Bruno Longhi a SN: “Ronaldo non garantisce la Champions alla Juve. Inter superiore a Napoli e Roma. Credo in Mancini c.t.”

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui


Da Cristiano Ronaldo al nuovo Napoli di Ancelotti, passando per i Mondiali appena conclusisi: ecco l’opinione di Bruno Longhi, noto giornalista e telecronista, sui temi caldi del momento nell’intervista rilasciata a Supernews.

Cristiano Ronaldo alla Juventus è stato definito come il colpo del secolo. Secondo lei quale incidenza può avere il portoghese sul calcio italiano e sui bianconeri in ottica Champions League?

“L’incidenza di Ronaldo sul calcio italiano è già stata accertata nei suoi primi giorni torinesi: un evento mediaticamente colossale e che porterà notevoli benefit sul piano del marketing e dell’esposizione internazionale, sia della Juve che della nostra Serie A. Sul piano tecnico non vedo cosa Ronaldo possa dare in più, a livello di campionato, ad una squadra reduce da sette scudetti. Per quanto riguarda la Champions League lui si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto: ne ha vinte già cinque. Ma non esiste giocatore al mondo che ti possa garantire ad agosto il successo a maggio dell’anno successivo, semplicemente perchè sono troppe le variabili in una competizione che ad un certo punto va avanti ad eliminazione diretta: il Brasile, la più forte del Mondiale, non ha vinto in Russia nonostante Neymar e tutti gli altri”.

Un mercato sin qui molto convincente è sembrato quello dell’Inter. La squadra di Spalletti può essere la vera antagonista della Juventus per il prossimo campionato?

“L’Inter è ancora perfettibile ma l’arrivo di Nainggolan, che è l’incursore di centrocampo che stava cercando, la pone al momento al di sopra di Napoli e Roma”

potrebbe interessarti ancheInter, Modric smentisce i contatti con i nerazzurri: “Una grande bugia”

Nonostante l’arrivo di Ancelotti, il Napoli non ha ancora acquistato quel calciatore dal profilo internazionale che tanti si aspettano. Quale sarebbe il nome giusto per far fare un ulteriore salto di qualità ai partenopei?

“Il Napoli evidentemente deve trovare quel centravanti che le garantisca di fare punti a prescindere dal gioco, come avvenuto fino a ieri con Sarri. Non sarà facile per Carlo Ancelotti ripetere i 91 punti della scorsa stagione senza chi possa garantire tanti gol. Ci vorrebbe un altro Higuain o un altro Cavani”.

La Roma è la squadra che ha fatto più movimenti con un mix tra calciatori di prospettiva e altri di esperienza. Le cessioni di Nainggolan e Alisson e la grana sul rinnovo di Florenzi rischiano di vanificare il lavoro di Monchi?

“A mio giudizio la Roma ha costruito le basi per un grande futuro avendo acquistato tanti giovani fenomeni. Ma per l’immediato penso che Di Francesco avrà il suo bel da fare per cambiare pelle alla squadra di ieri e per renderla ancora altamente competitiva ricordando che è arrivata in semifinale di Champions League”.

Capitolo Mondiali. Crede che con questa generazione di calciatori la Francia posso aprire un ciclo di vittorie come era stato per la Spagna tra il 2008 e il 2012?

potrebbe interessarti ancheSassuolo-Inter: ecco perchè i nerazzurri sono stati i primi a pagare le modifiche al VAR

“La Francia, seconda all’ultimo europeo, prima al Mondiale, ha già aperto un ciclo, ma solo sul piano dei calciatori. Sul piano del gioco non ha nulla a che vedere con la Spagna. La Roja aveva impressionato col suo tiki-taka, la Francia bada solo al risultato e comunque non è poco”.

Crede che Roberto Mancini sia il c.t. giusto per riavvicinare l’Italia al livello delle maggiori selezioni nazionali?

“Mancini è il tecnico giusto perchè ha dentro di sè il DNA del selezionatore. Non dimentichiamo che già da giocatore faceva le veci del direttore sportivo scegliendo i giocatori e difficilmente sbagliava. Come difficilmente sbaglierà in Nazionale, a patto che il campionato gli regali dei giocatori validi”.

Tre calciatori che l’hanno particolarmente impressionata a Russia 2018 e che consiglierebbe di acquistare alle squadre italiane.

“E’ stato il mondiale dei gol su palla inattiva, dei rigori, degli autogol e del collettivo. Le stelle, a parte qualche spunto di Mbappè e qualche super giocata di Cavani, non ha mostrato talenti che già non si conoscessero. La TV fa conoscere tutto e tutti in anticipo, difficilmente scopriamo la sorpresa. L’unico giocatore che consiglierei a scatola chiusa è Kante, il francese del Chelsea”.

notizie sul temaMilan, Gattuso prepara l’esordio contro il Napoli: Bonaventura al posto di Calhanoglu?TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Claudio Marchisio of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)Marchisio, futuro al Monaco. La moglie attacca la Juventus:”Meglio rimpianti che sopportati”during the Serie A match between AS Roma and FC Crotone at Stadio Olimpico on October 25, 2017 in Rome, Italy.Edin Dzeko che metamorfosi: c’era una volta un flop, oggi protagonista assoluto
  •   
  •  
  •  
  •