Tour de France: dichiarazioni post-tappa dei BIG a letour.fr

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

rodriguez

Joaquim Rodriguez, vincitore della Tappa3 Tour de France: “Ieri è andata male perché, dopo tanto lavoro, la foratura e le cadute hanno rovinato tutto. Quel che succede questa settimana non ha niente a che vedere con quanto succederà nelle prossime due. Prevarrà l’esperienza, la forza e la resistenza. Domani l’importante è non perdere tempo. Al Tour le cose cambiano ogni giorno e la corsa si vince a Parigi. L’importante è arrivare sani e salvi alle montagne”.

froome

potrebbe interessarti ancheTour de France 2019, il percorso ai raggi X: tanta salita e poca cronometro

Chris Froome, nuova maglia gialla del Tour de France: “Ritrovare la maglia gialla dopo la delusione dello scorso anno è una sensazione particolare, non me lo aspettavo, è fantastico. Non so se la salita di un chilometro si può interpretare come un verdetto, ma è molto meglio essere primo che avere del ritardo da recuperare. Sono in una posizione eccellente prima del pavé. Affronteremo le prossime tappe come le prime. La nostra filosofia è di ricominciare da zero ad ogni tappa fino a che non si arriverà in montagna. Faremo del nostro meglio”.

contador

Alberto Contador, apparso un po’ affaticato all’arrivo: “Froome è molto forte, tanto che ha quasi vinto la tappa. Restano ancora molte tappe, bisogna restare ottimisti. La maglia gialla infonde fiducia, ci porta a pensare che si sta bene, ma aumenta anche la pressione dando maggiori responsabilità. Anche a me piacerebbe averla. Domani, sul pavé, bisognerà sopravvivere. È un Tour incredibile, con ogni giorno molto stress, tensione e nervosismo. Ogni anno lo stress al Tour aumenta e devi spendere molte energie. Bisognerà stare molto attenti, tutto può succedere”.

potrebbe interessarti anchePresentazione Tour de France, le anticipazioni, programma, orario e diretta tv

pinot

Thibaut Pinot, giunto sul traguardo di Huy con un ritardo di 1’33” rispetto a Chris Froome e scivolato nella generale a quasi 3 minuti: “È un giorno da dimenticare, già all’inizio della prima salita sentivo di non avere gambe. Non avevo più forze ed è molto preoccupante ritrovarsi con un ritardo di tre minuti dopo tre giorni di gare e dopo tutto il duro lavoro fatto per preparare questo appuntamento. Per domani sono pessimista, se la condizione è la stessa di oggi non vedo come poter recuperare terreno sul pavé”.

notizie sul temaTour de France 2018 oggi tappa 21, finalmente Parigi: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTour de France 2018 oggi tappa 20, ecco la cronometro individuale: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTour De France tappa 19: Primoz Roglic trionfa a Laruns, Geraint Thomas mantiene la maglia gialla
  •   
  •  
  •  
  •