MotoGp: Marc Marquez vince il Gp di Assen ed è sempre più leader del Mondiale

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

Marc Marquez ha vinto il Gp di Assen, in Olanda, ottavo appuntamento stagionale del Mondiale MotoGP. Il pilota della Honda ha preceduto la Suzuki di Alex Rins e la Yamaha di Maverick Vinales, rispettivamente 2° e 3° al traguardo. Quarta posizione per la Ducati di Andrea Dovizioso, mentre Valentino Rossi, con la seconda Yamaha è 5° al traguardo. I due italiani, in lotta per la seconda posizione al penultimo giro, si sono danneggiati reciprocamente finendo lunghi alla staccata di curva 1 e hanno perso l’opportunità di agguantare il podio.
La gara è stata mozzafiato, con un gruppo compatto di piloti che si è dato battaglia per l’intera durata della corsa. Negli ultimi giri Marquez è riucito ad allungare quel tanto che bastava per mettersi al sicuro dagli attacchi dei rivali, conquistando la vittoria. Chiudono la top 10, nell’ordine, Crutchlow, Lorenzo, solo 7° dopo aver comandato a lungo la gara, Zarco, Bautista e Jack Miller.
Con questo successo, il pilota di Cervera allunga il suo gap sui rivali in testa al campionato Piloti. Ora vanta 140 punti, ben 41 punti in più di Valentino Rossi, suo diretto inseguitore in classifica.

CLASSIFICA GP ASSEN – 1. M.Marquez (Honda); 2. A.Rins (Suzuki); 3. M.Vinales (Yamaha); 4. A.Dovizioso (Ducati); 5. V.Rossi (Yamaha); 6. C.Crutchlow (Honda); 7. J.Lorenzo (Ducati); 8. J.Zarco (Yamaha); 9. A.Bautista (Ducati); 10. J.Miller (Ducati).
CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI – 1. M.Marquez 140 punti; 2. V.Rossi 99; 3. M.Vinales 93; 4. J.Zarco 81; 5. A.Dovizioso e C.Crutchlow 79; 7. J.Lorenzo 75; 8. D.Petrucci e A. Iannone 71; 10. J.Miller 55.
PROSSIMO GP – 15 luglio Germania (Sachsenring)

Bandiera a scacchi!  Marquez vince la gara in solitaria. Rins è 2°, poi Vinales, Dovizioso, Rossi e Crutchlow. Chiudono la top 10 Lorenzo, Zarco, Bautista e Iannone.
Giro 25
– Marquez se ne va e vola verso la vittoria. Rossi retrocede in 6.posizione dopo un lungo nel tentativo di passare Dovizioso. Ne approfittano Vinales e Rins, 2° e 3° davanti al forlivese.
Giro 24
– Marquez sta provando ad allungare e aumenta leggermente il suo gap sugli avversari. 2° è sempre Dovizioso, poi Rossi, Vinales, Rins e Crutchlow. La lotta per la vittoria è ristretta a questi 6 piloti. 
Giro 23
– Rossi passa Vinales e si riporta in 3. posizione.
Giro 22
– Marquez torna al comando ripassando Dovizioso. Vinales è 3°, davanti a Rossi, Rins e Crutchlow chei si sono riaccodati al gruppo di testa. 
Giro 21
– Marquez e Vinales finiscono entrambi lunghi in frenata e lasciano il comando a Dovizioso.
Giro 20
– Marquez si riporta al comando passando Vinales. Dietro di loro Dovizioso e Rossi. I primi 4 stanno allungando sui rivali. 
Giro 19
– Vinales al comando dopo aver passato Marquez e Dovizioso. Rossi è 4°, mentre Lorenzo sembra in difficoltà e ha dovuto cedere anche la 5. posizione a Rins.
Giro 18
– Marquez, Vinales e Rossi passano Lorenzo, che retrocede in 5. posizione.
Giro 17
– Dovizioso sempre in testa mentre Lorenzo si riprende la 2.posizione ai danni di Marquez. 
Giro 16
– Rossi passa Rins e Vinales e risale in 4. posizione.
Giro 15
– Dovizioso e Marquez scavalcano Lorenzo  e sono 1° e 2°. Seguono Vinales, Rins, Rossi, Crutchlow e Zarco.
Giro 14
– Dovizioso al 2° posto dopo aver passato Rins, che deve cedere il passo anche a Marquez. Il pilota Suzuki è 4° davanti a Rossi. 
Giro 13
– Lorenzo sempre al comando, davanti a Rins, Dovizioso, Marquez e Vinales. Rossi ha commesso un errore ed è 6°, davanti a Zarco e Crutchlow. 
Giro 12
– Rossi 4° dopo aver passato Dovizioso. Rins è 2° dopo aver passato  Marquez, toccato dal pilota Suzuki e riuscito a salvarsi da una caduta sicura. Il pilota Honda retrocede però in 4. posizione.
Giro 11
– Rins passa nuovamente Dovizioso e si riprende il 3° posto. Zarco supera Vinales ed è 6°.
Giro 10
– Zarco passa Crutchlow e si porta al 7° posto. Dovizioso si riprende la 3. posizione su Rins. 
Giro 9
– Rins 3° dopo aver scavalcato Dovizioso. Al Gruppo di Testa si è aggiunto anche Zarco, quindi ora abbiamo 8 piloti in lotta per la vittoria tutti molto vicini tra loro.
Giro 8
– Marquez ripassa Dovizioso ed è 2°. Rins 4° dopo aver scavalcato Rossi. 
Giro 7
– Dovizioso e Marquez passano Rossi e sono 2° e 3°. Vinales passa Crutchlow e si porta in 6. posizione.
Giro 6
– Gruppo compatto di 7 piloti al comando della gara. Lorenzo al comando, davanti a Rossi, Marquez, Dovizioso, Rins, Crutchlow e Vinales.
Giro 5
– Leggero contatto tra Lorenzo e Rossi che continuano comunque regolarmente la propria gara. 
Giro 4
– Lorenzo e Rossi passano Marquez e sono rispettivamente 1° e 2°. Dietro Dovizioso, mentre Rins ha passato Crutchlow e si è portato in 5. posizione,
Giro 3
– Marquez continua a guidare il gruppo ancora compatto, davanti a Lorenzo e Rossi .
Giro 2
– Lorenzo infila Marquez al termine del primo giro e si porta in testa, ma successivamente il pilota Honda si riprende il comando. Terzo è Rossi, davanti a Dovizioso e Crutchlow.
Semaforo verde
! Marquez sfrutta bene la sua pole davanti a Lorenzo, autore di una fantastica partenza e Dovizioso.

potrebbe interessarti ancheMotoGP: Marc Marquez vola, il mondiale è già finito?

E’ iniziato il giro di ricognizione.

10 minuti al semaforo verde. Tutte le moto sono regolarmente schierate sulla griglia di partenza.

Aperta la pit lane. I piloti stanno lasciando i box per raggiungere la griglia di partenza. Mancano 30 minuti alla partenza della gara.

Gran Premio d’Olanda, ottavo appuntamento stagionale del Mondiale MotoGP. Mancano due ore alla partenza della gara. In attesa del semaforo verde, vi riproponiamo la griglia di partenza.

potrebbe interessarti ancheDove vedere MotoGP Assen streaming gratis e diretta TV, oggi 1 luglio

Fila 1: 1. M.Marquez (Honda) 1’32”791/2. C.Crutchlow (Honda) +0”041/3. V.Rossi (Yamaha) +0”059
Fila 2: 4. A.Dovizioso (Ducati) +0”079/5. A.Rins (Suzuki) +0”142/6. M.Vinales (Yamaha) +0”193
Fila 3: 7. A.Espargaro (Aprilia) +0”238/8. J.Zarco (Yamaha) 0”281/9. A.Iannone (Suzuki) +0”329
Fila 4: 10. J.Lorenzo (Ducati) +0”376/11. D.Petrucci (Ducati) +0”501/12. A.Bautista (Ducati) +1”224
Fila 5: 13. T.Nakagami (Honda)/14. T.Rabat (Ducati)/15. H.Syarinh (Yamaha)
Fila 6: 16. J.Miller (Ducati)/17. S.Redding (Aprilia)/18. D.Pedrosa (Honda)
Fila 7: 19. K.Abraham (Ducati)/20. B.Smith (KTM)/21. P.Espargaro (KTM)
Fila 8: 22. T.Luthi (Honda)/23. X.Simeon (Ducati

Ottavo appuntamento stagionale per il Mondiale MotoGP. Si disputa sulla pista di Assen il Gran Premio d’Olanda. Il tracciato misura esattamente 4,500 km, che i piloti dovranno percorrere 26 volte per una distanza di gara complessiva di 117 km.
Jorge Lorenzo arriva a questa gara sull’onda dell’entusiasmo dopo le due vittorie consecutive ottenute negli ultimi Gran Premi in Italia e in Catalogna. Questa corsa comincia però in salita per il maiorchino della Ducati, che scatterà solo in quarta fila dalla 10. posizione della griglia. La pole, dopo qualifiche molto tirate che hanno visto i primi 11 racchiusi in mezzo secondo, se l’è aggiudicata il leader del Mondiale Piloti Marc Marquez con la Honda, che ha fermato i cronometri sul tempo di 1’32”791. Accanto a lui in prima fila la Honda LCR di Cal Crutchlow e la Yamaha di Valentino Rossi, staccati di soli 41 e 59 millesimi dal pilota di Cervera. La prima Ducati la troviamo in seconda fila ed è quella di Andrea Dovizioso, autore del quarto tempo a 79 millesimi da Marquez. Accanto a lui partiranno la Suzuki di Alex Rins e l’altra Yamaha di Maverick Vinales, rispettivamente 5° e 6° sulla griglia.

Ottimo settimo tempo e terza fila per l’Aprilia di Aleix Espargaro, seguito dalla Yamaha Monster di Johann Zarco e dalla seconda Suzuki affidata ad Andrea Iannone. In quarta fila, alle spalle del già citato Lorenzo, troviamo altre due Ducati: quella del team Pramac di Danilo Petrucci e quella del team Angel Nieto di Alvaro Bautista, comunque bravo ad entrare in Q2. Scorrendo il resto della griglia, spicca in negativo la prestazione di Dani Pedrosa, secondo pilota ufficiale Honda, solo 18° e lontano anche dall’ingresso in Q2. Non sarà della partita il nostro Franco Morbidelli (Honda Marc VDS), che ha subito la frattura di una mano a causa di una caduta nel corso della FP3 disputata ieri mattina.
Ci sono tutti i presupposti per assistere a una gara entusiasmante. I primi sembrano essere tutti molto vicini in quanto a prestazioni assolute e, cosa ancor più importante per il bene del campionato, tranne la KTM ogni Casa è riuscita a piazzare in Q2 almeno una moto. Ne vedremo sicuramente delle belle al momento del semaforo verde!

notizie sul temaLE MANS, FRANCE - MAY 18: Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team greets the fans and heads down a straight during the MotoGp of France - Free Practice on May 18, 2018 in Le Mans, France. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)MotoGP, Qualifiche GP Olanda: Marquez precede Crutchlow e Rossimotogp assenMotoGp Assen, risultati delle qualifiche: Rossi torna in Pole Position, 8° Lorenzo.Video Highlights MotoGP Assen 2017: che trionfo per Valentino Rossi
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: