Giro d’Italia, 21.a tappa Verona-Verona (cronometro individuale): sul Circuito delle Torricelle gli ultimi verdetti

Pubblicato il autore: Enrico Salvi Segui


Dopo 3500 km di scatti, volate, salite, discese, cadute e colpi di scena, il 102° Giro d’Italia è giunto al suo epilogo. Un’altra cronometro individuale, la terza in questa edizione, tutta incentrata nella città di Verona con il suggestivo arrivo all’interno dell’Arena di Verona, già teatro dell’arrivo della Corsa Rosa nel 2010 quando trionfò Ivan Basso.

Giro d’Italia, 21.a tappa: il percorso

Nessuna passerella finale per la corsa rosa. È la cronometro individuale sul Circuito delle Torricelle (teatro dei Mondiali 2004), percorso in senso antiorario, a chiudere la Corsa Rosa. Prima parte percorsa su vialoni rettilinei e molto larghi. Poi la salita omonima delle Torricelle, con 4,5 km di salita al 5% con alcuni “scalini” e carreggiata più stretta della prima parte. In cima alla salita, GPM di 4° categoria e cronometraggio intermedio. Seguono 4 km di discesa su strade strette come quelle della salita, e gli ultimi 3 km lungo le vie cittadine con alcune curve ad angolo retto. Arrivo con cronometraggio finale in Piazza Bra e poi nell’Arena di Verona, come nel 2010.

Partenza alle 13:45 con Sho Hatsuyama, l’ultimo della classifica generale. I corridori partiranno ad intervalli di un minuto, mentre gli ultimi 20 partiranno distanziati 3 minuti l’uno dall’altro. Chiuderà come di consueto la Maglia Rosa (Richard Carapaz), alle 16:46.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2019: la crono finale va all’americano Haga, Carapaz vince la corsa rosa davanti a Nibali e Roglic

Giro d’Italia, 21.a tappa: gli orari di partenza dei favoriti

La cronometro si presta a specialisti, più che nella crono di San Marino: la salita delle Torricelle è piuttosto pedalabile, però bisogna saper spingere anche lì. La situazione alla partenza vede Carapaz che può contare su un vantaggio di 1’54″ di vantaggio su Nibali, 2’53″ su Landa, e 3’16″ su Roglic.

I favoriti: Victor Campenaerts (partenza alle 14:15), Jos Van Amden (14:23), Tobias Ludvigsson (14:45), Luke Durbridge (14:47), Thomas De Gendt (15:14), Dario Cataldo (15:19), Andrey Amador (15:27), Bob Jungels (15:34), Primoz Roglic (16:37).

potrebbe interessarti ancheCiclismo, Giro d’Italia 20.a tappa Feltre-Croce d’Aune: lo spagnolo Bilbao trionfa in volata, Carapaz sempre maglia rosa

I big: Ilnur Zakarin (16:19), Pavel Sivakov (16:22), Simon Yates (16:25), Rafal Majka (16:28), Miguel Angel Lopez (16:31), Bauke Mollema (16:34), Primoz Roglic (16:37), Mikel Landa (16:40), Vincenzo Nibali (16:43), Richard Carapaz (16:46).

Giro d’Italia, 14.a tappa: dove vederla in chiaro e in streaming

La tappa in diretta sarà visibile su RaiSport+HD a partire dalle ore 13.00 (canale 57 del digitale terrestre e 227 di Sky), con la copertura integrale della tappa, e dalle 14.30 su Rai2. In diretta anche su Eurosport 1 HD dalle 13.30. In streaming ci sono le apposite piattaforme di RaiPlay Eurosport Player.
Per la rete nazionale la telecronaca è affidata ad Andrea De Luca con il commento tecnico di Stefano Garzelli e la terza voce di Fabio Genovesi, con gli interventi dalla motocronaca di Francesco Pancani e Marco Saligari. Per il canale satellitare invece telecronaca affidata a Luca Gregorio, con il commento tecnico di Riccardo Magrini.

notizie sul temaCiclismo, Giro d’Italia 19.a tappa Treviso-S.Martino di Castrozza: Ultime salite prima dell’arrivo a VeronaCiclismo, Giro d’Italia 18.a tappa Valdaora-Santa Maria di Sala: Damiano Cima vince in volataCiclismo, Giro d’Italia 16.a tappa Lovere-Ponte di Legno: Ciccone vince sul Mortirolo, Carapaz sempre maglia rosa
  •   
  •  
  •  
  •