F1, Gp Austria 2018: 4ª vittoria in carriera per Verstappen davanti a Raikkonen. Vettel leader del Mondiale

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui
Gp Austria

Max Verstappen – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Max Verstappen è il vincitore del Gp Austria 2018: ritrovatosi in testa per aver anticipato, assieme a Ricciardo, Raikkonen e Vettel, la prima sosta, a causa del ritiro di Valtteri Bottas, ha poi gestito, con grande maturità, la rimonta delle due Ferrari, che completano il podio. Anche Lewis Hamilton è costretto al ritiro, dopo 32 gare a punti, come anche l’australiano della Red Bull, e perde per un punto la leadership del Mondiale. Completano la top-10 Grosjean (finalmente a punti) e Magnussen con le due Haas, Ocon e Pérez su Force India, Alonso (McLaren) e infine le due Sauber di Leclerc ed Ericsson.

Ordine d’arrivo del Gp Austria:

Mixed fortunes for Red Bull Racing, nightmare for Mercedes… and championship lead for Scuderia Ferrari!

Pubblicato da F1 su Domenica 1 luglio 2018

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA (O PREMI F5)

GP AUSTRIA 2018, 71 giri
Red Bull Ring, nona prova del Mondiale di F1

BANDIERA A SCACCHI! 1’06”957: giro record per Raikkonen ma Verstappen resta davanti e fa suo il Gp d’Austria. Terzo posto per Vettel, che torna in testa al Mondiale per un punto

potrebbe interessarti ancheF1, Ecclestone elogia la Ferrari: “Esempio di sportività al GP di Austria”


71/71:
ultimo giro del Gp Austria, con Ericsson e Leclerc davanti a Gasly
69/71:
Verstappen ha 2.6 secondi di vantaggio sul finlandese della Ferrari. Perdita di pressione sulla benzina la causa del ritiro di Hamilton


67/71:
Giro più veloce di Kimi Raikkonen. Quattro giri alla fine
65/71:
Lo spagnolo della McLaren passa Gasly per l’ottava posizione
64/71:
Verstappen ha un po’ di blistering e mantiene circa 4 secondi. Alonso ora è in decima posizione e Hamilton ha il cambio bloccato in quinta marcia
Giro 59/71:
Raikkonen, Vettel ed Hamilton fanno in successione il giro più veloce
Giro 58/71:
giro più veloce per Hamilton e Verstappen ha meno di cinque secondi di vantaggio su Raikkonen. Ritiro per Hartley
Giro 55/71 del Gp Austria: ritiro per Daniel Ricciardo, problema alla Power Unit
Giro 53/71:
il britannico perde prestazioni e si ferma, montando le super-soft e rientrando dietro Ricciardo
Giro 50/71:
Posizioni per ora cristallizzate, dietro i migliori abbiamo Grosjean, Magnussen, Ocon, Pérez e Gasly


Giro 46/71:
Hamilton resta in scia a Vettel: giro più veloce della gara, battuto ora da Ricciardo
Giro 43/71:
un po’ di blistering per la Mercedes del britannico
Giro 39/71:
Vettel mette due ruote sull’erba ma sorpassa Hamilton all’esterno ed ora è 3°. Ricciardo si ferma e monta le super-soft


Giro 38/71:
il finlandese della Ferrari ora è secondo
Giro 37/71:
lotta tra Ricciardo e Raikkonen e tra i due contendenti al titolo
Giro 36/71:
Vettel è poco più di un secondo da Hamilton
Giro 35/71:
blistering (formazione di bolle) sulla posteriore sinistra di Ricciardo
Giro 33/71:
l’olandese ha cinque secondi di vantaggio sul compagno di squadra, che ha vicino l’australiano e il britannico
Giro 29/71:
Hamilton vicino a Raikkonen, mentre in testa abbiamo Verstappen con oltre 4 secondi su Ricciardo


Giro 26/71 del Gp Austria:
il britannico si ferma, montando la soft come gli altri. E’ quarto davanti a Vettel
Giro 24/71:
Hamilton prosegue, con tempi costanti e con la possibilità di montare l’ultra-soft
Giro 21/71:
il finlandese della Ferrari arriva al bloccaggio e l’australiano lo passa, guadagnando la terza posizione
Giro 18/71:
Verstappen, Ricciardo, Raikkonen e Vettel hanno effettuato tutti la sosta, montando le soft. Il finlandese è ora davanti all’australiano


Giro 15/71: rottura del cambio per Bottas. Virtual Safety Car in azione
Giro 13/71:
Giro più veloce per Raikkonen
Giro 12/71:
rottura del motore per Hulkenberg: perdita di olio e fiamme dal posteriore della Renault
Giro 11/71:
Dietro i primi sei abbiamo Grosjean, Magnussen, Hulkenberg ed Ocon
Giro 9/71:
Il britannico va sotto il minuto e nove secondi. In difficoltà Raikkonen, con Ricciardo e Vettel che si avvicinano
Giro 7/71:
1’09’051, giro veloce di Hamilton, oltre due secondi di vantaggio su Bottas
Giro 4/71 :
il britannico detta il ritmo, il tedesco della Ferrari ora è alle spalle di Ricciardo


15.13 – Inizia il Gp Austria 2018: Hamilton in testa, davanti a Bottas, Verstappen e Raikkonen. Vettel perde una posizione
15.10 –
In corso il giro di ricognizione: Ferrari con ultra-soft, Mercedes e Red Bull con super-soft
15.06 –
Pochi minuti al giro di ricognizione
14.27 –
Anche Alonso partirà dalla pitlane, dopo aver cambiato delle componenti
14.08 –
Manca circa un’ora al giro di ricognizione del Gp Austria
12.45 – Buongiorno appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta. Brendon Hartley, pilota della Toro Rosso, partirà dalla pitlane facendo un cambio “tattico” di ogni componente della Power Unit Honda, ottenendo quindi una penalizzazione di 35 posizioni sulla griglia (ma era già penultimo)

F1, Gp Austria 2018: la griglia di partenza

La Mercedes, nella giornata di ieri (30 giugno), ha confermato le ottime impressioni avute durante le tre sessioni di prove libere piazzando il finlandese Valtteri Bottas in pole position ed il britannico Lewis Hamilton al suo fianco in prima fila. Le due Ferrari sono in terza e sesta posizione, con il tedesco Sebastian Vettel che è stato penalizzato di tre posizioni per aver ostacolato Carlos Sainz durante la Q2. Quarto e quinto sono Max Verstappen e Romain Grosjean, mentre completano la top-10 Daniel Ricciardo, Kevin Magnussen, Carlos Sainz e Nico Hulkenberg (le prime quattro squadre della classifica costruttori si dimostrano tali anche qui in Austria, così come l’ottimo momento della Haas dal Gp di Francia).

1° BOTTAS (MER) 1:03.130 2° HAMILTON (MER) 1:03.149
3° RAIKKONEN (FER) 1:03.660 4° VERSTAPPEN (RBR) 1:03.840
5° GROSJEAN (HAA) 1:03.892 6° VETTEL (FER) 1:03.464 (3 posizioni di penalità per aver ostacolato Sainz in Q2)
7° RICCIARDO (RBR) 1:03.996 8° MAGNUSSEN (HAA) 1:04.051
9° SAINZ (REN) 1:04.725 10° HULKENBERG (REN) 1:05.019
11° OCON (FRI) 1:04.845 12° GASLY (STR) 1:04.874
13° ALONSO (MCL) 1:05.058 14° STROLL (WIL) 1:05.286
15° VANDOORNE (MCL) 1:05.271 16° PEREZ (FRI) 1:05.279
17° SIROTKIN (WIL) 1:05.322 18° LECLERC (SAU) 1:04.979 (5 posizioni di penalità per la sostituzione del cambio)
19° ERICSSON (SAU) 1:05.479 20° HARTLEY (STR) 1:05.366 (35 posizioni di penalità per la sostituzione di varie componenti e partenza dalla pitlane

F1, Gp Austria: l’albo d’oro delle vittorie sul Red Bull Ring
2017 – Valtteri Bottas (Finlandia), Mercedes
2016 – Lewis Hamilton (Regno Unito), Mercedes
2015 – Nico Rosberg, Mercedes
2014 – Nico Rosberg (Germania), Williams-Mercedes
2003 – Michael Schumacher, Ferrari
2002 – Michael Schumacher (Germania), Ferrari
2001 – David Coulthard (Regno Unito), McLaren-Mercedes
2000 – Mika Hakkinen, McLaren-Mercedes
1999 – Eddie Irvine (Regno Unito), Ferrari
1998 – Mika Hakkinen (Finlandia), McLaren-Mercedes
1997 – Jacques Villeneuve (Canada), Williams-Renault

F1, Gp Austria 2018: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta esclusiva sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV. Per gli abbonati di Mediaset Premium è possibile vederlo tramite Sky Sport 1 Vetrina, ai canali 370 e 468 (SD), 380 e 470 (HD) del digitale terrestre.

notizie sul temaF1, Qualifiche Gp Austria 2018: Bottas fa sua la pole. La griglia di partenza completaduring previews for the Formula One Grand Prix of Brazil at Autodromo Jose Carlos Pace on November 9, 2017 in Sao Paulo, Brazil.F1, Gp Austria, mercato piloti tema del giorno. Raikkonen: “Futuro? Non so”, Ricciardo: “Saprete tra qualche settimana”F1 | Pagelle GP Francia: Hamilton strappa la vittoria davanti a Verstappen e Raikkonen, Vettel in rimonta
  •   
  •  
  •  
  •