretagne sarà visibile in chiaro e in diretta su Rai Sport e Rai Sport + HD dalle 13.35. La linea passerà poi su Rai 3 a partire dalle ore 15.00; seguirà il consueto Processo al Tour. Streaming su RaiPlay.it
Per quanto riguarda la pay tv, la tappa sarà trasmessa live su Eurosport 1 (canale 210 di Sky, 267 in HD) dalle 13.00. Streaming su Eurosportplayer.it.

notizie sul temaTour De France tappa 19: Primoz Roglic trionfa a Laruns, Geraint Thomas mantiene la maglia giallaPAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)Ultima tappa di montagna al Tour. Cosa dovranno fare i big per sfilare la maglia gialla a Thomas?Tour de France 2018 oggi Tappa 19, l’ultima salita: dove vederla in diretta tv e streaming, percorso e favoriti
  •   
  •  
  •  
  •