Formula 1. Gran Premio di Monza. Prove libere 3 sotto la pioggia

Pubblicato il autore: Gaodan

Prove libere 3, prima sospese e poi riprese, causa pioggia

 

Formula  1. Gran premio di Monza. Bomba d’acqua sulle prove libere 3. Pochi fanno segnare un tempo ufficiale. A rischio le qualifiche ufficiali delle 14:00

Sessione caratterizzata dalla pioggia la terza del prove libere del gran premio di Monza. La FIA, attenendosi alle nuove normative, non permette di scendere in pista ai piloti, in caso di pioggia estrema. Solo a venti minuti dalla fine le monoposto vengono lasciate libere di girare. Entrano tutti in pista con full wet, ma la maggior parte dei piloti fanno registrare out lap. In pochi completano giri con tempi ufficiali. Tra questi: Massa, che si pone davanti a tutti con 1:40.660; dietro di lui il compagno di squadra Stroll a 228 decimi; ancora in terza posizione troviamo Hulkenberg con la Reneult a 831 decimi; e a seguire  Sainz, Palmer, Ericson e Kvyat.
Ferrari e Mercedes, scendono in pista , ma solo per tastarne le condizioni, visto che la pioggia sarà prevista anche nella qualifica ufficiale che si terrà alle 14:00.Non fanno segnare alcun tempo e concludono con un out lap. Sulla stessa lunghezza d’onda tutte le altre scuderie.

F1 GP Monza, la pioggia potrebbe ostacolare le qualifiche

Ovviamente ora si teme per le qualifiche delle 14:00, decisamente a rischio. Charlie Whiting intervistato ai microfoni di sky, a chiarito che , se la pista non dovesse essere agibile, come nel caso della mattinata, causa pioggia, le qualifiche ufficiali saranno spostate a domani mattina 2/9/2017.
Si riapre quindi un tema molto dibattuto, della Formula 1 moderna, riguardante le grandi limitazioni in caso di pioggia, specie se estrema. I puristi e tradizionalisti della Formula 1, come è già successo in queste occasioni, basti ricordare San Paolo dello scorso anno; non smettono di ricordarci che una volta si gareggiava anche in queste condizioni estreme, e che tante delle gare più leggendarie della formula 1 si sono svolte proprio sotto la pioggia. Tutto questo è vero ed è giusto. Ma, in tutta coscienza ci tocca spezzare una lancia, in questo caso, a favore della federazione. Le macchine degli anni ottanta e novanta non sono come quelle moderne. La differenza sussiste soprattutto nel grado di elasticità dei materiali. Prima le autovetture erano molto più flessibili e meglio si adattavano alla pioggia e alle condizioni di bagnato. Le vetture di moderna concezione, andando incontro a standard di sicurezza, sono decisamente più rigide, caratteristica che le rende oltre modo difficili da guidare in condizioni di bagnato estremo. Da qui le regole adottate in caso di pioggia: partenza con saifty car, sospensione temporanea della gara, ecc… possiamo dire che trovano una loro ragion d’essere. Deto questo,  siamo tutti d’accordo, che sottrarre alla formula 1, lo spettacolo garantito da gare con la pioggia, significa sottrare gran parte del fascino di questo sport. Auspichiamo quindi, per il futuro, soluzioni che sappiano trovare il giusto equilibrio tra agonismo, spettacolo e sicurezza.

Le qualifiche ufficiali si terranno alle 14:00. E’ prevista ancora pioggia,  il che le rederà sicuramente più emozionanti, sempre che non vengano sospese o rimandate. Domani 3/9/2017, alle 14:00 lo start del Gran premio di Monza di formula 1 2017

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •