F1 GP Cina: le pagelle a Ferrari, Mercedes, Red Bull e…

Pubblicato il autore: Fabio Sala
F1 GP Cina pagelle Ferrari Mercedes Red Bull Giovinazzi

F1 GP Cina pagelle Ferrari Mercedes Red Bull Giovinazzi

Si è concluso anche il secondo appuntamento stagionale di Formula1. Archiviato il GP di Cina, ora si fanno le valige e si vola in Bahrain per gareggiare sul tracciato di Sakir già questa domenica di Pasqua. Prima di proiettarci già in ottica deserto del Bahrain, ripensiamo un attimo al Gran Premio appena concluso e assegniamo i voti ai piloti/scuderie protagoniste di questo weekend di F1.

F1 GP Cina pagelle Ferrari Mercedes Red Bull Giovinazzi

Hamilton, voto 10: perfetto, mai una sbavatura. Magnifico nel giorno delle qualifiche con un super tempo che non ha lasciato scampo a Vettel o Bottas di replicare. In gara poi ha fatto ciò che preferiva, partire primo e andarsene indisturbato. Certo, se Vettel non fosse stato costretto a passare dalla pit forse ci sarebbe stata più lotta, ma questa è un’altra storia.
Vettel, voto 9: perfetto anche lui: non raggiunge il 10 perchè non centra la vittoria ma non per causa sua. Solo sfortuna quella che ha colpito il tedesco della Rossa che aveva azzeccato la strategia per passare davanti. Gran sorpasso su Ricciardo. Se Raikkonen non avesse perso tutto quel tempo dietro alla Red Bull e se Giovinazzi non avesse sbattuto forse saremmo qui a commentare un’altra vittoria del tedesco.
Raikkonen, voto 4: probabilmente nella borraccia hanno messo dell’acqua invece che la solita vodka. Scherzi a parte, ieri il finlandese vestito di rosso non sembrava in palla. Lento e mai aggressivo, ha fatto perdere tempo al compagno dietro a Ricciardo per un problema di potenza all’uscita da curva 12. Non benissimo, speriamo si rifaccia già questo weekend per dimostrare che merita un altro (ennesimo) rinnovo di contratto.
Bottas, voto 4: anche lui maluccio. non tanto per la gara in sè in cui è sembrato più in palla del suo connazionale, quanto per l’errore commesso in regime di safety car. Anche i bambini sanno che le gomme soft di quest’anno vanno in temperatura più difficilmente
Verstappen, voto 10 e lode
: beh, c’è poco da dire. 19 anni di sregolatezza e spregiudicatezza che ne fanno il futuro campione certo della F1. Partito praticamente ultimo e arrivato terzo. Di più non avrebbe potuto fare.
Giovinazzi, voto 4: sulla fiducia. Giovane, esordiente (e italiano, quindi noi siamo di parte) gli diamo 4 come incentivo a fare meglio. Weekend da dimenticare il suo: due errori praticamente simili. Speriamo abbia l’occasione di rifarsi già a Sakir.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •