Formula 1, Alonso: “Sono ottimista, la Mclaren ha tutto per fare bene”

Pubblicato il autore: Aote Segui


E’ un Fernando Alonso ottimista quello che si avvicina all’esordio nel Mondiale 2018; i test di Barcellona delle scorse settimane hanno dato segnali contrastanti alla nuova Mclaren Renault: a buone prestazioni a livello velocistico hanno fatto da contro altare alcuni problemi legati all’affidabilità del propulsore Renault.
Il tutto mentre la Toro Rosso, motorizzata Honda, si segnalava come la sorpresa dei test invernali; nel consultare i tempi di Gasly e Hartley in molti avranno di certo pensato a Fernando Alonso che del motore Honda era stato il più grande nemico, tanto da obbligare, di fatto, la Mclaren a chiudere il rapporto con la casa giapponese per passare alla Renault.
E’ statolo stesso spagnolo a chiarire il suo difficile rapporto con la Honda, commentando anche quanto fatto fino ad ora dalla Toro Rosso: “I giapponesi di certo non sono pazzi. Il programma che era stato fatto insieme prevedeva un primo anno di adattamento alla Formula 1, poi uno sviluppo che non è mai arrivato. Non ho niente contro di loro. Se poi la Toro Rosso in Australia lotterà per i primi posti li applaudiremo,ma non credo che accadrà“.
Chiuso dunque il capitolo Honda, Alonso guarda al futuro prossimo e a una stagione che, nei programmi suoi e della squadra si spera sia ben diversa dalle precedenti; l’ottimismo, a giudicare dalle parole del pilota spagnolo,non manca: “La Mclaren è una delle squadre più importanti nella storia della Formula 1 e la Renault, lo scorso anno, ha vinto tre gp con la Red Bull. Mettendo insieme tutti questi elementi non vedo come potrei essere pessimista. L’obiettivo è quello di avvicinarci alla Mercedes, alla Ferrari e alla Red Bull“.
Una macchina più competitiva per tornare a competere per la vittoria e mettersi alle spalle annate difficili, che però hanno avuto risvolti positivi per un pilota comunque titolato come Alonso: “In una vita basata sulla competizione come la mia la mancanza della vittoria è stata difficile da digerire. Ma si impara molto e nel mio caso mi ha fatto pensare all’idea di misurarmi anche in altre competizioni, come la Indy 500 o il Mondiale di Endurance. Grazie a questo mi sento un pilota più completo“.

potrebbe interessarti ancheF1, Fernando Alonso tra Ferrari e Red Bull. Dalla Spagna sicuri: “Previsto incontro con i vertici della Rossa”
potrebbe interessarti ancheF1, Fernando Alonso ha deciso: addio nel 2019

notizie sul temaFormula 1, Gp Francia, Alonso e le nuove sfide: 24ore di Le Mans favolosa, punto a Tripla CoronaF1, Gp Spagna, le nuove sfide di Alonso: Spero di vincere la 24 Ore di Le MansSAO PAULO, BRAZIL - NOVEMBER 12: Sebastian Vettel of Germany driving the (5) Scuderia Ferrari SF70H leads Valtteri Bottas driving the (77) Mercedes AMG Petronas F1 Team Mercedes F1 WO8 into turn two at the start during the Formula One Grand Prix of Brazil at Autodromo Jose Carlos Pace on November 12, 2017 in Sao Paulo, Brazil. (Photo by Dan Istitene/Getty Images)Formula 1, Alonso a Parigi per preparare la 24 ore di Le Mans
  •   
  •  
  •  
  •