Ferrari, Marchionne contro Montezemolo: “Nessuno è indispensabile se non si vince”

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

ferrari marchionne contro montezemolo

potrebbe interessarti ancheSergio Marchionne è morto, il presidente della Ferrari deceduto all’età di 66 anni

Roma – Mentre il Gran Premio di Monza era ancora lontano dalla bandiera a scacchi, ma la domenica della Ferrari era già nerissima (con Alonso out per problemi al motore e Raikkonen bloccato nelle sabbie mobili del decimo posto) ecco che a peggiorare la situazione in casa del Cavallino sono arrivate le dichiarazioni di Sergio Marchionne, ad della Fiat. Presente al workshop “Ambrosetti”, Marchionne ha duramente bacchettato l’operato di Luca Cordero di Montezemolo per quanto riguarda la gestione sportiva, dicendo la sua sulle voci che vorrebbero l’ex presidente di Confindustria ad un passo dall’addio alla carica di Presidente della Ferrari (eventualità da lui smentita proprio ieri). “Il cambio di presidenza all’interno di Ferrari – ha affermato il manager abruzzese – non è assolutamente all’ordine del giorno, ma posso affermare tranquillamente che nessuno è indispensabile. I risultati economici della gestione Montezemolo sono positivi, ma bisogna dare uno sguardo anche a quelli della gestione sportiva: pur avendo i due piloti migliori in circolazione, non riusciamo a vincere da sei anni. In Ferrari la vittoria è un risultato imprescindibile. Le parole hanno destato molto stupore all’interno dell’ambiente ferrarista, già in depressione dopo un weekend davvero deludente: partite dal settimo e dal dodicesimo posto, le Ferrari non hanno trovato la riscossa sul circuito amico di Monza, portando il solo Raikkonen al traguardo.

potrebbe interessarti ancheFerrari, dal dramma Marchionne all’errore di Vettel al GP di Germania: settimana da incubo per la Rossa

Massa saluta i tifosi: “Vi porto nel cuore”

Toccante siparietto al termine del Gran Premio di Monza. Felipe Massa, terzo alle spalle delle due Mercedes di Hamilton e Rosberg, trova il suo primo podio post Ferrari proprio nella tappa italiana del Mondiale. Chi si aspettava di un Massa col dente avvelenato dopo il contrastato addio con la Ferrari è rimasto deluso. Dall’alto del podio, Felipe ha salutato con commozione i tantissimi tifosi del Cavallino Rampante: “Non sono più in rosso, ma vi porto sempre nel cuore. Sono uno di voi“.

notizie sul temaFormula 1, Marchionne: “Compare la Ferrari? Tutte menate! Voglio il Mondiale”F1, Marchionne: “Ferrari via se le macchine saranno tutte uguali”Marchionne: “Non cambieremo il nostro DNA, se è così la Ferrari va via”
  •   
  •  
  •  
  •