Paolo De Paola a SN: “Cristiano Ronaldo alla Juve ? Non è una colpa migliorarsi. Il Milan cinese? Un grande bluff”

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui

Paolo De Paola, ex direttore di Tuttosport e Corriere dello Sport-stadio e, precedentemente, vicedirettore presso la Gazzetta dello Sport, intervistato da SuperNews sull’epilogo dei Mondiali di Russia 2018, l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus e i possibili colpi di calciomercato delle altre big di A.

Cominciamo dai Mondiali. Chi merita la vittoria finale tra le due ancora in gioco? Chi, invece, la ha convinta di meno? L’Argentina ha sentito troppo la pressione? 

“Come merito puro certamente la Francia che ha eliminato Argentina, Uruguay e Belgio in maniera sempre netta. Mi ha convinto di meno la Germania perché è crollata in tutti i reparti mentre per l’Argentina gran parte dei demeriti vanno ascritti al ct Sampaoli”.

Si è parlato tantissimo dei problemi relativi al nostro calcio, culminati con l’esclusione da Russia 2018. Su cosa si dovrebbe puntare per far risorgere il calcio in Italia?

“Su un bravo allenatore. Se hai un’idea chiara di gioco puoi trasmetterla anche in Nazionale scegliendo i giocatori giusti in ogni ruolo. Abbiamo visto che cosa è stato capace di fare Conte e al contrario quello che non ha fatto Ventura. Speriamo in Mancini sapendo che il nostro modo di intendere il calcio può dare lezione a chiunque”.

potrebbe interessarti ancheInter, vedi Gasperini e poi piangi

Capitolo Cristiano Ronaldo. Impossibile far finta di nulla. Ora campionato ingiocabile o stimolo per le altre? Chi potrebbe insidiare il dominio bianconero? CR7 basterà per la Champions?

“Non può essere una colpa cercare di migliorare. La Juve è la locomotiva di tutto il movimento calcistico italiano e, con l’acquisto di Ronaldo, ha riacceso i riflettori sul nostro campionato. Ora speriamo che la competitività spinga tutti a migliorarsi uscendo dalle logiche da cortile degli ultimi anni. Devono arrivare capitali “veri” dall’estero. Insomma, non come quelli di Roma e Milan”.

Quale potrebbe essere il grande colpo in entrata delle altre squadre? Sarà il Napoli di Ancelotti la più attiva sul mercato?

“La Juve è ovviamente al primo posto come potenziamento della rosa, al secondo vedo l’Inter che ha fatto ottimi acquisti a centrocampo (Nainggolan) e in difesa (De Vrij). Poi metto la Roma sullo stesso piano del Napoli che, sinceramente, deve acquistare un attaccante di grande valore. Ancelotti è un grandissimo ritorno anche per il nostro campionato. Come importanza di impatto lo piazzo appena sotto Ronaldo”.

potrebbe interessarti ancheNations League 5.a giornata. Probabili formazioni di Croazia-Spagna, match clou Lega A

Un giudizio sul Milan. Riuscirà a metter da parte i problemi societari e fare finalmente un campionato di vertice?

“Il Milan ha ormai evidenziato quello che sin dall’inizio era sembrato un grandissimo bluff: la proprietà cinese. Speriamo che il fondo Elliott possa programmare (come ha annunciato) davvero un piano triennale di crescita reale”.

Proiettiamoci al futuro e ai Mondiali Qatar 2022, che si disputeranno a ridosso dell’inverno. Intriga il nuovo format o sarà un problema conciliare tutti i campionati e le competizioni europee?

“Vedo molto problematico il Mondiale del 2022. Ma aspettiamo perché potrebbero esserci sorprese”…

notizie sul temaPogba Juventus, il francese spegne i sogni bianconeri: “Il Manchester United è casa mia”Cristiano Ronaldo: dalla doppietta con il Sassuolo alla sublimazione di “San Siro”Napoli, calendario in discesa per allontanare l’Inter e mettere fiato sul collo alla Juventus
  •   
  •  
  •  
  •