Mondiali Ciclismo, Alejandro Valverde trionfa a Innsbruck su Bardet e Woods. Moscon quinto

Pubblicato il autore: alex83 Segui

Alejandro Valverde – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews


LIVE MONDIALI CICLISMO DIRETTA GARA MASCHILE. CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

Mondiali Ciclismo 2018. Fantastica vittoria di Alejandro Valverde. A 38 anni, lo spagnolo corona il sogno di una carriera e si impone a Innsbruck allo sprint su Bardet e Woods. Quarto Dumoulin. Quinto l’azzurro Moscon. Fuori dalla contesa Vincenzo Nibali, uscito dal gruppo dei migliori a 30km dal traguardo.

Live Mondiali Ciclismo, il racconto della gara di Innsbruck

16.38: TRIONFA ALEJANDRO VALVERDE. Lo spagnolo si impone su Bardet e Woods. A 38 anni, vittoria incredibile per lo spagnolo che si lascia andare alle lacrime al traguardo.

16.35: Dumoulin rientra sui 3 di testa. Ci siamo sprint a 4 per il titolo

16.32: Bardet, Valverde e Woods ancora avanti a 3km dall’arrivo.  Attenzione a Dumoulin che prova a rientrare.

16.27: Moscon si stacca sul terribile strappo di Gramartboden. Un terzetto al comando: Valverde, Bardet e Woods. Vedremo se l’azzurro riuscirà a rientrare.

16.24: Sono in 4 davani a 9 km dal termine: Valverde, Moscon, Bardet e Woods. Si stacca Alaphilippe. Dumoulin prova a rientrare sui quattro.

16.20: Pinot e Alaphilippe a fare l’andatura per riprendere Valgren, la cui fuga è destinata a concludersi. Anche Moscon e Valverde nel gruppo dei migliori.

16.15: Valgren ha accumulato 30″ sul gruppo a 11 km dall’arrivo

16.11: Comincia la discesa di Igls. Davanti c’è il danese Valgren. Ad inseguirlo il gruppo  con Roglic particolarmente attivo in discesa

16.05: Ripresi Laengen e Asgreen. I due si stringono la mano prima di essere risucchiati dal Gruppo di nuovo compatto a 22 dal termine con la salita di Igls quasi terminata.

16.03: SI STACCA VINCENZO NIBALI. Lo Squalo attardato sulla salita di Igls. Difficile rientrare per l’azzurro.

16.00: La fuga di Laengen e Asgreen si sta per concludere. I due hanno appena 30″ di vantaggio sul gruppo guidato dagli azzurri con Pozzovivo a fare l’andatura.

15.52: Ventotto km all’arrivo.
Situazione invariata. Laengen e Asgreen avanti di 2 minuti si apprestano ad affrontare per l’ultima volta la salita di Igls.

potrebbe interessarti ancheCiclismo, 10.a tappa Giro d’Italia Ravenna-Modena: frazione senza GPM dedicata ai velocisti

15.37: I corridori stanno percorrendo la discesa di Igls. -37 all’arrivo. Avanti Laengen e Asgreen. Gruppo a 2.30. Corsa nel vivo. Fuori dalla contesa Sagan, Yates e Kwiatkowski. Nibali e Moscon saldamente in gruppo.

15.33: Davanti sono rimasti solo 2 fuggitivi: Vegard Stake Laengen (Norvegia), Kasper Asgreen (Danimarca). Il gruppo sta rientrando ed è a 2 minuti e mezzo a 40 dall’arrivo.

15.25: Perdono contatto Yates e Kwiatkowski sulla penultima salita di Igls. Finita la fuga di Van Avermaet. Avanti rimangono i soliti 4. Gruppo a 3 minuti guidato dagli azzurri.

15.15; Attacco di Van Avermaet.
Con il belga altri 2 corridori , l’azzurro Caruso e lo spagnolo Fraille. I tre hanno accumulato circa 30 secondi dal gruppone. Ancora avanti i 4 fuggitivi che hanno 3.30 da Van Avermaet e oltre 4′ dal gruppo con gli altri favoriti nel quale è segnalato in difficoltà Yates

15.05: 55 km all’arrivo. In 4 in testa ma il gruppo è sempre più vicino a 5 minuti.

14.45: Sono rimasti in 4 i fuggitivi al comando della corsa: Vegard Stake Laengen (Norvegia), Jacques Janse Van Rensburg (Sudafrica), Kasper Asgreen (Danimarca), Rob Britton (Canada). 70 km all’arrivo.  Azzurri tutti in gruppo.

14.30: Questo il gruppo al comando a 75km dall’arrivo con 7′ di vantaggio: Michael Kukrle (Repubblica Ceca), Jacques Janse Van Rensburg (Sudafrica), Ilia Koshevoy (Bielorussia), Vegard Stake Laengen (Norvegia), Daniil Fominykh (Kazakistan), Kasper Asgreen (Danimarca), Rob Britton (Canada) e Tobias Ludvigsson (Svezia)

14.15; La corsa si sta animando a 85 km dalla conclusione. Il gruppo dei fuggitivi si è assottigliato a 8 corridori. Il gruppo sta recuperando ed è a 7 minuti, uno svantaggio destinato a diminuire ancora. In difficoltà il campione in carica Sagan. Troppo duro il percorso di Innsbruck per il fuoriclasse slovacco che si stacca dal gruppo degli inseguitori.

13.15: Scende a 15 minuti il vantaggio dei 12 fuggitivi quando mancano 125 km all’arrivo.

12.55: Anche Vincenzo Nibali si era leggermente staccato ma è immediatamente rientrato in gruppo.

12.50: Nel gruppo degli inseguitori si è staccato leggermente Dumoulin sulla salita di Igls

12.45: Nessuna novità. A 150 km dall’arrivo ancora avanti gli fuggitivi con vantaggio di più di un quarto d’ora

12.20: Prosegue la fuga dei fuggitivi. Il vantaggio sul gruppo si è comunque assottigliato a 17 minuti. Mancano 160 km al traguardo

11.30: E’ scattata la prima fuga della corsa. Michael Kukrle (Repubblica Ceca), Laurent Didier (Lussemburgo), Jacques Janse Van Rensburg (Sudafrica), Ilia Koshevoy (Bielorussia), Vegard Stake Laengen (Norvegia), Ryan Mullen e Conor Dunne (Irlanda), Daniil Fominykh (Kazakistan), Kasper Asgreen (Danimarca), Rob Britton (Canada) e Tobias Ludvigsson (Svezia), questo il gruppo dei fuggitivi che ha accumulato un vantaggio di addirittura 20 minuti sul resto dei concorrenti.  C’è una distanza di 8 km tra i due gruppi. Vedremo quando i favoriti si metteranno a tirare per assottigliare il gap

09.45: Partita la gara maschile dei Mondiali di Ciclismo di Innsbruck. L’arrivo è previsto alle 16.45. In gara 188 corridori.

07.00: La partenza della prova maschile dei Mondiali di Ciclismo è prevista alle 9.30 circa. A seguire i primi aggiornamenti dal percorso.

Cala il sipario sul Mondiale di Ciclismo 2018, con la disputa dell’ ultima prova, la più attesa dell’ intera manifestazione. Si corre oggi la prova in linea uomini elite, ovvero la gara che assegna il titolo iridato tra i professionisti. Campione uscente, lo slovacco Peter Sagan, detentore della maglia arcobaleno da ben tre anni consecutivi. Per il corridore della Bora-Hansrohe questa volta non sarà così semplice confermarsi ancora sul tetto del mondo. Il percorso di questo Mondiale è stato definito dagli addetti ai lavori il più duro di sempre.

Diretta Mondiali Ciclismo Innsbruck, Percorso gara maschile

La distanza di gara complessiva è di 265 km. Si parte da Kufstein per percorrere un primo tratto in linea di circa 80 km. In questa prima fase di gara bisognerà affrontare già una asperità impegnativa come lo Gnadenwald. Arrivati a Innsbruck si comincia a percorrere il circuito conclusivo, che misura una ventina di km. Sei le tornate in programma, con altrettante scalate sulla salita di Igls, la cui vetta è posta oltre i 1000 mt di altitudine. Nel corso dell’ ultimo giro, dopo questa ascesa, i corridori dovranno affrontare anche il temibile Holl, una scalata che presenta anche tratti di pendenza al 28%. Arrivati in vetta a questa infernale salita mancheranno 15 km al traguardo. La parte conclusiva è quasi esclusivamente in discesa, quindi è sulle terribili pendenze dell’ Holl che potrebbe decidersi la gara.

Live Mondiali Ciclismo 2018, Favoriti gara maschile

Il lotto dei favoriti è ampio, dal momento che su un percorso simile sarà molto difficile per ogni Nazionale tenere sotto controllo la corsa. Premesso che non si può mai dare per spacciato in partenza Peter Sagan, capace di qualsiasi cosa su ogni tipo di percorso, i pronostici non vertono certo sul tre volte Campione del Mondo. Molto quotati sono i due francesi Julian Alaphilippe e Romain Bardet, mentre per lo spagnolo Alejandro Valverde potrebbe essere l’ occasione di coronare una carriera straordinaria conquistando la maglia iridata. Attenzione anche alla Gran Bretagna, che annovera tra le sue fila i gemelli Adam e Simon Yates, quest’ ultimo trionfatore all’ ultima Vuelta di Spagna. L’ Olanda punta su Tom Dumoulin e Steven Kruijswijk. Attenzione alla Colombia, che ha davanti a se un’ occasione forse irripetibile per portare il Mondiale in Sudamerica. Nairo Quintana, Miguel Angel Lopez e Rigoberto Uran possono senza dubbio dire la loro su un percorso duro come quello odierno. Tra i possibili outsider, vanno inseriti gli sloveni Primoz Roglic e Matej Mohoric. Coppia di punte insidiosa anche per la Polonia. Rafal Majka e Michal Kwiatkowski potrebbero essere grandi protagonisti su un tracciato che si addice alle loro caratteristiche.

E l’ Italia? La nostra Nazionale affida le sue speranze di successo a Vincenzo Nibali. Il siciliano non è però al massimo della condizione dopo la caduta con annessa frattura di una vertebra avvenuta al Tour De France sulla salita dell’ Alpe d’Huez. Questo inconveniente ha messo a repentaglio la partecipazione del corridore della Bahrain-Merida a questo Mondiale. Una soluzione di riserva se Nibali non riuscisse a tenere il passo dei migliori potrebbe essere quella di Gianni Moscon, tra l’altro residente a Innsbruck e quindi ottimo conoscitore del percorso.

notizie sul temaGiro d’Italia: a L’Aquila vince Pello Bilbao dopo una tappa frenetica, Conti conserva la maglia rosaCiclismo, Giro d’Italia: 7.a tappa Vasto-L’Aquila dove il 100° km dal traguardo è dedicato a Save the ChildrenCiclismo, Giro d’Italia 6.a tappa Cassino-S.Giovanni Rotondo: tappa dedicata ai grandi del ciclismo
  •   
  •  
  •  
  •