MotoGp Ktm, Pol Espargarò recupera dall’infortunio e sarà presente nei test in Thailandia

Pubblicato il autore: Davide Curti Segui


Pol Espargarò
sara regolarmente in pista nel prossimo test della MotoGP sul nuovo circuito di Buriram, in Thailandia, in programma dal 16 al 18 febbraio. Per il pilota spagnolo è arrivato l’ok dei medici, dopo la brutta caduta alla curva 4, rimediata durante i test di Sepang.

potrebbe interessarti ancheMotoGP: Fenati, quale sarà il suo futuro?

Ad appena quindici giorni dall’infortunio, il ventiseienne campione del mondo della Moto2 nel 2013, ha superato i problemi fisici, soprattutto quelli alla mano, e potrà salire sulla sua KTM sul nuovo Chang International Circuit. Una tre giorni di prove importante per squadre e piloti, per fare la conoscenza e accumulare il maggior numero di dati possibile sulla pista che quest’anno farà il proprio debutto nel calendario del mondiale.
Lo spagnolo, ha ammesso in un’intervista al quotidiano Marca di essere stato molto fortunato, perchè la sua scivolata poteva avere conseguenze ben più serie: “Sono stato molto fortunato, perchè ho avuto davvero una brutta caduta e posso essere nuovamente in moto dopo solo due settimane” le sue parole. Poi un commento sui test di Sepang: “A Sepang abbiamo comunque fatto un buon test, la strategia di Ktm di portare Mika Kallio è stata vincente, in questo modo ha potuto completare il nostro lavoro nell’ultima giornata. Mika ha pilotato al meglio la mia moto, raccogliendo dati molto interessanti. Ringrazio tutti. Spero che per me le cose in Tahilandia possano andare meglio e spero di riuscire a portare avanti il mio lavoro in vista dell’inizio della stagione” la conclusione di un Pol Espargarò comuqne fiducioso sul lavoro fatto da KTM.

potrebbe interessarti ancheJorge Lorenzo e Sebastian Vettel, i “quasi” incompiuti del 2018

notizie sul temaRomano Fenati licenziato dal Team Marinelli, a rischio anche il futuro contratto con Mv AgustaSlight, il folle genio col 111 amico della sfortunaMoto2, Romano Fenati ai microfoni della MovistarTv: “La sanzione è contestabile, ma non mi interessa farlo”
  •   
  •  
  •  
  •