F1, la Mercedes fa doppietta a Monza, vince Hamilton e va in testa al mondiale

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte

F1 GP Italia

Lewis Hamilton, è davvero incontenibile, dopo aver eguagliato e poi superato, il record di Pole Position, che apparteneva a Micheal Schumacher, il pilota inglese della Mercedes, ha vinto l’88a edizione del Gran Premio D’Italia, valido per la tredicesima Prova, del campionato mondiale di Formula 1 2017; sulla storica e mitica pista di Monza, il tre volte iridato, non ha avuto avversari, dominando la corsa, dal primo all’ultimo giro, nonostante un non perfetto scatto alla partenza. Secondo posto per il suo compagno di squadra, il finlandese Valteri Bottas, che consente alla scuderia tedesca, di fare doppietta. E’stata una gara amara per le Ferrari, che ci tenevano ad ottenere un risultato positivo, sul tracciato di casa, e invece la qualifiche sottotono di ieri, hanno evidenziato una sofferenza evidente. Partenza da dimenticare, per le Rosse di Maranello, che hanno dovuto lottare, inaspettatamente con Force India e sopratutto Williams mai così competitiva in questa stagione, nonostante un grande palmares e blasone motoristico. Il francese Esteban Ocon, e il canadese Lance Stroll tengono a distanza, Sebastian Vettel, e ancora peggio è partito Kimi Raikkonen. Non solo, le due monoposto, meno quotate, hanno tenuto dietro, l’altra Mercedes di Bottas, per i primi cinque giri, salvo poi cedere, per la minor potenza del propulsore. Le Ferrari, hanno patito sopratutto, un carico aereodinamico, forse troppo elevato, rispetto alle altre monoposto, la strategia di gara, è stata fallimentare. Vettel, è riuscito a guadagnare la terza piazza, ma non ha mai impensierito davvero, il duo di testa, ed anzi ha continuato ad accumulare sempre di più un distacco considerevole. Gli unici momenti di adrenalina, di quello che si può definire il gran Premio meno spettacolare dell’anno, sono state le soste ai box, ma salta all’occhio, la straordinaria rimonta dell’autraliano della Red Bull, Daniel Ricciardo, partito dalla 16a posizione, per la doppia penalità subita, dovuta alle sostituzioni di motore e cambio. Il pilota di origini italiane è giunto al traguardo quarto, ed è stato ad un passo da ottenere un podio che forse viste le difficoltà del ferrarista tedesco, avrebbe meritato. Il compagno di squadra Max Verstappen invece, dopo una grande partenza, si è toccato alla prima curva con Felipe Massa, subendo danni alla gomma anteriore destra, giungendo poi, 14°, ma molto staccato dai primi.
Con questo risultato, Vettel cede, la leadership della classifica mondiale ad Hamilton, ma per soli tre punti, 238 punti contro 235 la scuderia tedesca, con questa doppietta ottenuta, allunga nel mondiale costruttori. 

Quel che più fa male sono i distacchi che la Ferrari ha subito rispetto alla concorrenza, il quattro volte iridato, ha subito un margine di 36 secondi di distacco, dal suo rivale nella corsa al titolo, una batosta mai subita in questa stagione. Per la scuderia italiana, la pista di casa, diventa un tabù, l’ultima vittoria risale al 2010, con Fernando Alonso. Ora inizia il rush finale del mondiale, infatti, dopo questa tappa, si lascia per questa annata l’Europa, e si correrà esclusivamente in Asia America. Il prossimo round, è previsto il 17 settembre sul circuito cittadino di Singapore, che per le sue diverse curve, sulla “carta” dovrebbe essere favorevole al “cavallino rampante”.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •