Giangiacomo Secchi (Eurosport) a SN: “Olimpiadi invernali, Goggia e Brignone a medaglia. Hirscher imbattibile”

Pubblicato il autore: Diego Grossi Segui


SuperNews
ha intervistato Giangiacomo Secchi, commentatore televisivo di Eurosport che si occuperà delle telecronache dello sci alpino maschile alle Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018. Con lui abbiamo parlato delle possibilità degli azzurri di salire sul podio, nel maschile con Fill e Paris e nel femminile con Goggia e Brignone.

Focalizziamoci sullo sci alpino maschile, la disciplina che commenti su Eurosport, broadcaster ufficiale delle Olimpiadi. Un oro azzurro manca da Vancouver 2010 con Razzoli. Ritieni possano esserci delle sorprese, specie nelle gare di velocità con Fill e Paris?
Razzoli è l’oro più recente per quanto concerne il comparto tecnico ma sul veloce abbiamo un gap addirittura di 66 anni dall’ultimo oro e a completare il medagliere è stato soltanto Innerhofer con l’argento e il bronzo. L’Italia paradossalmente ha una falla molto grossa nel veloce, nello slalom gigante non abbiamo mai conquistato medaglie, in discesa l’ultimo oro è del 52’ e non abbiamo fatto più nulla se non con Innerhofer. Guardando al medagliere effettivamente i numeri fanno spavento ma prendendo come riferimento la Coppa del Mondo le chance di medaglia secondo la mia prospettiva pendono di più per le discipline veloci, per quanto riguarda le discipline tecniche pensare al podio è molto dura e non credo ci siano possibilità.

potrebbe interessarti ancheTifo e tifosi. Dimmi che tipo di tifoso sei e ti dirò chi sei: il tipo tutto Sport e il tipo curioso

A proposito di velocità. Per Svindal sarà l’ultima Olimpiade. In SuperG e Discesa Libera, il norvegese può centrare il bis?
Svindal oltre al bis può diventare l’atleta più vecchio a vincere un oro in un’olimpiade, al di là della sua anagrafica è assieme a Feuz il più titolato per vincere l’oro. La pista non è particolarmente tecnica, ha soltanto un paio di passaggi nella prima parte e in quella centrale leggermente più tecnici poi la velocità si riduce così come la pendenza faranno la differenza gli scorrevoli e sicuramente i norvegesi possono fare bene, vedo con buone possibilità sia Svindal che Jansrud sempre che Feuz non metta in campo quello che ha fatto vedere in Coppa del Mondo. Ecco lì probabilmente assisteremo ad un altro record, un bis storico mondiale più olimpiade.

Sarà l’Olimpiade di Marcel Hirscher? A Sochi l’austriaco si è dovuto accontentare di un argento. Lo pronostichi vincitore in Gigante e Slalom oppure ritieni che Kristoffersen, Pinturault possano insidiarlo per la medaglia più ambita?
Io ragiono come gli amici appassionati a casa che si devono rifare su quello che è il bello dell’olimpiade una gara secca in cui ci si gioca tutto in un colpo solo, con delle motivazioni ed una mentalità diversa a differenza della coppa del mondo ecco perché secondo me se non ci si attiene al mondiale è impossibile azzardare un pronostico. Usando come riferimento la Coppa del Mondo dico che Hirscher è imbattibile nel gigante e nello slalom anche su lui ha dichiarato che non è la sua priorità. Con Kristoffersen se la giocano alla pari, Pinturault invece lo vedo sfavorito. Quest’ultimo credo abbia delle possibilità nella combinata, lo vedo per una medaglia sul gigante ma lo vedo assolutamente fuori dai giochi in Slalom.

potrebbe interessarti ancheSofia Goggia, ecco la quinta meraviglia. L’azzurra trionfa nel SuperG di Are

Un accenno, inevitabile, allo sci femminile. Sofia Goggia è ormai la rivale più accredita della Vonn in Discesa e SuperG. La Brignone è tra le migliori in Gigante. Un eventuale mancata medaglia sarebbe considerata una delusione visti gli ottimi risultati stagionali di entrambe?
No, non credo. Farei questo discorso più sul maschile, se non riuscissero a fare medaglia o se dovessero accontentarsi di un argento o bronzo a quel punto, guardando l’anemia di risultati e guardando il mondiale assolutamente insufficiente, sarebbe una spedizione drammatica per il maschile. Per il femminile dispiacerebbe e l’eco sarebbe abbastanza pesante però io credo che non gli si possa imputare nulla di particolare se non dovessero riuscire a fare dei grandi risultati. Guardando alle ultime prestazioni di Goggia, Brignone e Bassino credo che una medaglia possa essere alla portata soprattutto se prendiamo come riferimento la Coppa del Mondo di dieci giorni fa quando facevano risultati eccellenti con una percentuale di realizzazione altissima poi è chiaro che può succedere di tutto e tutto è aperto. E ‘certo che Goggia e Brignone sono serie candidate per una medaglia ma io non mi sentirei di dire niente a loro se non riuscissero a fare un risultato perché l’olimpiade è una competizione emotivamente molto sentita.

Concludiamo con un ulteriore pronostico. Quante chances avrà l’Italia di migliorare il risultato delle Olimpiadi di Sochi 2014?
Secondo me quest’anno ci sono delle buone possibilità, Sochi è stata una spedizione negativa e non c’è stato neanche un oro. Secondo me in questa olimpiade l’oro invece può saltar fuori, abbiamo tra maschile e femminile almeno cinque possibilità e un paio li metto in preventivo.

notizie sul temaBAD KLEINKIRCHHEIM, AUSTRIA - JANUARY 14: Sofia Goggia of Italy competes during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Women's Downhill on January 14, 2018 in Bad Kleinkirchheim, Austria. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)Sofia Goggia vince la Coppa del Mondo di Discesa Libera, la Vonn si impone ad AreBAD KLEINKIRCHHEIM, AUSTRIA - JANUARY 14: Sofia Goggia of Italy competes during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Women's Downhill on January 14, 2018 in Bad Kleinkirchheim, Austria. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)Olimpiadi, Sofia Goggia si racconta alla Gazzetta: “Sapevo di poter battere la Vonn”BAD KLEINKIRCHHEIM, AUSTRIA - JANUARY 14: Sofia Goggia of Italy competes during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Women's Downhill on January 14, 2018 in Bad Kleinkirchheim, Austria. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)Olimpiadi invernali: Sofia Goggia e Lindsey Vonn amiche-rivali, ma il bis sarà difficile
  •   
  •  
  •  
  •