Live Manchester United-Fenerbahce 4-1: festival del goal, tutti in piedi per Van Persie

Pubblicato il autore: Marco Tarantino Segui

calendario europa league 20 ottobreManchester United alla ricerca della vittoria perduta: dopo il pareggio del Monday Night contro il Liverpool, i Red Devils provano a spiccare il volo con il secondo successo consecutivo in Europa League, nella fase a gironi, ma per farlo dovranno superare i turchi del Fenerbahce di Skrtel, ex Liverpool proprio.
Si rivede nella squadra di Mourinho il nostro Matteo Darmian, che dopo l’ultima stagione torna in campo sulla fascia di destra, anche Rooney in campo con Lingard e Martial, mentre Ibrahimovic e Rashford siedono in panchina almeno dall’inizio.
Queste le formazioni ufficiali:

Manchester United: De Gea, Darmian, Smalling, Bailly, Shaw, Carrick, Pogba, Mata, Rooney, Lingard, Martial

Sostituzioni Romero, Fosu-Mensah, Rojo, Fellaini, Memphis, Ibrahimovic, Rashford

Fenerbahce: Volkan, Sener, Kjaer, Skrtel, Hasan Ali, Neustadter, Josef, Topal, Alper, Sen, Van Persie

Sostituzioni: Fabiano, Koybasi Civelek, Emenike, Koca, Stoch

  • Partenza a ritmi blandi ad Old Trafford, il Fernbahce prova a creare grattacapi a De Gea
  • Prende appunti Mourinho in panchina, lo United nei primi minuti subisce l’urto turco
  • 10 minuti di gioco: Topal molto mobile, Advocaat soddisfatto dell’inizio dei suoi, non dello stesso avviso Josè Mourinho che vede i suoi soffrire
  • Ci provano i Red Devils a bucare la difesa turca: ordinaria amministrazione difensiva su Mata and co.
  • Prova a spingere il Manchester: Mata non trova l’impatto con il pallone per una conclusione da posizione centrale. Dopo 15 minuti tutto fermo sullo 0-0
  • I Red Devils provano a fare la partita, ma senza cambiare il ritmo: la difesa del Fenerbahce non soffre e si muove con ordine. Risultato ancora a reti inviolate e tanti sonni sugli spalti di Old Trafford, come successo nella precedente sfida del Manchester in Europa League
  • Ecco la fiammata che tutti aspettavano: Juan Mata si inventa con un aggancio una grande occasione da goal, procurandosi un calcio di rigore per il fallo dell’ex Roma Simon Kjær
    Dal dischetto si vede l’ex Juventus, Paul Pogba: dagli 11 metri il Polpo spiazza il portiere avversario e porta i suoi in vantaggio con il primo goal in Europa League
  • Altro calcio di rigore per i Red Devils: abbattuto in area di rigore Martial. Secondo tiro dal dischetto: dopo la mezz’ora il Manchester United rischia di chiudere i giochi nonostante un ritmo della gara davvero lento.
  • Questa volta tocca a Martial: 2-0 United e discorso chiuso in pochi minuti.
  • De Gea salve lo United! Grande parata dell’estremo difensore del Manchester che si ripete dopo Anfield con un grande intervento su Souza.
  • Ancora Pogba: grandissimo goal da fuori area del centrocampista di Mourinho che porta al 46′ i suoi sul 3-0.

 

Dopo 15 minuti di intervallo si parte con la ripresa:

  • Subito pronti via il 4-0 dello United: lo realizza Lingard come poco prima dell’intervallo aveva fatto Pogba. Grande conclusione da fuori e gare in ghiaccio
  • Azioni confuse da parte degli ospiti che provano a riaprire una partita ormai finita a 54 esimo minuto.
  • United vicino al 5-0 con una buona discesa di Darmian che mette dentro ma Martial non arriva alla conclusione
  • Girandola di cambi, Van Persie torna ad Old Trafford e sfiora con un sinistro da fuori il palo alla destra di De Gea. Grandissima conclusione dell’olandese
  • Goal ed ovazione proprio per Robin Van Persie che segna di gran carriera da pochi passi. Anche Alex Ferguson ad applaudire il suo pupillo. Siamo sul 4-1
  • Finisce 4-1 la sfida di Old Trafford: doppio Pogba, Martial e Lingard poi il goal nel finale di Robin Van Persie a chiudere il conto.
  • Il Manchester United si prende la testa del girone, grande vittoria per la squadra di Mourinho che al 30′ minuto sblocca la gara e dilaga nel giro di 20 minuti. Da rivedere la difesa del Fenerbahce, soprattutto l’ex Roma Kjaer che regala letteralmente il primo rigore e mette in discesa la sfida piuttosto complicata nei primi minuti ai Red Devils.
  •   
  •  
  •  
  •