Giro d’Italia percorso Tappa 14: lotta contro il tempo

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

Giro d'Italia

Sabato 23 maggio, cronometro individuale.
Finalmente è arrivata la tanto temuta quanto decisiva maxi-cronometro individuale Treviso-Valdodobbiadene. La quattordicesima frazione del Giro d’Italia 2015 offre 59,2 km di lotta contro il tempo e segnerà in maniera indelebile la classifica, orientando anche le tattiche di corsa nelle tappe di montagna che verranno. Dal percorso si può dividere la prova in 2 parti: la prima, completamente piatta e lunga 30 km, è per puri specialisti; la seconda, che inizia a Bagnolo, presenta un percorso ondulato con il GPM di San Pietro di Feletto (5 km al 3.8%) che spezzerà il ritmo. Dopo la relativa discesa si avranno ancora 10 km pianeggianti per poi risalire su in falsopiano costante fino ad arrivare al tratto più duro dopo il paesino di Guia con pendenze attorno al 7-8%. Gli ultimi 3 chilometri saranno tutti in discesa fino ai -500 metri, dove, con una secca curva a destra, ci si immette sul rettilineo finale dove la strada torna a salire. Gli intermedi sono fissati a Ponte della Priula (km 17.6), San Pietro di Feletto (35,1) e a Col San Martin (km 49.5).
Gli scalatori acuseranno un leggero ritardo dopo la prima parte, ma non dovranno avere fretta di recuperarlo altrimenti potranno pagare amaramente gli sforzi su un finale che potrebbe segnare il loro destino.
Ricordiamo che fino alla 20a posizione i ciclisti partiranno distanziati di 1 minuto, poi le loro partenze verrano separate da 3 minuti. Il primo partirà alle ore 12, l’ultimo, Fabio Aru, alle 15.42.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2019: la crono finale va all’americano Haga, Carapaz vince la corsa rosa davanti a Nibali e Roglic

Giro d'Italia

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia, 21.a tappa Verona-Verona (cronometro individuale): sul Circuito delle Torricelle gli ultimi verdetti

Previsioni meteo Tappa 14 Giro d’Italia 2015 e cenni storici
Il via sarà dato alle ore 12.15. Il cielo previsto alla partenza sarà coperto con temperatura di 18°C, vento moderato e probabilità pioggia pari al 50%. Il cielo previsto all’arrivo sarà coperto con temperatura di 18°C, vento moderato e probabilità pioggia pari al 50%.
Treviso è stata per ben 11 volte città di partenza di una tappa del Giro, la prima volta nel 1927, l’ultima nel 2012. Inoltre è stata anche numerose volte città di arrivo con la vittoria di Mark Cavendish sotto il diluvio nel 2013. Qui vinse anche Petacchi nel 2004 e Beppe Martinelli, direttore sportivo Astana, nel Giro del 1979.
Valdobbiadene è stata traguardo di tappa solo nel 2009 con la vittoria di Petacchi.

notizie sul temaCiclismo, Giro d’Italia 20.a tappa Feltre-Croce d’Aune: lo spagnolo Bilbao trionfa in volata, Carapaz sempre maglia rosaCiclismo, Giro d’Italia 19.a tappa Treviso-S.Martino di Castrozza: Ultime salite prima dell’arrivo a VeronaCiclismo, Giro d’Italia 18.a tappa Valdaora-Santa Maria di Sala: Damiano Cima vince in volata
  •   
  •  
  •  
  •