F1, GP Giappone 2018: Hamilton domina e si avvicina al 5° Mondiale. Vettel delude ancora (Video Highlights)

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui
GP Giappone

Lewis Hamilton – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Lewis Hamilton vince anche il GP Giappone e si avvicina sempre di più al quinto alloro iridato. Il britannico precede tutti sotto la bandiera a scacchi, portando a casa la quarta vittoria consecutiva (nona in stagione, settantunesima della carriera), con 13 secondi sul compagno di squadra Valtteri Bottas e 14 su Max Verstappen. Ottima rimonta di Daniel Ricciardo, che chiude quarto, davanti ad un Kimi Raikkonen piuttosto in ombra.

Ancora note dolenti per Sebastian Vettel, che si tocca con l’olandese della Red Bull all’ottavo giro (tentando di passarlo alla Spoon Curve) e sciupa l’ottima partenza (prendendosi come contentino il giro più veloce della gara), alzando praticamente bandiera bianca per il Mondiale. Chiudono la top-10 Sergio Pérez con la prima Force India, Romain Grosjean (Haas), Esteban Ocon con l’altra Force India e Carlos Sainz (Renault).

La classifica piloti ora recita: Hamilton 331, Vettel 264; al britannico basterebbe un’altra vittoria per chiudere la questione titolo già negli USA, con tre gare d’anticipo. Nei costruttori, invece, le Frecce d’Argento salgono a quota 538 punti, contro i 460 della Rossa di Maranello.

DIRETTA F1 GP GIAPPONE. CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

GP GIAPPONE 2018, 53 giri
Circuito di Suzuka, diciassettesima prova del Mondiale di F1

BANDIERA A SCACCHI! Il britannico della Mercedes vince il GP Giappone, con 13 secondi su Bottas e 14 su Verstappen. Quarto Ricciardo, quinto Raikkonen e sesto Vettel, che si prende la “consolazione” del giro più veloce

potrebbe interessarti ancheSei Ore di Roma 2018: vincono i fratelli Adrian e Manuel Zumstein. Enrico Bettera fa sua la Endurance 2.0.


Giro 53/53 –
Ultimo giro
Giro 52/53 –
Altro giro più veloce per Hamilton
Giro 51/53 –
Sainz passa Gasly ed entra in zona punti. Tre giri al termine
Giro 50/53 –
Il finlandese della Mercedes mette un margine di sicurezza sul rampante olandese


Giro 48/53 –
Primi dieci del GP Giappone: HAM-BOT-VER-RIC-RAI-VET-PER-OCO-GRO-OCO-GAS. Bottas va lungo alla Chicane
Giro 45/53 –
Giro più veloce del britannico. Grand Chelem in vista
Giro 44/53 –
Dieci giri alla fine: Hamilton veleggia mentre Bottas deve stare attento a Verstappen
Giro 42/53 –
Termina la VSC
Giro 41/53 –
Il monegasco finisce largo ed è costretto al ritiro.  Viene attivata la Virtual Safety Car


Giro 40/53 –
Bottas perde molto terreno e Verstappen è lì vicino
Giro 37/53 –
Leclerc costretto ad un secondo pit-stop e finisce in fondo al gruppo
Giro 36/53 –
Hamilton continua a veleggiare in testa, con quasi sei secondi su Bottas, quasi 11 su Verstappen. Vettel è 6° ma ora ha circa 40 secondi da Raikkonen
Giro 35/53 –
Giro più veloce della gara per il tedesco della Ferrari
Giro 33/53 –
Il francese della Force India supera il monegasco della Sauber per la decima posizione. Vettel passa anche Pérez
Giro 32/53 –
Il tedesco passa Ocon al Triangolo e poi passa anche Leclerc. Ora è 9°
Giro 31/53 –
Vettel passa sia Ericsson che Hulkenberg. Davanti Hamilton guida su Bottas, Verstappen, Ricciardo e Raikkonen
Giro 29/53 –
Il tedesco sorpassa Sirotkin alla Spoon Curve. Leclerc passa Hulkenberg alla Chicane e lo passa anche Pérez
Giro 27/53 – Si ferma anche Vettel, che monta gomme soft
Giro 26/53 –
Siamo all’incirca a metà gara. Giro più veloce del finlandese della Mercedes; primi dieci del GP Giappone: HAM-BOT-VER-RIC-RAI-GRO-GAS-OCO-SAI-VET
Giro 25/53 –
Si ferma anche Hamilton: gomme medie anche per lui
Giro 24/53 –
Pit stop anche per Bottas e Ricciardo, entrambi montano le medie. Giro più veloce dell’olandese
Giro 23/53 –
Un giro fu si è fermato Verstappen, montando gomme soft (banda gialla)
Giro 21/53 –
Hamilton ritocca il giro più veloce della gara. Il finlandese della Ferrari passa Pérez ed ora è 7°
Giro 18/53 –
Il britannico ha 3.9 secondi su Bottas e oltre 6 secondi su Verstappen. Pit stop per Raikkonen, che monta le medie (banda bianca)


Giro 17/53 –
Sorpasso in frenata alla Chicane del tedesco della Ferrari su Hulkemberg
Giro 15/53 –
Primi dieci del GP Giappone: HAM-BOT-VER-RAI-RIC-GRO-GAS-PER-OCO-SAI. Vettel ora è 15°
Giro 12/53 –
Hamilton continua a dettare il passo, davanti al compagno di squadra Bottas. Ricciardo è 8° col sorpasso alla Chicane
Giro 9/53 –
Vettel tenta il sorpasso alla Spoon Curve ma c’è il contatto con Verstappen ed il tedesco finisce in fondo al gruppo. Tentativo azzardato per il tedesco
Giro 8/53 – La Safety Car rientra ai box e riparte il GP Giappone


potrebbe interessarti ancheF1, GP Brasile 2018: Hamilton vince la gara, la Mercedes il 5° Mondiale Costruttori consecutivo


Giro 6/53 –
Ora Magnussen può sorpassare la Safety Car e recuperare il giro di ritardo
Giro 5/53 – Verstappen penalizzato di 5 secondi per essere rientrato in pista in quel modo
Giro 4/53 – Safety Car in pista per i detriti persi dalla Haas del danese. Il monegasco della Sauber cambia l’ala anteriore
Giro 3/53 –
Gomma posteriore sinistra forata per Magnussen, che viene tamponato da Leclerc. Ricciardo già 11°


Giro 2/53 –
Errore di Verstappen in frenata alla Chicane Triangolo, chiude poi su Raikkonen e si toccano, con Vettel che ora è alle spalle dell’olandese


07.14 – Partito il GP Giappone 2018! Tutto tranquillo davanti, con Vettel che guadagna due posizioni subito e poi anche Grosjean, portandosi al 5° posto
07.10 –
Giro di riscaldamento, manca poco al via
06.50 – Buongiorno appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta da parte di Mattia Orlandi. Venti minuti circa all’inizio del giro di ricognizione del GP Giappone

F1, GP Giappone 2018: la griglia di partenza

La Mercedes, nella giornata di ieri (6 ottobre), conquista la terza pole position consecutiva (dopo quelle dei GP di Singapore e Russia), piazzando il britannico Lewis Hamilton davanti a tutti (ottava pole stagionale), con il finlandese Valtteri Bottas che sarà al suo fianco. In seconda fila la Red Bull di Max Verstappen (staccato di quasi 1.3 secondi) che precede il finlandese Kimi Raikkonen (che ha sporcato il suo tentativo a causa dell’aumentare della pioggia).

In terza fila e quarta fila gli autori dell’exploit di giornata, ossia le due Toro Rosso di Brendon Hartley e Pierre Gasly, mentre completano la top-10 la seconda Ferrari con Sebastian Vettel all’8° posto (sbagliando nell’unico tentativo a disposizione, proprio quando ha iniziato a piovere), nona e decima la Force India di Sergio Pérez e la Sauber di Charles LeclercDaniel Ricciardo ha avuto ancora problemi sulla propria Red Bull durante il Q2, mentre Esteban Ocon ha ricevuto tre posizioni di penalità per aver commesso un’infrazione sotto bandiera rossa durante la FP3.

Griglia di partenza GP Giappone:

1. fila
Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’27″760 – Q3
Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’28″059 – Q3
2. fila
Max Verstappen (Red Bull-Renault) – 1’29″057 – Q3
Kimi Raikkonen (Ferrari) – 1’29″521 – Q3
3. fila
Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’29″761 – Q3
Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – 1’30″023 – Q3
4. fila
Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’30″093 – Q3
Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’32″192 – Q3
5. fila
Sergio Perez (RP Force India-Mercedes) – 1’37″229 – Q3
Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) – 1’29″864 – Q2
6. fila
Esteban Ocon (RP Force India-Mercedes) – 1’30″126 – Q3 *
Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’30″226 – Q2
7. fila
Carlos Sainz (Renault) – 1’30″490 – Q2
Lance Stroll (Williams-Mercedes) – 1’30″714 – Q2
8. fila
Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) – no time – Q2
Nico Hulkenberg (Renault) – 1’30″361 – Q1
9. fila
Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) – 1’30″372 – Q1
Fernando Alonso (McLaren-Renault) – 1’30″573 – Q1
10. fila
Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) – 1’31″041 – Q1
Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) – 1’31″213 – Q1

F1, GP Giappone: l’albo d’oro delle pole position sul Circuito di Suzuka
Piloti
– Michael Schumacher (Germania): 1995, 1997, 2000, 2001, 2002, 2004
– Sebastian Vettel (Germania): 2009, 2010, 2012, 2013
– Lewis Hamilton (Gran Bretagna): 2014, 2015, 2017
– Gerhard Berger (Austria): 1987, 1991
Ayrton Senna (Brasile): 1988, 1993
Damon Hill (Regno Unito): 1994, 1996
Mika Hakkinen (Finlandia): 1998, 1999
– Alessandro Nannini (Italia): 1989
Nelson Piquet (Brasile): 1990
Riccardo Patrese (Italia): 1992
Rubens Barrichello (Brasile): 2003
Kimi Raikkonen (Finlandia): 2005
Fernando Alonso (Spagna): 2006
Jenson Button (Regno Unito): 2011
Nico Rosberg (Germania): 2016
Costruttori
– Ferrari: 1987, 1997, 2000, 2001, 2002, 2003, 2003, 2004
7 – McLaren: 1988, 1991, 1993, 1998, 1999, 2005, 2011
4 – Red Bull Racing: 2009, 2010, 2012, 2013
Mercedes: 2014, 2015, 2016, 2017
– Benetton: 1989, 1990, 1995
Williams: 1992, 1994, 1996
– Renault: 2006

F1, GP Giappone 2018: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV.

notizie sul temaF1, Qualifiche GP Brasile 2018: Hamilton ottiene la sua 82ª pole in carriera. La griglia di partenza completaLewis Hamilton atto V, è lui il re della Formula Uno modernaF1 GP Messico (Video Highlights): trionfa Verstappen, Hamilton campione del mondo
  •   
  •  
  •  
  •