F1 Gp Germania: Hamilton trionfa, Vettel si ritira per incidente e perde la testa del Mondiale

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

 

Lewis Hamilton – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Lewis Hamilton ha vinto il GP di Germania, undicesimo appuntamento stagionale del Mondiale di Formula 1 2018. Il pilota della Mercedes, autore di una straordinaria rimonta dopo essere partito in 14. posizione, ha preceduto il compagno di squadra Valtteri Bottas e il ferrarista Kimi Raikkonen.
Per l’inglese la gioia è doppia, dal momento che questo successo gli riconsegna la leadership del Mondiale. Il suo rivale per il titolo, l’altro pilota Ferrari Sebastian Vettel, è stato infatti costretto al ritiro a causa di un incidente nel corso del 52° giro, dovuto a un errore sulla pista bagnata da uno scroscio di pioggia che ha animato le fasi conclusive della gara. Alle spalle dei primi 3 chiudono la zona punti Max Verstappen, Nico Hulkenberg, Romain Grosjean, Sergio Perez, Esteban Ocon, Marcus Ericsson e Brendon Hartley.
Ora Hamilton guida la classifica del campionato Piloti con 17 punti di vantaggio su Vettel (188 contro 171).

CLASSIFICA GP DI GERMANIA – 1. L.Hamiton (Mercedes) in 1h32’29”845; 2. V.Bottas (Mercedes) +4”535; 3. K,Raikkonen (Ferrari) +6”732; 4. M.Verstappen (Red Bull-Renault) +7”654; 5. N.Hulkenberg (Renault) +26”609; 6. R.Grosjean (Haas-Ferrari) +28”871; 7. S.Perez (Force India-Mercedes) +30”556; 8. E.Ocon (Force India-Mercedes) +31”750; 9. M.Ericsson (Sauber-Ferrari) +32”362; 10. B.Hartley (Toro Rosso-Honda) +34”197.
CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI – 1. L.Hamilton 188 punti; 2. S.Vettel 171; 3. K.Raikkonen 131; 4. V.Bottas 122; 5. D.Ricciardo 106; 6. M.Verstappen 105; 7. N.Hulkenberg 52; 8. F.Alonso 40; 9. K.Magnussen 39; 10. S.Perez 30.
CLASSIFICA CAMPIONATO COSTRUTTORI – 1. Mercedes 310 punti; 2. Ferrari 302; 3. Red Bull-Renault 211; 4. Renault 80; 5. Force India-Mercedes e Haas-Ferrari 59; 7. Mclaren-Renault 48; 8. Toro Rosso-Honda 20; 9. Sauber-Ferrari 18; 10. Williams-Mercedes 4.

potrebbe interessarti ancheF1 GP Germania live streaming e diretta tv. Dove vedere la gara oggi 22 luglio dalle 15

Arrivo: Hamilton vince davanti a Bottas, Raikkonen e Verstappen. Chiudono la top 10 Hulkenberg, Grosjean, Perez, Ocon, Ericcson e Hartley.
Giro 65
: penalità di 10 secondi per Carlos Sainz. Lo spagnolo della Renault, attualmente 10°, ha effettuato un sorpasso in regime di safety car.
Giro 63
: nuovo giro veloce di Hamilton in 1’15”798. 
Giro 62
: tempi fotocopia tra Bottas e Raikkonen, mentre Hamilton ha quasi 4” di vantaggio e vola verso la vittoria.
Giro 61
: Bottas riesce a tenere Raikkonen a poco più di 1” di distanza, appena fuori dalla zona DRS.
Giro 60
: nuovo giro veloce di Hamilotn: 1’15”745. Bottas deve guardarsi dal ritorno di Raikkonen, che cerca di insidiare la sua seconda posizione.
Giro 59
: Hamilton, respinto l’attacco di Bottas, si invola al comando e fissa il giro veloce in 1’16”596.
Giro 58
: rientra la safety car. Hamilton riprende il comando con Bottas subito in scia. Poco più indietro Raikkonen e Verstappen. Bottas atttacca il compagno di squadra che riesce però a mantenere la posizione. 
Giro 56
: dopo la ripartenza Hamilton, Bottas, Raikkonen e Verstappen potranno darsi battaglia essendo tutti molto vicini. 
Giro 54
: Raikkonen sostituisce le gomme in regime di safety car. Monta ultrasoft e rientra terzo dietro a Bottas. Hamilton nuovo leader della gara.
Giro 53
: Bottas rientra ai box e monta ultrasoft. Raikkonen leader davanti a Hamilton, al finlandese e a Verstappen.
Giro 52
: il tatto di pista più bagnato è il primo. Raikkonen è in scia a Bottas e cerca di riprendersi la seconda posizione. Vettel spinge troppo e va a sbattere, dovendo ritirarsi dalla gara. Safety car in pista.
Giro 51
: Bottas passa Raikkonen e si prende la seconda posizione, dopo che i due si erano trovati davanti un nugolo di doppiati, in difficoltà con gomme slick sull’asfalto bagnato.
Giro 50
: Verstappen, insieme ad altri piloti che avevano cambiato gli penumatici, rientra ai box e rimonta gomme da asciutto, di tipologia ultrasoft. Continua a piovere a tratti, ma la pista non si bagna.
Giro 47
: Ferrari e Mercedes non cambiano le gomme, con Hamilton velocissimo che si sta avvicinando al trio di testa.
Giro 46
: Verstappen monta gomme intermedie, ma la pista non sembra ancora così bagnata per questo tipo di coperture.
Giro 45
: comincia a piovere nel tratto della curva 6.
Giro 43
: Hamilton rientra ai box e monta gomme ultra-soft. Rientra in pista al 5° posto, staccato di 12” da Max Verstappen.
Giro 42
: Bottas è in scia a Hamilton, che non ha ancora effettuato la sua sosta ai box. Si ripropone una situazione simile a quella vissuta in Ferrari fino a pochi giri fa.
Giro 41
: Vettel, liberatosi di Raikkonen, ha portato subito a 2” il margine sul compagno di squadra.
Giro 40
: tutti i team stanno informando i piloti che a breve dovrebbe cominciare a piovere.
Giro 39
: arriva lo scambio di posizioni al vertice, con Raikkonen che cede la strada a Vettel. Il tedesco torna al comando.
Giro 38
: Vettel sembra più veloce di Raikkonen, ma al momento dal box Ferrari non arrivano ordini di scuderia. 
Giro 34
: Hamilton, che non ha ancora sostituito gli pneumatici, gira su ottimi tempi e mantiene il ritmo delle Ferrari. E’ prevista pioggia a breve, un evento che permetterebbe all’inglese di rientrare in piena corsa per la vittoria. 
Giro 33
: i ferraristi continuano a condurre il Gp di Germania separati da poco più di 1 secondo. 
Giro 32
: alle spalle dei primi 5. la top 10 è completata da Magnussen, Hulkenberg, Grosjean, Perez ed Ericsson.
Giro 31
: giro veloce di Bottas in 1’16”956. Raikkonen è sempre al comando, ma essendosi fermato molto presto rispetto ai rivali, dovrà probabilmente effettuare una seconda sosta ai box nel corso della gara.
Giro 30
: rientra ai box Verstappen, che monta le soft e rientra 5°, alle spalle di Bottas. Raikkonen passa in testa alla gara, con Vettel a un secondo.
Giro 29
: Pit stop di Bottas che monta le soft e rientra 5°, dietro a Hamilton. Ritiro per Ricciardo, fermo a bordo pista per problemi tecnici.
Giro 27
: Bottas ha 5”8 su Verstappen, quindi Raikkonen a 2”2 dall’olandese, seguito da Vettel a 1”5, mentre Hamilton si trova a 3 secondi dal tedesco.
Giro 26
: pit stop per Vettel, che monta le soft e rientra in 4. posizione, dietro a Raikkonen e davanti a Hamilton. Bottas prende così momentaneamente la leadership del GP di Germania.
Giro 25
: Vettel sempre leader davanti a Bottas, poi Verstappen, Raikkonen, Hamilton e Ricciardo.
Giro 24
: nelle retrovie, Hulkenberg, Perez e Grosjean, dopo aver effettuato il pit-stop, sono coinvolti in spettacolari bagarre con le Williams e le Toro Rosso. 
Giro 23
: Raikkonen è a 7”5 da Verstappen ed è virtualmente in 2. posizione, che erediterà al momento delle soste dell’olandese e di Bottas. 
Giro 22
: Raikkonen continua a inanellare giri velocissimi, portandosi dietro Hamilton, staccato di 3”5 dal ferrarista. 
Giro 21
: Vettel mantiene 4”7 di vantaggio su Bottas, Terzo Verstappen, staccato di 6” dal finlandese della Mercedes.
Giro 20
: Ricciardo 11° dopo aver passato Leclerc.
Giro 17
:  giro veloce di Raikkonen in 1’17”581. Ricciardo è 13° e non riesce a liberarsi di Alonso e Leclerc, in lotta tra loro. 
Giro 15
: pit-stop di Raikkonen. Il finlandese monta le soft e rientra in pista al 4° posto, proprio davanti a Hamilton. 
Giro 14
: Hamilton 5° dopo aver passato Magnussen.
Giro 13
: bella lotta per la 9. posizione tra Grosjean e Sainz.
Giro 12
: Bottas si porta a 3”5 da Vettel. Dopo 2”4 c’è Raikkonene, seguito da Verstappen, staccato di 1”4. 
Giro 11
: Hamilton infila anche Hulkenberg e si porta al 6° posto.
Giro 10
: Ricciardo 13° dopo aver scavalcato Ocon. Vettel conduce con 3”8 su Bottas.
Giro 9
: Hamilton passa anche Perez ed è 7°, nello stesso momento Ricciardo porta via la 14. posizione a Ericsson.
Giro 8
: anche l’inglese scavalca Grosjean e si porta in 8.posizione, mentre Ricciardo è 15°. Davanti, Vettel a 3”4 su Bottas. 
Giro 7
: Perez scavalca Grosjean al tornantino e si porta in 7. posizione, con Hamilton dietro i due ad aspettare gli eventi.
Giro 6
: Hamilton passa Sainz ed è 9°. 
Giro 5
: Hamilton è 10°, mentre Ricciardo è 16°. 
Giro 4
: Vettel si invola in testa alla gara, posizioni invariate.
Semaforo verde
! Vettel mantiene il comando davanti a Bottas, Raikkonen difende il 3° posto dagli attacchi di Verstappen.

Le vetture sono schierate sulla griglia di partenza. Pierre Gasly, pilota Toro Rosso, scatterà dal fondo della griglia, avanza così in 19. posizione Daniel Ricciardo.

Aperta la pit-lane. Le vetture stanno lasciando i box per raggiungere la griglia di partenza. Mancano 30 minuti alla partenza del GP di Germania.

potrebbe interessarti ancheF1, Qualifiche Gp Germania 2018: Vettel ottiene la 55ª pole in carriera. La griglia di partenza completa

Amici di SuperNews, benvenuti alla diretta scritta del GP di Germania, undicesimo appuntamento stagionale del Mondiale F1 2018. Mancano 3 ore e 40 minuti al via della gara, prevista per le 15:10. Ripercorriamo la griglia di partenza.

Fila 1: 1. S.Vettel (Ferrari) 1’11”212/2. V.Bottas (Mercedes) +0”204
Fila 2: 3. K.Raikkonen (Ferrari) +0”335/4. M.Verstappen (Red Bull-Renault) +0”610
Fila 3: 5. K.Magnussen (Haas-Ferrari) +0”988/6. R.Grosjean (Haas-Ferrari) +1”332
Fila 4: 7. N.Hulkenberg (Renault) +1”348/8. C.Sainz (Renault) +1”480
Fila 5: 9. C.Leclerc (Sauber-Ferrari) +1”505/10. S.Perez (Force India-Mercedes) +1”562
Fila 6: 11. F.Alonso (Mclaren-Renault)/12. S.Sirotkin (Williams-Mercedes)
Fila 7: 13. M.Ericsson (Sauber-Ferrari)/14. L.Hamilton (Mercedes)
Fila 8: 15. E.Ocon (Force India-Mercdes)/16. P.Gasly (Toro Rosso-Honda)
Fila 9: 17. B.Hartley (Toro Rosso-Honda)/18. L.Stroll (Williams-Mercedes)
Fila 10: 19. S.Vandoorne (Mclaren-Renault)/20. D.Ricciardo (Red Bull-Renault)

Undicesimo appuntamento stagionale per il Mondiale di Formula 1 2018. Dopo un anno di assenza dal calendario iridato, si torna a disputare il Gp di Germania. Teatro dell’evento, il circuito di Hockenheim. La pista tedesca, che in passato presentava dei lunghissimi rettilinei e permetteva di raggiungere velocità di punta davvero notevoli, nel 2002 è stata completamente rivisitata e accorciata. Ora è un tracciato molto tecnico e tortuoso, ricco di curve in rapida successione, che misura 4,574 km. Per portare a termine il Gran Premio i piloti dovranno percorrere 67 giri, per una distanza di gara complessiva di 306,458 km.
Sebastian Vettel, vincitore dell’ultimo Gp disputato a Silverstone 15 giorni fa, si presenta alla gara di casa in testa al Mondiale deciso a ottenere un altro successo per consolidare il suo primato in classifica. Le cose, per il ferrarista, si sono messe subito bene in qualifica, dove il tedesco ha ottenuto una strepitosa pole position, fermando i cronometri sul tempo di 1’11”212. Il suo diretto rivale per il titolo, Lewis Hamilton, che lo insegue in campionato con un ritardo di 8 punti (171 contro 163), deve invece affrontare una gara decisamente in salita. A causa di un problema al servosterzo della sua Mercedes, accusato al termine della Q1, il pilota inglese è rimasto fermo in pista e dovrà scattare solamente in settima fila, dalla 14. casella della griglia. Un vantaggio enorme per Vettel, che può quindi approfittare delle disavventure dell’avversario per mettere altro fieno in cascina nella corsa all’alloro iridato.
Al fianco del ferrarista, in prima fila, scatterà l’altra Mercedes, quella di Valtteri Bottas, fresco di conferma per il prossimo anno con il team Campione del Mondo, staccato di 0”204 dal tempo del poleman. In seconda fila troviamo la seconda Ferrari di Kimi Raikkonen, terzo a 0”335 dal compagno di squadra e la Red Bull di Max Verstappen, che paga però oltre 6 decimi da Vettel. La seconda vettura del team austriaco, quella affidata a Daniel Ricciardo, scatterà invece dal fondo della griglia per aver dovuto sostituire alcune componenti della power unit Renault prima della qualifica. I problemi dell’australiano e di Hamilton hanno permesso alle due Haas di Magnussen e Grosjean e alle due Renault di Hulkenberg e Sainz di monopolizzare rispettivamente la terza e la quarta fila dello schieramento, con il sempre più sorprendente Leclerc (Sauber) e Sergio Perez (Force India) a chiudere la top 10.
Si preannuncia un’altra gara mozzafiato. Vettel, come già detto, deve assolutamente approfittare delle disgrazie di Hamilton per aumentare il proprio margine in campionato mentre l’inglese è chiamato a ottenere il miglior risultato possibile per limitare i danni, cercando un’altra strepitosa rimonta dopo quella di Silverstone in seguito al contatto al via con Raikkonen. Sarà interessante seguire il recupero anche di Ricciardo, sempre in grado di regalare spettacolo in fase di sorpasso, mentre Bottas dovrà cercare di vincere la gara per togliere punti al ferrarista nella corsa al titolo, con dietro Raikkonen e Verstappen pronti a inserirsi nella lotta per il successo. Non ci resta che seguire questa gara e vedere cosa succederà in pista, l’opportunità per divertirsi non manca di certo.

notizie sul temaF1, Gp Germania, Vettel “padrone di casa” suona la carica: “Sarà lotta serrata. Kimi? Contento di lui”LE MANS, FRANCE - MAY 18: Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team greets the fans and heads down a straight during the MotoGp of France - Free Practice on May 18, 2018 in Le Mans, France. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)MotoGP Germania, Marquez stravince al Sachsenring (VIDEO e highlights della gara). Sul podio Rossi e VinalesMotoGP Germania streaming gratis e diretta TV. Dove vedere la gara oggi 15/7 dalle 14
  •   
  •  
  •  
  •