Alessandro Mamoli a SN: “Strada tortuosa per LeBron ad Ovest. Dončić? Non poteva andargli meglio”

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui

 

Alessandro Mamoli, giornalista professionista e conduttore televisivo per Sky Sport, intervistato da SuperNews sull’imminente start dell’NBA, i trasferimenti che hanno segnato il mercato estivo e le sorti della nazionale italiana di pallacanestro.

Partiamo dal trasferimento dell’anno che ha portato LeBron James a Los Angeles, sponda Lakers. Durante la scorsa stagione quest’ultimo si è spesso lamentato per le scarse attitudini e capacità dei propri compagni. La storia si ripeterà oppure sussistono le condizioni per far bene? Dove possono arrivare questi Lakers?

“Faranno meglio come Lakers, rispetto alle recenti stagioni. Temo farà peggio LeBron, inteso che la strada che porta a quella finale NBA raggiunta 8 anni di fila ad est, ad Ovest è un pò più tortuosa. La semifinale di Conference può essere alla portata della squadra ma finchè non li vediamo giocare, diciamo almeno le prime trenta partite, è difficile fare un pronostico”.

Golden State si è rinforzata ancora con l’acquisto di DeMarcus Cousins, che rientrerà a stagione inoltrata. Con l’innesto di uno dei migliori centri della lega saranno ancora loro i dominatori o ti aspetti qualche sorpresa? Come si disinnesca una macchina “perfetta”?

potrebbe interessarti ancheBasket NBA, rissa Lakers-Houston Rockets: Rondo e Paul squalificati

“Come direbbe Lee Corso di ESPN, “Not so fast”. La macchina è quasi perfetta anche se l’anno scorso i Rockets sono arrivati ad un infortunio di distanza dall’eliminarli. Cousins è un giocatore di enorme qualità ma non sappiamo come sarà fisicamente post-infortunio e soprattutto come si integrerà coi compagni. Anche qui diamoci il tempo di vederli e giudicarli. Non mi stupirei fosse l’ultima cavalcata per gli Warriors, troppi contratti in scadenza, difficile accontentare tutti”.

Si vocifera che i New York Knicks, al lavoro per liberare spazio salariale, stiano pensando a Kevin Durant per la prossima stagione. Anche Irving e Butler sarebbero sul taccuino dei newyorkesi. Quante possibilità ci sono che KD provi la sfida di andare a vincere altrove?

“Buone per KD, meno buone per NY. I New York Knicks anche in passato hanno avuto sul taccuino nomi importanti senza però esser mai considerati. Soprattutto se non rientrerà Porzingis, mi aspetto una stagione a perdere, una botta di fortuna al Draft (Zion Williamson?) e poi se ne riparla”.

Quale sarà l’impatto del diciannovenne Dončić in NBA? Il fatto che tutti lo indicano già come “Rookie of the year” potrebbe destabilizzare un pò il ragazzo, già carico di pressioni?

“Non credo. Avrà già la squadra in mano e soprattutto una guida come Nowitzki all’interno dello spogliatoio. Il miglior prospetto europeo degli ultimi anni nella franchigia guidata per due decenni dal migliore realizzatore europeo in NBA. Non poteva capitargli di meglio. Il che non significa che farà straordinariamente bene sin da subito, troverà le sue difficoltà certo, ma credo che alla lunga possa funzionare”.

Passiamo alla Nazionale. Estate di polemiche tra coach Meo Sacchetti ed i giocatori NBA, rei di non tener troppo in considerazione la maglia azzurra. Che idea ti sei fatto a riguardo? Si riuscirà finalmente a trovare la serenità giusta e staccare il pass per il Mondiale?

potrebbe interessarti ancheLeBron James a Los Angeles per sfondare a Hollywood ?

“Troppo presto per parlarne. Ogni scenario è possibile. Intanto va raggiunta la qualificazione, poi vediamo. Non cascherei dalla sedia se a Mondiale raggiunto sulla panchina dell’Italia ci dovesse essere un altro allenatore. Di certo la comunicazione estiva da una parte e dall’altra la definirei rivedibile”.

Caso Alessandro Gentile. Talento purissimo del basket italiano che non trova il modo di sbocciare definitivamente. Sembra svanita anche la possibilità di vederlo tra le fila dai Rockets, quale sarebbe a tuo avviso la meta ideale per ripartire?

“Argomento troppo delicato. Cercherei innanzi tutto una tranquillità emotiva, psicologica, prima ancora che tecnica”.

Ultima domanda sul panorama cestistico nostrano. Il movimento italiano è in crescita o ancora molto lontano dagli standard dei top campionati? Ci sarà mai la possibilità di vedere un altro team in Eurolega, vista l’imminente espansione a 18 squadre?

“Servirebbero almeno un paio di squadre al livello di Milano, non solo tecnico ma soprattutto economico. Il budget fa la differenza, se vuoi competere ad alto livello occorre investire parecchio”.

notizie sul temaCLEVELAND, OH - JUNE 06: Stephen Curry #30 and Draymond Green #23 of the Golden State Warriors celebrate with Kevin Durant #35 against the Cleveland Cavaliers in the second half during Game Three of the 2018 NBA Finals at Quicken Loans Arena on June 6, 2018 in Cleveland, Ohio. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Jason Miller/Getty Images)NBA 2018-19, Golden State Warriors favoriti per la leadership a OvestNba, la fine di un’era: Manu Ginobili dice addio al basketOAKLAND, CA - DECEMBER 25: LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers reacts towards his teammates after the Golden State Warriors scored a basket during an NBA basketball game at ORACLE Arena on December 25, 2017 in Oakland, California. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Thearon W. Henderson/Getty Images)NBA, Rajon Rondo raggiunge LeBron James ai Los Angeles Lakers
  •   
  •  
  •  
  •