Rio 2016: Ciclismo su strada, Cronometro Maschile – Infinito Cancellara: é oro!

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Fabian Cancellara: campione olimpico nella crono di Rio 2016

Fabian Cancellara: campione olimpico nella crono di Rio 2016

Live da Rio

Clicca su aggiorna per avere gli ultimi update dalla gara

Ecco il podio finale: medaglia d’oro FABIAN CANCELLARA (Svizzera), medaglia d’argento TOM DUMOULIN (Olanda), medaglia di bronzo CHRIS FROOME (Gran Bretagna). La locomotiva di Berna conclude nel migliore dei modi possibili la sua carriera da professionista replicando la vittoria olimpica, sempre nella crono, di Pechino 2008.

17.54: Arriva Froome: il suo tempo lo piazza al terzo posto. Ora è ufficiale: Fabian Cancellara medaglia d’oro a cronometro!

17.52: Arriva Tom Dumoulin, con un tempo che potrebbe garantirgli, al momento, la medaglia d’argento (47 secondi di ritardo su Cancellara). Attendiamo ora Froome.

17.52: Nel frattempo, arriva Tony Martin con tre minuti e diciotto di ritardo su Cancellara.

17.49: Attendiamo ora l’arrivo di Dumoulin e Froome, che pare però non possano impensierire più di tanto Spartacus.

17.48:Con 1 minuto e 06 di vantaggio su Castroviejo Fabian Cancellara si porta in prima posizione provvisoria e pone una pesante ipoteca sulla medaglia d’oro.

17.45: Tom Dumoulin ora accusa 32 secondi di ritardo su Cancellara. Rohan Dennis al traguardo registra il secondo tempo provvisorio.

17.41: Ormai fuori dal podio Tony Martin, visto il tempo registrato al quarto rilevamento. Dumoulin ha invece 32 secondi di ritardo su Cancellara.

17.37: Cancellara continua ad incrementare il suo vantaggio (53 secondi su Dennis) al quarto intertempo: 1’01”.

17.34: Geraint Thomas, primo corridore del secondo gruppo all’arrivo, registra il miglior tempo al traguardo, ma viene presto superato dallo spagnolo Castoviejo.

17.30: Alto anche il tempo di Froome all’ intermedio, 49’03, 32 secondi di ritardo su Cancellara.

17.28: Al terzo rilevamento, Tom Dumoulin accusa 25 secondi di ritardo su Cancellara con un tempo pari a 48’56.

17.26: Cambio della bici per Rohan Dennis! Foratura posteriore, il corridore australiano costretto a farsi consegnare dall’ammiraglia un nuovo mezzo, perdendo secondi preziosi. Nel frattempo, più di due minuti di ritardo per Tony Martin.

17.24: Fabian Cancellara recupera 41 secondi su Rohan Dennis e registra il tempo di 48’30” nel terzo rilevamento chilometrico, portandosi al primo posto virtuale.

17.18: Rohan Dennis ha circa 1’48” di vantaggio sul leader della classifica virtuale Konig, in base alle prestazioni precedenti del corridore ceco. Al terzo intertempo registra 21 secondi di vantaggio su Castroviejo: continua così la gara tenendo saldamente la testa.

17.11: Ora Rohan Dennis guida la classifica provvisoria (basandoci sul secondo intermedio), seguito da Tom Dumoulin e Castroviejo. Quarto Chris Froome. Nel frattempo lo spagnolo registra il miglior tempo al terzo rilevamento chilometrico.

17.06: Al secondo intermedio Tony Martin perde 50 secondi da Dennis. Ricordiamo che al secondo posto provvisorio c’è lo spagnolo Jonathan Castroviejo con 21 secondi di ritardo.

17.05: Al secondo rilevamento chilometrico Fabian Cancellara perde 24 secondi dal migliore, Rohan Dennis, e scivola in terza posizione.

17.00: Nel frattempo, Rohan Dennis ha il miglior tempo al secondo intermedio. Crolla invece Geraint Thomas, con 28 secondi di ritardo su Dennis.

16.56: Anche Froome è sorprendentemente in ritardo al primo intermedio:15’32, 19 secondi dietro Cancellara.

16.55: Anche Dumoulin è in ritardo su Cancellara, di ben 14 secondi.

16.54: Non buona invece la prestazione di Kiryienka al primo intermedio:15’45, 32 secondi di ritardo su Cancellara.

potrebbe interessarti ancheOlimpiadi, presentata ufficialmente la candidatura di Milano-Cortina 2026. Malagò: “Il sogno sarà realtà”

16.50: Il primo intermedio di Cancellara: un ottimo 15’12, che lo porta in prima posizione dopo i primi 10 km.

16.45: Geraint Thomas registra il miglior tempo al primo intermedio: 15’18. Meglio di lui l’australiano Rohan Dennis che ottiene subito dopo nel passaggio all’intermedio un tempo pari a 15’13.

16.44: Tim Wellens chiude in settima posizione.

16.42: Kwiatkowski al traguardo si piazza terzo dietro Geschke e Konig. Caruso invece taglia il traguardo posizionandosi al decimo posto della classifica provvisoria.

16.41: Altro favoritissimo: Chris Froome, che chiude la lista partenti.

16.39: Penultimo in gara e favoritissimo, l’olandese Tom Dumoulin. Konig taglia il traguardo con il tempo di 1’15”23 e occupa così la prima posizione provvisoria.

16.39: Tocca ora al campione del mondo in carica della specialità, il bielorusso Vasil Kiryienka.

16.37: A proposito di specialisti delle cronometro, parte ora il tedesco Tony Martin.

16.34: Simon Geschke al traguardo, con un tempo pari a 1’15”49. Parte intanto Fabian Cancellara.

16.33: Parte l’americano Taylor Phinney. Tim Wellens nel frattempo sta perdendo più di un minuto rispetto a Konig.

16.31: Con il tempo finale di 1 ora 16 e 02 Georg Preidler si piazza al primo posto nella classifica provvisoria.

16.27: L’iraniano Ghader Mizbani è il primo a tagliare il traguardo, con un tempo finale di 1 ora e 21 minuti. Arriva anche Dan Craven con 6 minuti di ritardo.

16.24: Simon Geschke segna il miglior tempo al quarto e penultimo intermedio, 1’04”48.

16.23: Tocca allo specialista spagnolo Jonathan Castroviejo.

16.21: Parte il giovane sloveno Primoz Roglic, vincitore della cronometro del Chianti al Giro d’Italia 2016.

16.19: Parte il francese Julian Alaphilippe; prima di lui il britannico Geraint Thomas. Tra venti minuti partirà l’ultimo corridore, Chris Froome.

16.18: Al terzo intermedio Wellens registra un tempo pari a 50’44, dietro a Konig e Kwiatkowski.

16.16: Cominciano le partenze del secondo gruppo: a rompere il ghiaccio il norvegese Edvald Boasson Hagen. Nel frattempo Daminao Caruso è  ottavo a 2’14” dal ceco Leopold Konig, che al momento detiene il miglior tempo con 50′ 35”.

16.10: Simon Geschke mette la firma sul miglior tempo al terzo intermedio con 50’45.

16.07: Dopo tre intermedi il miglior tempo è di Preidler (50’54”), ma deve ancora giungere al terzo rilevamento Wellens.

15.58: 30’01”57 è il tempo di Wellens al secondo intermedio. Nella classifica provvisoria, dopo 19 km, il belga mantiene il comando per pochi centesimi su Kwiatkowski.

15.57: Al secondo intermedio la migliore prestazione è di Michal Kwiatkowski, con un tempo pari a 30’01”.

potrebbe interessarti ancheOlimpiadi Invernali 2026: Calgary rinuncia, Milano-Cortina in vantaggio su Stoccolma

15.54: Pioggia e vento contribuiranno ad influenzare negativamente la prova; nel frattempo Caruso al secondo intertempo ha 1’23 di ritardo su Wellens. Ricordiamo che il corridore italiano ha dovuto sopportare nelle ultime ore problemi fisici che potrebbero pesare nella gara di oggi.

15.46: Classifica primi 10 km: Tim Wellens davanti a tutti con 5 secondi di vantaggio su Preidler, 8 su Michal Kwiatkowski. Damiano Caruso 11esimo con 53 secondi di ritardo dal belga.

15.43: Al primo intertempo Tim Wellens scalza Preidler con il tempo di 15’45. Intanto nel tratto di strada affrontato dall’austriaco inizia a cadere copiosa la pioggia.

15.40: Intermedio di Damiano Caruso: 16’39,per il momento in ottava posizione.

15.38: Preidler ha adesso 3 secondi di vantaggio sull’ucraino Grivko e 15 su Geschke.

15.30: L’austriaco Georg Preidler al primo intertempo realizza il tempo migliore, 15’50. Problemi alla ruota posteriore per Vuillermoz, che è in ritardo di un minuto e dieci rispetto a Preidler.

15.27:Il belga Tim Wellens chiude il primo gruppo: il secondo partirà tra 48 minuti. Nel frattempo attendiamo i primi rilevamenti cronometrici.

15.25: Uno dei protagonisti (nel bene e nel male) della gara di sabato, il polacco Michal Kwiatkowski.

15.22: E’ il momento dell’unico italiano in gara, Damiano Caruso.

15.20: Prima caduta: lo statunitense Brent Bookwalter scivola sull’asfalto; ha delle escoriazioni, ma riparte quasi subito.

15.18: E’ il momento di Simon Geschke, il tedesco che ricordiamo era presente nel gruppo dei fuggitivi della prova di sabato.

15.15: Tocca ora al francese Alexis Vuillermoz.

15.09: Parte (quasi all’ultimo momento per un cambio maglia) Pavel Kochetkov, il russo protagonista di un problema al rifornimento nella prova in linea di sabato.

15.07: Tocca ora a Yonathan Monsalve (Venezuela).

15.06: E’ il momento di Mouhssine Lahsaini dal Marocco.

15.04: Partiti anche, nell’ordine, Youcef Reguigui (Algeria), Ahmet Orken (Turchia), Ghader Mizbani (Iran) . I corridori partono ogni 90 secondi.

15.00: Si parte con  il primo ciclista in gara, il namibiano Dan Craven. Il posizionamento degli intermedi: il primo al km 10, il secondo al km 19,7, il terzo al km 34,6, il quarto al km 44.4.
Road-Cycling_Time-Trial1-e1418155073983
Archiviata la prova in linea maschile e femminile che ha riservato all’Italia un quadro in chiaroscuro, in quel di Rio 2016 è arrivato il momento della prova a cronometro di ciclismo, che si disputa mercoledì 10 agosto a partire dalle ore 15 italiane. SuperNews seguirà live la gara: cliccate su refresh per avere gli aggiornamenti in tempo reale.

Il Percorso a Cronometro di Rio 2016

Rio 2016: altimetria del percorso della prova a cronometro

Rio 2016: altimetria del percorso della prova a cronometro

La prova avrà luogo nel circuito di Grumari, lo stesso che ha visto impegnato i ciclisti nella prima parte della prova in linea, e che dovrà essere percorso due volte. Partenza e arrivo fissati presso  l’Estrada do Pontal.
Vediamo nel dettaglio il profilo della gara: la lunghezza da percorrere sarà di 54,5 km con un totale di quattro salite che metteranno alla prova i corridori con dote da scalatori capaci di coniugare le abilità da passisti nelle cronometro.
Dopo i primi 9,7 km di saliscendi arriva lo strappo di Grumari (intorno al km 10), lungo 1,2 km e con una pendenza media pari al 9% ma che può toccare punte del 24% soprattutto nella seconda parte della salita. Dopo 19,2 km di strada pianeggiante si arriva all’altro strappo (meno impervio rispetto al primo) di Grota Funda, pendenza media del 4,5% e punte del 6% per un totale di  2.1 km. A metà dell’ascesa un tratto in contropendenza e poi si sale ancora fino allo scollinamento. Completato il secondo giro, si percorrono gli ultimi tre chilometri in vista del traguardo. La media prevista per la corsa va dai 46 km/h fino a un massimo di 50 km/h.

La Startlist e i favoriti

Anzitutto, ricordiamo che ogni nazione si presenterà con non più di due corridori al via.
Fuori da giochi lo sventurato Vincenzo Nibali, che fortunatamente si è ripreso dall’intervento subito alla clavicola, alla partenza della cronometro si presenterà come portacolori azzurro il compagno di squadra Damiano Caruso (dopo il forfait dello specialista Adriano Malori): scarse le speranze di medaglia per una competizione riservata a corridori specializzati in prove di questo tipo.
Per quanto riguarda i favoriti, il britannico Chris Froome entra nel conclave olimpico da Papa, considerando l’ottima prova nella cronoscalata di Sallanches all’ultimo Tour e la prestazione offerta nella cronometro di Londra 2012 coronata da un bronzo.
L’altro grande favorito, l’olandese Tom Dumoulin, ha avuto un percorso di avvicinamento alla prova olimpica non facile: la frattura al radio rimediata all’ultimo Tour (fino a quel momento impreziosito dalla vittoria di due tappe tra cui quella contro il tempo) e annessa disperazione in diretta televisiva parevano aver compromesso la sua partecipazione ai Giochi, ma così non è stato visto che è riuscito a rimettersi in sella in tempi record dopo l’operazione. Il ritiro prematuro dalla prova olimpica su strada di sabato 6 ha fatto temere nuovamente per il peggio, ma per ora pare che il corridore della Giant Alpecin si presenterà regolarmente alla partenza della cronometro (a tal proposito, i maligni vociferano che si trattasse di un ritiro studiato per preservarsi al meglio in vista del vero obiettivo, ovvero la prova di mercoledì, ma tant’è). La condizione di Tom Dumoulin sarà finalmente ottimale?
Argento ai Giochi di Londra, specialità cronometro, il passista, campione nazionale tedesco e tre volte iridato mondiale Tony Martin è l’altro favorito, da esperto qual è nelle prove contro il tempo. Attenzione anche allo svizzero Fabian Cancellara, già oro nella crono di Pechino 2008, in cerca di una vittoria di prestigio nel suo ultimo anno da professionista.
Notizia delle ultime ore il ritiro dell’australiano Richie Porte, anche lui favorito, che nella prova in linea di sabato ha rimediato una frattura alla clavicola tale da fargli staccare il biglietto di ritorno a casa.
Tra i corridori attesi, l’americano Taylor Phinney, specialista delle prove contro il tempo e in cerca di un acuto dopo una serie di stagioni altalenanti; ancora, la Spagna schiererà Ion Izaguirre e Jonathan Castroviejo mentre la Francia, che non ha brillato nella prova di sabato scorso, Romain Bardet e Julian Alaphilippe. Da citare infine anche il fuggitivo della prova olimpica in linea, il tedesco Simon Geschke, il colombiano Rigoberto Uran,  il belga Tim Wellens,  il lussemburghese Bob Jungels, il norvegese Edvald Boasson Hagen, i cechi Leopold Konig e Zdenek Stybar e lo sloveno Prymoz Roglic.

 

 

 

notizie sul temaTifo e tifosi. Dimmi che tipo di tifoso sei e ti dirò chi sei: il tipo tutto Sport e il tipo curiosoBAD KLEINKIRCHHEIM, AUSTRIA - JANUARY 14: Sofia Goggia of Italy competes during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Women's Downhill on January 14, 2018 in Bad Kleinkirchheim, Austria. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)Olimpiadi, Sofia Goggia si racconta alla Gazzetta: “Sapevo di poter battere la Vonn”PyeongChang 2018: trappola nel ghiaccio per l’Italia
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: