Indycar: a St.Petersburg vince Bourdais

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Sebastien Bourdais ha vinto il Gran Premio di St.Petersburg, gara di apertura della Indycar Series 2018. Il pilota francese del team Dale Coyne bissa così il successo ottenuto su questa pista nella passata stagione, ponendosi subito come serio pretendente a quel titolo sfuggitogli lo scorso anno a causa di un violento incidente subito nelle qualifiche della 500 Miglia di Indianapolis, che lo costrinse a una lunga convalescenza.

L’ex pilota Toro Rosso in F1, è stato tuttavia baciato dalla fortuna a 2 giri dal termine, quando sembrava ormai destinato ad accontentarsi del terzo posto. Il successo se lo stavano contendendo lo statunitense Alexander Rossi (Andretti Autosport) e il canadese Robert Wickens (Schmidt Peterson), autore della pole nella giornata di ieri. Al penultimo dei 110 giri di gara, i due sono venuti a contatto che ha compromesso la gara di entrambi. Un vero peccato sopratutto per Wickens, al rientro nelle gare in monoposto dopo 6 anni, che era stato fino a quel momento autore di un fine settimana superlativo.

potrebbe interessarti ancheQualifiche MotoGp Aragon: Lorenzo conquista la quarta pole stagionale davanti a Dovizioso e Marquez

I rimanenti due gradini del podio sono andati allo statunitense Graham Rahal (Rahal Letterman Racing), al traguardo dopo una rimonta straordinaria essendo partito 24° e ultimo in griglia, e a Rossi, che dopo il contatto con Wickens (costretto al ritiro), è riuscito a rientrare in gara e a chiudere sull’ultimo gradino del podio.

In una categoria che vede monoposto identiche al via (realizzate dall’italiana Dallara), va detto che in questo primo appuntamento stagionale si è evidenziata la netta superiorità delle vetture motorizzate Honda rispetto a quelle spinte dal propulsore Chevrolet. I primi 7 piloti classificati sono tutti equipaggiati dal motorista giapponese. Primo pilota del motorista statunitense al traguardo è il campione 2017 Josef Newgarden (Team Penske), che ha concluso .
Uno smacco che Chevrolet vorrà sicuramente riscattare nella prossima gara, in programma il 7 aprile sull’ovale di Phoenix. Sarà molto interessante per gli appassionati vedere come andranno le cose in un circuito con caratteristiche completamente differenti da quello della Florida.

potrebbe interessarti ancheMoto Gp Aragon Qualifiche live streaming e diretta tv oggi 22 settembre dalle 14

RISULTATI GP ST.PETERSBURG – 1. S.Bourdais (FRA-Dale Coyne/Honda); 2. G.Rahal (USA-Rahal Letterman Lanigan/Honda); 3. A.Rossi (USA-Andretti Autosport/Honda); 4. J.Hinchcliffe (CAN-Schmidt Peterson/Honda); 5. R.Hunter Reay (USA-Andretti Autosport/Honda); 6. S.Dixon (NZL-Ganassi/Honda); 7. J.Newgarden (USA-Penske/Chevrolet); 8. E.Jones (UAE-Ganassi/Honda); 9. M.Andretti (USA-Andretti Herta/Honda); 10. W.Power (AUS-Penske/Chevrolet).

CLASSIFICA CAMPIONATO – 1. S.Bourdais 51 punti; 2. G.Rahal 40; 3. A.Rossi 36; 4. J.Hinchcliffe 32; 5. R.Hunter-Reay 31; 6. S.Dixon 28; 7. J.Newgarden 26; 8. E.Jones 24; 9. M.Andretti 22; 10. W.Power 20.

notizie sul temaF1, Leclerc prova la Ferrari SF71H in occasione dei test PirelliMotoGP: Fenati, quale sarà il suo futuro?SAO PAULO, BRAZIL - NOVEMBER 12: Sebastian Vettel of Germany driving the (5) Scuderia Ferrari SF70H on track during the Formula One Grand Prix of Brazil at Autodromo Jose Carlos Pace on November 12, 2017 in Sao Paulo, Brazil. (Photo by Clive Mason/Getty Images)Jorge Lorenzo e Sebastian Vettel, i “quasi” incompiuti del 2018
  •   
  •  
  •  
  •