F1 GP Spagna: le pagelle dei piloti

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
F1 GP Spagna: pagelle Hamilton Vettel Bottas Raikkonen Ferrari Mercedes

F1 GP Spagna: le pagelle ai piloti

Terminato il primo appuntamento europeo della stagione di Formula 1, quinto in assoluto. In Spagna, a Barcellona, Lewis Hamilton trionfa davanti al tedesco della Ferrari Sebastian Vettel, in una gara molto combattuta, al cardiopalma e molto stressante fisicamente per i piloti (chiedere a Hamilton per conferma). Terzo Daniel Ricciardo su Red Bull, senza sapere neanche lui come. Anzi, il motivo per cui Ricciardo è giunto terzo staccato di 76 secondi dal Hamilton si sa: Bottas, Raikkonen e Verstappen non sono riusciti a raggiungere la bandiera a scacchi. Gli ultimi due perchè si sono toccati al via e hanno danneggiato le sospensioni (complice anche Bottas che ha toccato Raikkonen, con il finlandese in rosso che poi ha toccato Max e questo li ha costretti al ritiro). Il primo invece ha avuto problemi al motore ed è stato costretto a parcheggiare la sua Mercedes nella via di fuga.
Vettel guida nonostante tutto la classifica mondiale piloti anche se Hamilton ha accorciato le distanze: 104 punti per il tedesco, 98 per il britannico. Il mondiale costruttori vede la Mercedes in testa rispetto alla Ferrari per 161 a 153. Ora la palla passa a Monaco.

F1 GP Spagna: le pagelle dei piloti

Hamilton 10+: Non prende la lode perchè si fa scippare la testa della corsa in partenza. Al momento del pit stop del tedesco in rosso escono appaiati e lui viene “accompagnato” fuori pista, poi però con una mescola di vantaggio riprende Vettel e lo svernicia in staccata, gestendo il resto della gara.
Vettel 10: parte forte e si mette davanti ad Hamilton. Nei primi giri sembra andare via ed essere in possesso della gara. Cerca di resistere il più possibile ma sul sorpasso non può fare niente. Discutibile la strategia del muretto box che lo chiamano presto e lo mettono anche dietro a Bottas, il quale gli fa perdere secondi preziosi. Quel sorpasso sul finlandese Mercedes gli vale il 10. Peccato la lode che sarebbe arrivata in caso di vittoria.
Ricciardo 6: fa il compitino. Gara più che anonima, arriva quasi un giro dopo, ma nessuno ha la macchina per contrastarlo. Usciti Raikkonen, Verstappen e Bottas guida sorseggiando un caffè, osservando il panorama e fischiettando fino al traguardo.
Bottas 7: buon weekend, fa il suo rallentando Vettel per permettere a Hamilton di recuperare tempo sul tedesco. Gli si fonde il motore vecchio che gli avevano rimontato al posto del nuovo perchè quest’ultimo pareva non funzionare nel migliore dei modi. Meriterebbe il rinnovo per l’aiuto di Scuderia che ha dato oggi alla causa mondiale Hamilton, ma ci sono ancora tanti gran premi da disputare e tanti favori da fare ancora. Però potrebbero essere punti pesanti quelli di questo weekend.
Raikkonen 6: incolpevole oggi. Un buon weekend il suo anche se ha steccato la qualifica e ancora a secco di vittorie tra i top4. Si merita il sei per aver accolto nel paddock il bambino che piangeva per il suo ritiro dagli spalti.
Alonso 6
: dopo la qualifica di ieri pazzesca in cui ha portato la McLaren al settimo posto ma che vale come una pole, oggi ci aspettavamo almeno un punto. Invece niente anche oggi. Forse avevamo noi troppe aspettative da quel trattore arancione che guida. Ora però sale su un jet privato e vola in America per le prove della Indicar di domenica 28 quando la F! sarà a Monaco. Al suo posto correrà Button.
Wehrlein 9: va a punti con la Sauber nonostante i 5 secondi di penalità che gli avevano inflitto per aver saltato il birillo all’ingresso box. Punti con la Sauber. non serve aggiungere altro. Giovinazzi può imparare tanto.
Stroll 3: ancora dietro a Massa. Oggi la Williams male male, ma lui, su una pista che conosceva, dimostra di essere ancora troppo immaturo. Quanto saprà aspettarlo la Williams?

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •