F1, Qualifiche GP Ungheria 2019: Verstappen conquista la prima pole della carriera. La griglia di partenza completa

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

GP Ungheria

Max Verstappen fa segnare il miglior tempo nelle qualifiche del GP Ungheria, dodicesima prova del Mondiale di Formula 1 2019. L’olandese della Red Bull ferma il cronometro sul tempo di 1’14”572 (nuovo record in prova dell’Hungaroring) e fa sua la prima pole position della carriera, precedendo di appena 18 millesimi la Mercedes di Valtteri Bottas e di 197 quella di Lewis Hamilton. Quarto e quinto posto per le due Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel (veloci nel primo settore, molto meno negli altri due), mentre alle loro spalle troviamo la Red Bull di Pierre Gasly.

Completano la top-10 le due McLaren di Lando Norris e Carlos Sainz, la Haas di Romain Grosjean e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. George Russell sfiora l’accesso alla Q2 con la sua Williams, mentre deludono tanto le due Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll e la Renault di Ricciardo, che partiranno rispettivamente al sedicesimo, diciottesimo e diciannovesimo posto (dato che Antonio Giovinazzi ha subito una penalità di tre posizioni proprio per aver ostacolato il canadese durante il Q1).

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

QUALIFICHE GP UNGHERIA 2018
Hungaroring, dodicesima prova del Mondiale di F1

16.02 – BANDIERA A SCACCHI! Prima pole position della carriera per Max Verstappen, con l’incredibile tempo di 1’14”572. Bottas è secondo a 18 millesimi, Hamilton terzo. Il monegasco riesce a beffare il tedesco nella lotta interna alla Ferrari


15.58 –
I piloti scendono in pista per il loro secondo tentativo
15.53 – 1’14’958: gran tempo da parte dell’olandese della Red Bull. Vettel e Leclerc sono quarto e quinto, per ora


15.52 –
1’15”136: pole provvisoria per Bottas, con 10 millesimi di vantaggio su Hamilton
15.48 – Al via la Q3. Dodici minuti a disposizione dei piloti per l’assalto alla pole position, alla quale prenderanno parte le due Mercedes, le due Red Bull, le due Ferrari, le due McLaren, la Haas di Grosjean e l’Alfa Romeo di Raikkonen
15.42 – Terminata la Q2 del GP Ungheria: miglior tempo di Verstappen mentre, con un colpo di reni, Raikkonen si qualifica per il Q3 e quindi sono stati eliminati Hulkenberg, Albon, Kvyat, Giovinazzi e Magnussen
15.35 –
Cinque minuti al termine di questa seconda parte di prove ufficiali. A rischio eliminazione Albon, Kvyat, Giovinazzi, Magnussen e Raikkonen
15.33 –
Norris è il “primo degli altri”, a mezzo secondo da Hamilton. Gasly è alle sue spalle, ad otto decimi dalla vetta
15.30 –
Verstappen (anche lui su medie) vicinissimo, mentre pagano molto nell’ultimo settore le due Ferrari
15.29 – 1’15”548: miglior tempo del britannico della Mercedes, davanti al compagno di team
15.26 –
Leclerc torna in pista con gomme medie (banda gialla), così come le due Mercedes e Vettel
15.25 – Inizia la Q2: quindici minuti a disposizione dei piloti e sempre gli ultimi cinque verranno eliminati. Giovinazzi sotto investigazione per aver ostacolato Stroll
15.20 – Finisce la Q1 del GP Ungheria: miglior tempo per l’olandese della Red Bull, mentre è successo di tutto nelle posizioni di rincalzo e alla fine vengono eliminati Russell (sottosterzo all’ultima curva), Perez, Ricciardo, Stroll e Kubica


15.14 –
Quattro minuti al termine di questa prima parte: a rischio Kvyat, Giovinazzi, Stroll, Grosjean e Kubica
15.12 – Testacoda di Leclerc all’ultima curva e picchia la parte posteriore della vettura


15.09 – 1’15”817: grandissimo giro da parte di Verstappen, con parziale record nell’ultimo settore (oltre mezzo secondo sul monegasco)
. Bottas ed Hamilton sono terzo e quarto, davanti al tedesco della Ferrari
15.08 –
Giro non perfetto da parte di Vettel e Leclerc passa in testa di oltre due decimi (1’16”337)
15.04 –
Appena tre tempi cronometrati ed il migliore è di Russell
15.01 –
Il primo a scendere in pista è Kubica, con la sua Williams
15.00 – Inizia la Q1: diciotto minuti a disposizione dei piloti e gli ultimi cinque che realizzeranno il tempo più alto saranno eliminati
14.54 –
Sei minuti al via delle qualifiche del GP Ungheria


13.06 –
Buon pomeriggio appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta delle qualifiche del GP Ungheria (che inizieranno alle ore 15.00 italiane), dodicesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2019. Anche nell’ultima sessione di prove libere miglior tempo per Hamilton, davanti a Verstappen e Vettel

potrebbe interessarti ancheF1 Gp del Giappone. Bottas trionfa a Suzuka e la Mercedes vince il suo sesto Mondiale Costruttori.

F1, GP Ungheria 2019: i risultati delle prime due sessioni di libere

Nella prima giornata di prove libere del GP Ungheria 2019, sul circuito dell’Hungaroring, il miglior tempo è stato realizzato da Lewis Hamilton con la McLaren, fermando il cronometro sull’1’13”449 durante la FP1. Alle sue spalle si piazza la Red Bull di Max Verstappen, ad un distacco di 165 millesimi, precedendo la Ferrari di Sebastian Vettel e l’altra Red Bull di Pierre Gasly (rispettivamente a 166 e 449 millesimi dalla vetta, con il francese che ha realizzato il miglior tempo nella sessione pomeridiana).

Quinto posto per la Haas di Kevin Magnussen, che chiude davanti alla Mercedes di Valtteri Bottas e alla Ferrari di Charles Leclerc. Chiudono la top-10 la Renault di Nico Hulkenberg e le due McLaren di Lando Norris e Carlos Sainz; sempre un buon equilibrio a centro gruppo e anche questa volta tra l’undicesimo (Daniel Ricciardo con la Renault) e il diciottesimo (Lance StrollRacing Point) ci sono meno di nove decimi di distacco.

Pioggia protagonista in entrambe le sessioni, lievemente in quella del mattino (nella quale Bottas ha avuto problemi alla Power Unit) e più consistente nella successiva, con un incidente che ha visto protagonista la Toro Rosso di Alexander Albon, che ha fatto uscire la bandiera rossa dopo appena venti minuti, rendendola vana per tutte le squadre.

F1, GP Ungheria: l’albo d’oro delle pole position sull’Hungaroring
Piloti
7 – Michael Schumacher (Germania): 1994, 1996, 1997, 2000, 2001, 2004, 2005
6 – Lewis Hamilton (Regno Unito): 2007, 2008, 2012, 2013, 2015, 2018
– Ayrton Senna (Brasile): 1986, 1988, 1991
Sebastian Vettel (Germania): 2010, 2011, 2017
– Riccardo Patrese (Italia): 1989, 1992
Mika Hakkinen (Finlandia): 1998, 1999
Fernando Alonso (Spagna): 2003, 2009
Kimi Raikkonen (Finlandia): 2005, 2006
Nico Rosberg (Germania): 2014, 2016
1 – Nigel Mansell (Regno Unito): 1987
Thierry Boutsen (Belgio): 1990
Alain Prost (Francia): 1993
Damon Hill (Regno Unito): 1995
Rubens Barrichello (Brasile): 2002
Kimi Raikkonen (Finlandia): 2006
Costruttori
8 – McLaren: 1988, 1991, 1998, 1999, 2006, 2007, 2008, 2012
Ferrari: 1996, 1997, 2000, 2001, 2002, 2004, 2005, 2017
6 – Williams: 1987, 1989, 1990, 1992, 1993, 1995
– Mercedes: 2013, 2014, 2015, 2016, 2018
– Renault: 2003, 2009
Red Bull Racing: 2010, 2011
– Lotus: 1986
Benetton: 1994

F1, GP Ungheria 2019: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV.

notizie sul temaF1, GP Giappone 2019: Bottas vince la gara, Mercedes il sesto Mondiale Costruttori consecutivo. 2° VettelGP del Giappone: Sebastian Vettel trova la pole position a Suzuka davanti a LeclercF1 Gp Giappone, streaming gratis, Diretta TV e orari
  •   
  •  
  •  
  •