MotoGp: Marquez avanti tutta, Rossi in difficoltà

Pubblicato il autore: Paola Toscani Segui

motogp sepang malesia marquez

potrebbe interessarti ancheMotoGP Catalunya 2019: Marquez domina in casa, decisivo l’incidente di Lorenzo. Petrucci miglior italiano, bravissimo Quartararo
Non si è placata la fame di Marc Marquez, dopo la trasferta in Giappone che gli ha regalato il secondo titolo nella MotoGP. Marquez, campione della Honda, ha dominato la prima giornata di libere sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, dove domenica si corre l’ultima gara dell’anno, il MotoGP della Comunità Valenciana. Marquez ha ottenuto i tempi di riferimento sempre sul filo di lana della bandiera a scacchi. Lo spagnolo ha fatto segnare con il suo 1’31.454 un crono migliore del record della pista di Dani Pedrosa (1’31.628) dello scorso anno. “Terminare le libere con il miglior tempo è importante – ha detto soddisfatto Marquez – ma ancor di più lo è il ritmo di gara che abbiamo ottenuto, buono. In più abbiamo migliorato e siamo riusciti a testare anche parti cose. Questo pomeriggio la pista era un pò più lenta, ma speriamo di continuare a migliorare domani. Sono sicuro che ci sarà una bella lotta per la pole tra me, Jorge, Dani e Valentino”, ha concluso Marquez, magnanimo con i suoi avversari in questo MotoGP. Mediamente, infatti, ha rifilato un decimo al primo dei suoi inseguitori nelle due sessioni di libere del venerdì. Alle spalle di Marquez non ci sono i piloti in lotta per il secondo posto del mondiale, dai quali ci si aspetterebbero scintille, ma Andrea Dovizioso con una sempre più efficace Ducati e Aleix Espargarò con la Forward Yamaha. L’italiano riesce a gestire molto bene la desmosedici sul giro secco, mentre è da confermare il passo, per il quale saranno importantissime le gomme. Proprio sulla scelta degli pneumatici per le qualifiche e soprattutto per la gara è in difficoltà Valentino Rossi. Il pilota della Yamaha ha chiuso le seconde libere MotoGP con il decimo tempo. “Credo che la scelta della gomma anteriore – ha spiegato Rossi – sarà molto importante. Abbiamo tre opzioni, oltre al pneumatico asimmetrico che abbiamo a disposizione per la seconda volta quest’anno. Questo pneumatico in particolare, non è poi così male. L’ho provato, anche quello con mescola media, ma dobbiamo ancora decidere quale useremo. Abbiamo avuto alcuni problemi, ma a fine mattinata non stavamo messi così male. Nel pomeriggio, invece, ho faticato molto di più per guidare la moto e non mi sentivo bene. In realtà, il mio ritmo non è fantastico, quindi dobbiamo cercare di migliorare domani. Siamo un pò preoccupati, perchè di solito in occasioni come questa, useremmo la gomma dura, ma con le mescole hard perdiamo un sacco di tempo e comunque la gomma morbida sembra esserlo un pò troppo. Questa è la situazione in questo momento, ma speriamo che la pista migliori in modo da poter utilizzare l’opzione più morbida”. In casa Yamaha dovrebbe essere più tranquillo Lorenzo, che ha chiuso le seconde libere di giornata con il quarto tempo. “Oggi sono riuscito ad avere un buon ritmo fin dall’inizio. Questa è la prima volta in questa stagione che ho avuto modo di guidare un buon ritmo così facilmente, quindi sono molto contento delle prestazioni della moto. Domani comunque proveremo meglio le gomme. Con la morbida il rischio in gara sarebbe quello di avere un decadimento veloce delle prestazioni, mentre la dura sembra troppo dura. Dobbiamo farci ancora un’idea”. In Moto3, invece, parla italiano il pilota più veloce di giornata. Si tratta di Niccolò Antonelli, che è riuscito a portare la sua KTM al primo posto in entrambe le sessioni.

 

potrebbe interessarti ancheMotoGP Mugello: Vince Petrucci, quante emozioni per i primi posti! Grande dispiacere per Rossi.

notizie sul temaMotoGP Jerez: Marquez trionfa, grande gara di Rins, chiude il podio Vinales. Italia con il gas a fasi alterne.MotoGP, Valentino Rossi eterno: un altro miracolo sportivo del DottoreMotoGP Usa: cade Marquez, Rossi non trova il primato, esulta Rins. Nakagami tiene viva la Honda
  •   
  •  
  •  
  •