Formula 1 GP Bahrain: tra Hamilton e Verstappen volano scintille

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui
ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - NOVEMBER 23: Max Verstappen of Netherlands and Red Bull Racing looks on in the Drivers Press Conference during previews for the Abu Dhabi Formula One Grand Prix at Yas Marina Circuit on November 23, 2017 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Volano gli stracci tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, dopo il contatto che li ha visti protagonisti a inizio gara ieri in Bahrain che ha portato al ritiro del giovane olandese. I due, partiti a centro gruppo a causa della penalità di 5 posizioni che aveva colpito il pilota Mercedes per aver sostituito il cambio e a causa dell’errore commesso in qualifica dal pilota Red Bull, si sono trovati vicini dopo la partenza nel tentativo di rimontare. All’inizio del 2° giro, Verstappen ha preso la scia di Hamilton sul lungo rettilineo dei box, per poi infilarlo alla staccata di curva 1. Il 4 volte Campione del Mondo ha però cercato di resistere all’esterno, pur avendo lasciato lo spazio necessario al rivale per passare. Non ha fatto altrettanto il pilota Red Bull, arrivato leggermente lungo avendo ritardato la frenata, che ha chiuso subito la traiettoria per affrontare la successiva curva 2 davanti alla Mercedes. Inevitabile a quel punto il contatto, che ha portato alla foratura dello pneumatico posteriore sinistro sulla vettura di Verstappen, costretto successivamente al ritiro a causa della rottura del differenziale danneggiato nel contatto, mentre Hamilton ha potuto proseguire il suo GP senza problemi, fino a chiudere 3°, alle spalle della Ferrari di Sebastian Vettel e dell’altra Mercedes di Valtteri Bottas. I commissari hanno archiviato l’episodio come un normale contatto di gara, ma i due, come spesso accade in questi casi, hanno versioni discordanti sull’accaduto.

Max Verstappen nega ogni responsabilità, e scarica su Hamilton la colpa del contatto:”Ho avuto una buona scia sul rettilineo e ho deciso di provare a passarlo. Siamo arrivati un po schiacciati con la Mclaren di Alonso (che precedeva i due in quel frangente, ndr) in percorrenza all’uscita di curva e improvvisamente ho sentito un tocco sulla mia gomma posteriore.” Il pilota olandese ha poi proseguito la sua analisi:”A causa del contatto l’auto è saltata su un lato e si è rotto il differenziale. Ho subito comunicato ai box che  c’era qualcosa che non andava perchè la vettura scivolava molto. Dopo il pit-stop, mi sono infatti dovuto fermare. Appena sceso dalla macchina, ho visto che c’era un grosso buco sul fondo, sarebbe stato comunque difficile completare la gara anche senza il problema al differenziale. Un vero peccato, oggi (ieri, ndr) la monoposto era ottima, avremmo potuto portare a casa molti punti.” Il portacolori della Red Bull ha poi puntato il dito verso il rivale, che avrebbe a suo dire potuto fare di più per evitare il contatto:”Ho scelto la traiettoria interna e in frenata ero accanto a lui, poi l’ho passato in curva. Penso di avergli lasciato abbastanza spazio, ma lui è venuto a sbattere nella mia gomma posteriore sinistra, mi ha bucato lo pneumatico e mi ha rotto il differenziale. Trovo veramente assurdo che non sia stato penalizzato.”

potrebbe interessarti ancheF1, GP Bahrain 2019: Hamilton ottiene il 74° successo in carriera. Sfuma la prima vittoria per Leclerc

Ovviamente diversa l’opinione di Lewis Hamilton sull’episodio. Il pilota Mercedes, a fine gara, quando si trovava nel retropodio con Vettel e Bottas in attesa della cerimonia di premiazione, rivedendo l’episodio in tv, si era lasciato andare a una dichiarazione non certo gentile verso il giovane rivale (“è una testa di c***o” il suo commento a caldo nei confronti di Verstappen). Naturalmente, quando gli è stato chiesto di quel commento poco felice, il pilota Mercedes ha fatto marcia indietro, non dimenticandosi di tirare le orecchie all’olandese per la sua condotta di gara in quelle concitate fasi di avvio:”Siamo sempre piuttosto accaldati quando usciamo dalla vettura e neppure ricordo di aver fatto quel commento. Devo però dire che si è trattato di una collisione non necessaria. Ci dovrebbe essere un po più di rispetto tra piloti, e francamente penso che Max in quella fase non lo abbia avuto nei miei confronti. Ha commesso una stupidaggine che lo ha portato a ritirarsi…. Al momento sembra che stia commettendo diversi errori. Sono contento di non aver riportato danni e di aver potuto proseguire.”

potrebbe interessarti ancheF1, Qualifiche GP Bahrain 2019: Leclerc fa sua la 1ª pole della carriera. La griglia di partenza completa

Sicuramente si tratta di un episodio che ha aggiunto pepe a un Mondiale già entusiasmante. Il tempo ci dirà se tra i due ci saranno strascichi nel corso della stagione, qualora dovessero ritrovarsi di nuovo in battaglia.

notizie sul temaF1, Raikkonen investe meccanico Ferrari al GP del Bahrain e gli rompe tibia e perone (Video)F1 | GP Bahrain pagelle: Vettel che bis, Hamilton rimonta, Bottas dimentica MelbourneF1 Gp Bahrein, disastro di Kimi Raikkonen: investe un meccanico durante la sosta ai box
  •   
  •  
  •  
  •