F1, Gp del Brasile: ancora dominio Mercedes, Ferrari e Red Bull lontane

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Comincia sotto il segno delle Mercedes questo penultimo round del mondiale di F1. Le freccie d’argento dominano in entrambe le sessioni di prove libere: Ferrari e Red Bull lontane.

Sotto il segno della Mercedes. Comincia così il week-end del Brasile sotto il segno del nuovo campione del mondo Lewis Hamilton che fa segnare il miglior tempo in entrambe le prime sessioni di prove libere seguito dal suo scudiero Valteri Bottas. Suona un campanello d’allarme sia per la Ferrari che per la Red Bull che, nelle prove libere del venerdì, non sono riuscite ad avvicinarsi ai tempi strepitosi della scuderia inglese: Ricciardo è quello che si è avvicinato di più sotto di 3 decimi dai tempi delle freccie d’argento seguito da Vettel a 4 decimi. Anche sul passo gara Hamilton non sembra aver rivali mentre Vettel ha riscontrato ottimi risultati avvicinandosi al passo della seconda Mercedes ovvero quella di Valteri Bottas.

Nessun riposo: Hamilton più in forma che mai. Dopo la conquista del mondiale piloti Lewis Hamilton arriva senza pensieri in Brasile. Prova di forza da parte dell’Inglese che ha dominato anche nelle prime sessioni del Gp di Interlagos creando un buon distacco tra se e i suoi avversari. Il ricordo del pilota britannico non può non andare ad uno che ha fatto la storia di questo sport ovvero Ayrton Senna: “Ho scoperto il Brasile a 4 anni vedendo correre Ayrtron in tv e sono cresciuto con l’idea di fare qualsiasi cosa per emularlo e oggi correre col il tifo della sua famiglia per me non ha prezzo. Lui è stato un grande campione e un grande pilota.” Parole dolci quelle dedicate dall’inglese al pilota brasiliano 3 volte campione del mondo.

  •   
  •  
  •  
  •