Formula 1, tutte le novità della nuova stagione

Pubblicato il da Alessio Prastano
Formula 1, tutte le novità della nuova stagione

Formula 1, tutte le novità della nuova stagione

Manca meno di una settimana al via della nuova stagione di Formula 1. Domenica 26 marzo alle 7 (ora italiana), a Melbourne scatterà il Gran Premio di Australia, il primo del 2017. Quest’anno è sinonimo di cambiamenti ed innovazione voluti dalla nuova gestione della società Liberty Media, che in estate ha rilevato tutte le azioni da Bernie Ecclestone, che ha lasciato il Circus dopo quarant’anni al vertice.

Ad inizio anno, ciascun team ha legittimamente i buoni propositi per essere competitivo durante l’arco della stagione. Tra questi, vi è soprattutto la Ferrari, che mai come in questa stagione cercherà di rendere dura la vita della Mercedes. La Rossa infatti, durante i test sul circuito del Montmelo a Barcellona, ha dato segnali incoraggianti ai propri tifosi, con Kimi Raikkonen che ha concluso la seconda sessione con il giro più veloce.
Anche Sebastian Vettel è tornato ottimista, dopo un anno in chiaro scuro: “Posso vincere il mondiale, e ne voglio vincere tanti con la Ferrari” ha dichiarato il quattro volte campione del mondo. L’ottimismo non manca dalle parti di Maranello. Questa rivoluzione tecnica può giovare alla Ferrari durante tutto il corso del mondiale.

Formula 1 2017, le novità della nuova stagione

Di seguito le principali novità della nuova stagione di Formula 1, già anticipate nei test invernali svolti dalle scuderie prevalentemente sul circuito catalano di Montmelo, a Barcellona:

Monoposto: Le auto hanno delle dimensioni maggiori rispetto a quelle degli anni precedenti: la larghezza complessiva è passata dai 1,800 mm dello scorso anno ai 2,000 mm attuali, portando di conseguenza il peso globale 722 kg, una ventina in più rispetto al passato. Inoltre, l’estensione dell’ala anteriore passa da 1,650 mm a 1,800.

Velocità: Come confermato dai primi test, le vetture saranno veloci dai 3 ai 5 secondi in più al giro. A Barcellona, i piloti hanno segnato dei tempi che non si vedevano dal 2007 – l’ultima volta in cui la Ferrari vinse il Mondiale: sarà una coincidenza?. Grazie all’aerodinamica e alle gomme maggiorate (una novità introdotta da Pirelli), i piloti entrano con maggiore velocità in curva, potendo tenere il piede schiacciato sul pedale. Questo comporta un maggiore dispendio di energie psico fisiche da parte dei protagonisti, che durante l’inverno hanno sostenuto degli allenamenti in palestra più duri rispetto al solito, proprio per poter sopportare tutto lo stress a cui saranno sottoposti durante le gare.

Gomme: Come anticipato sopra, la Pirelli ha apportato piccole innovazioni riguardo le dimensioni delle gomme: si passa da una larghezza di 325 mm ad una di 405 mm per le posteriori, mentre le anteriori vedono un aumento da 245 mm a 305 mm. Quest’aumento ha rafforzato la resistenza delle mescole, motivo per cui saranno previste meno soste durante i gp.

Consumi: La maggiore aderenza ha comportato l’aumento dei consumi: per questo è stato necessario allargare i serbatoi, che avranno una capienza fino a 105 kg di benzina. Ciò comunque non garantisce la sufficienza del carburante, tanto che i tecnici stanno cercando di ricorrere a delle soluzioni alternative.

Formula 1 2017, si comincia dal GP di Australia

Il mondiale di Formula 1 ha in programma 20 Gp da disputare: si partirà con l’Australia il 26 marzo per terminare il 26 Novembre ad Abu Dhabi, luogo dell’ultimo entusiasmante duello tra Hamilton e Rosberg, campione del mondo in carica che la scorsa estate ha annunciato il ritiro dalle corse. Il 3 settembre è un giorno importante per i tifosi della Rossa, in quanto andrà in scena il Gp d’Italia a Monza, salvo dopo il rinnovo sancito tra Ecclestone e le istituzioni locali per altri tre anni.
In ultimo, la nuova proprietaria del Circus tenderà a promuovere con più forza il marchio Formula 1, a partire dagli strumenti di comunicazione: è stato infatti esteso ai protagonisti dei team l’invito a postare frame dal paddock, al fine di coinvolgere con più forza il pubblico e gli appassionati.
Non resta che aspettare domenica prossima, augurandoci di vivere una ricca ed entusiasmante stagione di Formula 1.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •