F1 Gp di Spagna: pole position per Hamilton

Pubblicato il autore: Francesco Morano Segui

Il mondiale di formula 1 è ancora all’inizio, ma si stanno già delineando le corse ai titoli piloti e costruttori. La prima gara europea, il Gp di Spagna, sarà un tassello fondamentale per le strategie dell’intero campionato.

Ieri si è tenuta la sessione di prove libere. Le due Ferrari sono riuscite a mettersi nuovamente ai primi due posti della classifica: 1° Raikkonen e 2° Vettel. Le Mercedes di Hamilton e Bottas però seguono le avversarie in modo minaccioso.  La terza fila è invece prenotata dalle Red Bull, Verstappen al quinto posto e Ricciardo al sesto posto.

Con questa classifica iniziale si sono svolte le qualificazioni, una dura lotta per la pole position.

Inizia il Q1 e Vettel parte tra i primi piloti per cercare di stabilire il tempo migliore.  Subito però brividi per i tecnici della Ferrari.

Erano stati costretti a fare dei lavori in tempo record a causa di un guasto tecnico, ma sono riusciti a terminare tutto per le qualifiche. Al secondo giro però dai box è arrivato il richiamo:”Stop the car, try to reach the box”. Problemi tecnici che si sono fortunatamente risolti senza neanche rientrare.   Infine Sebastian Vettel ha stabilito il suo record del Q1 a 1:20.939. Hamilton stabilisce il giro migliore a 1:20.511. Raikkonen entra abbastanza tardi in pista, ma vi rimane per più tempo,  e si qualifica secondo davanti al compagno di scuderia. Subito dietro Bottas. Verstappen e Ricciardo, rispettivamente quinto e sesto, stessa posizione delle prove libere.  Ericsson, Vandoorne, Stroll, Palmer e Kvyat sono gli esclusi dalle Q2.

Q2: la seconda sessione delle qualificazione è fondamentale, soprattutto per la lotta al vertice tra Ferrari e Mercedes. In ogni caso anche per tutti gli altri piloti è molto importante riuscire a stabilire un buon tempo in questa fase.
Il primo a scendere in pista è Bottas. Subito dopo anche Hamilton e Raikkonen. Solo loro tre in pista inizialmente. L’ultimo settore tiene impegnati i piloti, è dove i tempi si decideranno maggiormente. Al termine del Q2 primo Hamilton, secondo Vettel. Seguono: Bottas, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo. Infine  Magnussen, Sainz, Hulkenberg, Wehrlein e Grosjean sono i squalificati. Fino all’ultimo una stupenda battaglia per la qualificazione al Q3, decisa letteralmente sul filo del rasoio.

Q3 al cardiopalma per definire la griglia di partenza di questo Gp di Spagna. Molto bella anche la battaglia nel settore centrale, si prospetta una gara stupenda da guardare.
Lotta durissima, questione di millesimi per conquistare una posizione importante. Ultimi giri da cuore in gola, tutti i piloti si trovano a pochissimi millesimi l’uno dall’altro. Ma il Q3 finisce con in ordine: Hamilton, Vettel, Bottas, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo, Alonso,Perez, Massa, Ocon.

Domani si terrà la gara e se queste sono le premesse, sarà una battaglia stupenda da guardare. Fondamentali le posizioni di partenza, ma in questa pista non sono esclusi dei sorpassi, inoltre conteranno molto le strategie e le condizioni della pista che sono abbastanza variabili.

Griglia di partenza definitiva del Gp di Spagna:

  1. Hamilton (1:19.149)
  2. Vettel
  3. Bottas
  4. Raikkonen
  5. Verstappen
  6. Ricciardo
  7. Alonso
  8. Perez
  9. Massa
  10. Ocon
  11. Magnussen
  12. Sainz
  13. Hulkenberg
  14. Grosjean
  15. Wehrlein
  16. Ericsson
  17. Pallmer
  18. Stroll
  19. Vandoorne
  20. Kvyat
  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •