F1 – Arrivabene: “Hamilton in Ferrari? Non ci serve, abbiamo Vettel”

Pubblicato il autore: Cristina G. Segui


Lewis Hamilton ancora non ha rinnovato ufficialmente in Mercedes, e questo non ha fatto altro che alimentare nell’ultimo periodo voci su possibili accordi sotterranei tra il campione del mondo F1 e la scuderia Ferrari. Ci ha pensato il team principal della scuderia di Maranello, Maurizio Arrivabene, a tirar fuori la Ferrari dalla corsa al campione del mondo in carica con le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi alla rivista tedesca Bild Zeitung dove esclude categoricamente l’interesse della Ferrari per Lewis Hamilton:”Perché dovrei aver bisogno di Hamilton quando ho un peso massimo come Vettel? Se dovessi cambiare, penserei più a un pilota giovane e di talento da affiancare a Sebastian”, ha detto Arrivabene in risposta alle continue indiscrezioni sul futuro del pilota britannico. Poi il team principal Ferrari ha spiegato le ragioni della sua stima nei confronti del giovane pilota tedesco:
“Sono davvero fiero di lui e Kimi, che conosco da molto tempo. Seb invece l’ho incontrato per la prima volta a Maranello nel dicembre scorso. Era felice come un bambino piccolo in un negozio di giocattoli a Natale. Mi ha raccontato di esser un tifoso della Ferrari da piccolo. E mi ha raccontato di Michael Schumacher, e io gli ho illustrato le mie esperienze con Michael. Ho capito subito di aver a che fare con un campione del mondo. Non solo un campione del mondo in auto, ma anche nel cuore. Puoi anche vincere molti titoli, ma ciò non significa che tu sia una brava persona.”
Per quanto riguarda Kimi Raikkonen, con contratto in scadenza a Dicembre, la politica in casa Ferrari pare essere quella di puntare al prolungamento del contratto, idea rafforzata dalle ultime prestazioni più che soddisfacenti del pilota finlandese in gara, nonché dalla buona sinergia creatasi tra Raikkonen e Vettel:”Non si ritirerà, sono sicuro. Se continua a guidare così bene, lo terremo per un altro anno. Ma le performance sono solo una parte di quello che osservo. Mi piace anche il modo in cui lui e Seb lavorano insieme.” ha tenuto a precisare Arrivabene. La Rossa ad oggi può contare insomma su due campioni del mondo alla sua guida, con un occhio di riguardo verso Sebastian Vettel, considerato il futuro della scuderia di Maranello divenuto ormai simbolo per team e tifosi del rilancio a tutto tondo della Rossa nel mondiale F1.

potrebbe interessarti ancheF1, GP Spagna 2019: le dichiarazioni dei piloti al termine della gara
potrebbe interessarti ancheF1, bellissimo gesto di Lewis Hamilton: regala trofeo e monoposto al piccolo Harry

notizie sul temaF1, GP Spagna 2019: Hamilton ottiene il 76° successo in carriera davanti a Bottas. Quarto Vettel, quinto LeclercFerrari, Vettel e Leclerc in coro:“Possiamo vincere ancora il mondiale”F1, GP Azerbaijan 2019 : le parole dei piloti dopo la gara
  •   
  •  
  •  
  •