La sfida mondiale Vettel-Hamilton entra nel vivo

Pubblicato il autore: Alessandro Crupi

La sfida mondiale

Dalle schermaglie a distanza a suon di giri più veloci si è passati alla lotta feroce, diretta, ravvicinata, aggressiva. La vera notizia del Gp di Spagna è proprio questa logica evoluzione della sfida mondiale tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Uno step che, prima o poi, sarebbe arrivato complice un episodio in cui i due protagonisti avrebbero fatto a botte, agonisticamente parlando. Ed è ciò che è accaduto al giro numero 38 della gara catalana quando il ferrarista è rientrato in pista dal secondo pit-stop proprio mentre sopraggiungeva Hamilton al suo fianco. Nei secondi successivi si sono messi a confronto la strenua resistenza di Vettel e la determinazione del campione della Mercedes, un po’ intimidita dall’azione di forza del tedesco. Un confronto ruota contro ruota degno delle sfide iridate più belle nella storia della F1 che ha visto prevalere Sebastian, poi messo in ginocchio solo dalle prestazioni meno performanti delle sue gomme Medium rispetto alle Soft di Hamilton. Ma al di là di come sia terminata la gara, questo momento di bagarre a colpi di baionetta tra i due straordinari contendenti del Mondiale 2017, oltre ad eccitare definitivamente i cuori degli appassionati verso una F1 finalmente riemersa dalle secche dell’anonimato, ha consacrato il duello tra gli alfieri di Ferrari e Mercedes che dal prossimo Gp di Monaco non si guarderanno più come hanno fatto finora.

La rabbia e la tensione agonistica per primeggiare, tipica dei grandi campioni, accenderanno i loro occhi prendendo presumibilmente il sopravvento sugli abbracci e i sorrisi sfoderati finora, pur nel rispetto del reciproco valore. È la legge della competizione di ogni sport. Un po’ come accade tra due belve che prima si studiano e poi si affrontano per la conquista dell’ambita preda sul campo di battaglia. Vettel ed Hamilton sanno bene che con due macchine così competitive e vicinissime nelle prestazioni non ci sarà spazio per nessun altro in cima al Campionato che non sia uno di loro, compresi i rispettivi compagni di squadra Raikkonen e Bottas. La sfida mondiale tra i due, a questo punto, assume i caratteri di una guerra totale che coinvolge a 360 gradi piloti e scuderie.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •