F1, GP Monza 2019: Leclerc bissa il successo del Belgio e precede sul traguardo Bottas ed Hamilton

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

GP Monza

Charles Leclerc effettua un’altra prestazione maiuscola e vince anche il GP Monza (quattordicesima prova del Mondiale di Formula 1 2019), bissando la vittoria della settimana scorsa in Belgio. Il monegasco ha preceduto sul traguardo, di appena otto decimi, la Mercedes di Valtteri Bottas e chiude il podio l’altra Freccia d’Argento di Lewis Hamilton (autore del giro più veloce). Prestazione disastrosa, invece, per l’altra Ferrari di Sebastian Vettel (tredicesimo alla fine), che va in testacoda alla variante Ascari al settimo giro e poi rientra toccando la Racing Point di Lance Stroll (che a sua volta ostacolerà la Toro Rosso di Pierre Gasly): per entrambi Stop and Go di dieci secondi.

Quarto e quinto posto per le due Renault di Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg, autori di una gara di sostanza, mentre chiudono la top-10 del GP Monza Alexander Albon (Red Bull), Sergio Pérez (Racing Point), l’altra Red Bull di Max Verstappen (partito in ultima fila), l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi e Lando Norris (McLaren). La Ferrari è tornata a vincere nel Gran Premio di casa dopo ben nove anni, quando ad imporsi fu Fernando Alonso.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

GP ITALIA 2019, 53 giri
Circuito di Monza, quattordicesima prova del Mondiale di F1

CLASSIFICA GP MONZA
1. Leclerc
2. Bottas
3. Hamilton
4. Ricciardo
5. Hulkenberg

BANDIERA A SCACCHI! Leclerc bissa il successo del Belgio e si impone anche nel GP Monza, davanti a Bottas ed Hamilton
Giro 53/53 – Ultimo giro. Errore di Bottas alla Roggia
Giro 52/53 –
Giro più veloce del GP Monza per il britannico della Mercedes
Giro 51/53 –
Il finlandese si avvicina tanto ma va leggermente lungo alla prima variante
Giro 50/53 –
Seconda sosta per Hamilton, che proverà a fare il giro più veloce del GP Monza
Giro 48/53 –
Giro più veloce per Bottas, ma il distacco non cambia di molto


Giro 46/53 –
Parabolica non perfetta del finlandese
Giro 45/53 –
Ora ci sono 1.3 secondi tra Bottas e Leclerc
Giro 44/53 –
Hamilton comunica al box che le sue gomme sono finite
Giro 43/53 –
Verstappen è ottavo, in zona punti. Vettel fa un’altra sosta
Giro 42/53 –
Il britannico va lungo alla prima variante e Bottas (autore del giro più veloce) ora è alla caccia del monegasco della Ferrari
Giro 41/53 –
Ora il distacco tra i due è salito di poco sopra il secondo
Giro 39/53 –
Hamilton è sempre vicino a Leclerc, ma la situazione non cambia. Bottas sempre più vicino ai due
Giro 37/53 –
Il finlandese è ora a 3.7 secondi dal compagno di squadra
Giro 36/53 –
Il monegasco va lungo alla prima variante ma riesce a restare in testa al GP Monza (per il precedente contatto ha ricevuto un avvertimento)
Giro 34/53 –
Bottas è a circa due secondi dal duo di testa
Giro 33/53 –
Hamilton nuovamente negli scarichi di Leclerc
Giro 31/53 –
Nuovamente Virtual Safety Car, a causa della rottura del motore sulla Toro Rosso di Kvyat. Giro più veloce di Bottas
Giro 30/53 –
Gomme medie montate dalla Renault di Hulkenberg
Giro 29/53 – Regime di Virtual Safety Car
Giro 28/53 –
Bottas effettua la sua sosta e monta gomme medie. Rientra al quarto posto, con le Renault che ancora non si fermano. Sainz costretto al ritiro perché non gli hanno fissato bene una gomma
Giro 27/53 –
Ancora un gran giro di Leclerc, con il britannico che però gli resta vicino
Giro 26/53 –
Ricciardo passato sia dal monegasco che da Hamilton
Giro 25/53 –
Giro più veloce del GP Monza per Leclerc 

potrebbe interessarti ancheLIVE F1 Qualifiche GP Singapore 2019, diretta e classifica in tempo reale: Leclerc 1° in Q2


Giro 23/53 –
Il monegasco tiene giù il piede e il britannico della Mercedes deve allargare la traiettoria alla Roggia


Giro 22/53 –
Hamilton si fa vedere negli specchietti della Ferrari
Giro 21/53 – Si ferma anche Leclerc, che però monta gomme dure (banda bianca). Il britannico resta dietro
Giro 20/53 – Hamilton si ferma per il suo pit stop e monta gomme medie (banda gialla)
Giro 18/53 –
Il monegasco della Ferrari mantiene 1.8 secondi sul britannico della Mercedes, che a sua volta ne ha 1.7 sul compagno Bottas
Giro 17/53 –
Mercedes finta il pit stop
Giro 14/53 –
Vettel sconta subito la sua penalità e rientra in ultima posizione
Giro 13/53 – Stop and Go di 10 secondi comminato al tedesco della Ferrari, il massimo della pena
Giro 12/53 –
Leclerc mantiene poco più di un secondo su Hamilton, evitandogli di utilizzare il DRS
Giro 9/53 –
Vettel messo sotto investigazione dai commissari
Giro 7/53 – Testacoda del tedesco della Ferrari alla Ascari. Rientra in pista e tocca la Racing Point di Stroll


Giro 6/53 –
Un secondo e sette decimi tra Leclerc ed Hamilton
Giro 5/53 –
Ricciardo passa Hulkenberg al termine del rettilineo. Vettel si accoda a Bottas; giro più veloce per Verstappen
Giro 3/53 –
Giro più veloce del monegasco. Albon passa Sainz alla Roggia ma lo spagnolo se la riprende alla Roggia, portandolo fuori pista
Giro 2/53 –
Il tedesco risorpassa il connazionale sul rettilineo di partenza. Verstappen si ferma ai box, dopo il contatto iniziale
Giro 1/53 – PARTITO IL GP MONZA! Ruota a ruota tra Leclerc ed Hamilton, con Bottas che prima passa il compagno di squadra e poi deve ricedere la posizione. Hulkenberg affianca Vettel e lo passa alla Roggia

potrebbe interessarti ancheF1, GP Singapore 2019: la presentazione del circuito di Singapore


15.10 –
Inizia la procedura di partenza del GP Monza
15.00 –
Dieci minuti al via del giro di ricognizione

14.12 – Buon pomeriggio appassionati di SuperNews e benvenuti alla diretta scritta del GP Monza 2019. Tra circa un’ora inizierà la procedura di partenza e Kimi Raikkonen partirà dalla pitlane, dopo il botto di ieri

F1, GP Monza 2019: la griglia di partenza

La Ferrari, nella giornata di ieri (7 settembre), ha conquistato la pole position del GP Monza con il monegasco Charles Leclerc (quarta pole stagionale e della carriera), bissando il risultato ottenuto nel GP Belgio, e al suo fianco partirà la Mercedes di Lewis Hamilton, che ha realizzato un tempo di appena trentanove millesimi superiore. In seconda fila abbiamo l’altra Mercedes di Valtteri Bottas, a 47 millesimi dal miglior tempo, che precede la Ferrari di Sebastian Vettel e la Renault di Daniel Ricciardo.

Completano la top-10 l’altra Renault con Nico Hulkenberg, la McLaren di Carlos Sainz, Alexander Albon (Red Bull), Lance Stroll (Racing Point) e l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Sono tre i piloti che hanno sostituito la propria Power Unit e che quindi partiranno in fondo alla griglia: Lando Norris, Pierre Gasly e Max Verstappen. Nel finale delle qualifiche di questo GP Monza c’è stato un teatrino da parte dei piloti nel cercare di sfruttare la scia, prima aspettando troppo ai box e poi rallentando eccessivamente in pista.

1 – Charles Leclerc (Ferrari) – 1’19″307 – Q3
2 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’19″346 – Q3
3 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’19″354 – Q3
4 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’19’’457 – Q3
5 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’19″839 – Q3
6 – Nico Hulkenberg (Renault) – 1’20’’049 – Q3
7 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1’20’’455 – Q3
8 – Alex Albon (Red Bull-Honda) – no time – Q3
9 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – no time – Q3
10 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – no time – Q3

11 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’20’’517 – Q2
12 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’20’’615 – Q2
13 – Daniil Kvyat (Toro Rosso-Honda) – 1’20’’630 – Q2
14 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’20″784 – Q1
15 – Sergio Pérez (Racing Point-Mercedes) – 1’21″291 – Q1

16 – George Russell (Williams-Mercedes) – 1’21″800 – Q1
17 – Robert Kubica (Williams-Mercedes) – 1’22’’356 – Q1
18 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’21’’068 – Q2*
19 – Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) – 1’21’’125 – Q2*
20 – Max Verstappen (Red Bull-Honda) – no time – Q1*

*partiranno in fondo alla griglia per aver sostituito la Power Unit

F1, GP Monza: l’albo d’oro delle vittorie sul circuito italiano (solo nel 1980 il GP Italia si svolse ad Imola)
Piloti
5 – Michael Schumacher (Germania): 1996, 1998, 2000, 2003, 2006
Lewis Hamilton (Regno Unito): 2012, 2014, 2015, 2017, 2018
3 – Juan Manuel Fangio (Argentina): 1953, 1954, 1955
Stirling Moss (Regno Unito): 1956, 1957, 1959
Ronnie Peterson (Svezia): 1973, 1974, 1976
Alain Prost (Francia): 1981, 1985, 1989
Nelson Piquet (Brasile): 1983, 1986, 1987
Rubens Barrichello (Brasile): 2002, 2004, 2009
Sebastian Vettel (Germania): 2008, 2011, 2013
2 – Alberto Ascari (Italia): 1951, 1952
Phil Hill (USA): 1960, 1961
John Surtess (Regno Unito): 1964, 1967
Jackie Stewart (Regno Unito): 1965, 1969
Clay Regazzoni (Svizzera): 1970, 1975
Niki Lauda (Austria): 1978, 1984
Ayrton Senna (Brasile): 1990, 1992
Damon Hill (Regno Unito): 1993, 1994
Juan Pablo Montoya (Colombia): 2001, 2005
Fernando Alonso (Spagna): 2007, 2010
1 – Giuseppe “Nino” Farina (Italia): 1950
Tony Brooks (Regno Unito): 1958
Graham Hill (Regno Unito): 1962
Jim Clark (Regno Unito): 1963
Ludovico Scarfiotti (Italia): 1966
Denis Hulme (Nuova Zelanda): 1968
Peter Gethin (Regno Unito): 1971
Emerson Fittipaldi (Brasile): 1972
Mario Andretti (Italia/USA): 1977
Jody Scheckter (Sudafrica): 1979
René Arnoux (Francia): 1982
Gerhard Berger (Austria): 1988
Nigel Mansell (Regno Unito): 1991
Johnny Herbert (Regno Unito): 1995
David Coulthard (Regno Unito): 1997
Heinz-Harald Frentzen (Germania): 1999
Nico Rosberg (Germania): 2016
Costruttori
18 – Ferrari: 1951, 1952, 1960, 1961, 1964, 1966, 1970, 1975, 1979, 1988, 1996, 1998, 2000, 2002, 2003, 2004, 2006
10  – McLaren: 1968, 1984, 1985, 1989, 1990, 1992, 1997, 2005, 2007, 2012
7 – Mercedes: 1954, 1955,2014, 2015, 2016, 2017, 2018
6 – Williams: 1986, 1987, 1991, 1993, 1994, 2001
5 – Lotus: 1963, 1972, 1973, 1974, 1977
3 – BRM: 1962, 1965, 1971
2 – Maserati: 1953, 1956
Vanwall: 1957, 1958
Brabham: 1978, 1983
Renault: 1981, 1982
Red Bull Racing: 2011, 2013
1 – Alfa Romeo: 1950
Cooper: 1959
Honda: 1967
Matra: 1969
March: 1976
Benetton: 1995
Jordan: 1999
Scuderia Toro Rosso: 2008
Brawn: 2009

F1, GP Monza 2019: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV. In questa occasione sarà visibile live anche su TV8 (canale 8 e 508 del digitale terrestre), oltre che in streaming su tv8.it/streaming.html.

notizie sul temaFlavio Briatore.” Leclerc è riuscito in alcune gare a cooptare meglio di Vettel. Il mondiale è stato deciso nella prima gara”F1: i 5 miglior momenti del GP d’Italia 2019F1: Charles Leclerc salverà la F1 dalla noia?
  •   
  •  
  •  
  •