F1 GP Monza 2018, analisi della gara: Hamilton perfetto, Ferrari quanti rimpianti

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Formula 1 GP Monza – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews


F1 Gp Monza
, ieri Hamilton ha vinto meritatamente la gara e allunga in classifica a +30 su Vettel, quarto al traguardo e sprecone quest’anno. Ma andiamo ad analizzare dettagliatamente i momenti cruciali del Gp.

Molta concitazione al via, i tre contendenti sono partiti molto bene, regalando spettacolo. A fine gara secondo molti Raikkonen avrebbe dovuto lasciar passare Vettel. Niente di più sbagliato, infatti non abbiamo memoria di giochi di squadra attuati al via. Se Raikkonen avesse rallentato per lasciar passare Seb, sarebbe stato tamponato, o nella migliore delle ipotesi, superato anche da Hamilton. In Ferrari al massimo avrebbero fatto passare in testa Vettel con il gioco dei pit stop (come ad esempio a Montecarlo lo scorso anno) o comunque a gara in corso. Ciò non è stato possibile perché il tedesco ha sbagliato nel contatto con Hamilton. Avrebbe dovuto lasciargli spazio e tentare di superarlo nel rettilineo successivo, un po’ come ha fatto Raikkonen nella ripartenza dopo la safety car. Non l’abbiamo letta, ma la smentiamo sul nascere una possibile teoria che con Vettel in testa ci sarebbe stata una gara simile a Spa, cioè con Hamilton più distante e Ferrari al sicuro dall’undercut. Ieri Mercedes aveva un passo simile, inoltre anche se Raikkonen guadagnava nel secondo settore, Hamilton tornava sotto nel primo e terzo settore grazie alla scia.

potrebbe interessarti ancheF1, Leclerc prova la Ferrari SF71H in occasione dei test Pirelli

GP MONZA 2018, LA STRATEGIA DEI TEAM 
Niente vieta a Mercedes di usare Bottas come è stato fatto ieri. L’unico appunto che possiamo fare alla scuderia anglo-tedesca è che ha rischiato di perdere due punti nella classifica costruttori. Se avessero fatto fermare prima Bottas sarebbe stato tranquillamente terzo. Restando a lungo fuori e perdendo secondi preziosi ha rischiato di chiudere quarto, infatti è riuscito a finire davanti a Verstappen soltanto grazie alla penalità inflitta all’olandese per non aver lasciato spazio alla prima chicane. L’errore marchiano è stato commesso però dal muretto Ferrari, che ha abboccato alla finta dei meccanici Mercedes e ha fatto rientrare Raikkonen troppo presto per il pit stop. Per il finlandese sarebbe stato difficile arrivare in fondo anche senza ritrovarsi Bottas a fare da tappo, inoltre i primi giri dove ha dovuto spingere per restare davanti a Hamilton hanno accorciato la vita degli pneumatici. Per “difendere” la strategia Ferrari possiamo aggiungere che con l’inglese a meno di un secondo da Kimi, le critiche sarebbero arrivate lo stesso in caso di undercut subito, ieri insomma nel muretto Mercedes avevano il coltello dalla parte del manico.

potrebbe interessarti ancheJorge Lorenzo e Sebastian Vettel, i “quasi” incompiuti del 2018

GP MONZA 2018, I FISCHI A HAMILTON
La parte peggiore del Gp. Un vero peccato rovinare la festa del podio con i fischi ad Hamilton. Il campione inglese non solo ha meritato di vincere ieri, ma sta facendo un mondiale perfetto, senza sbavature. A onor del vero c’erano molti appassionati che lo hanno applaudito, peccato che tutti non hanno agito in questa maniera, sarebbe stato l’atteggiamento perfetto per la bellissima cornice sotto il podio. Hamilton inoltre ha spiegato come queste critiche gratuite non fanno altro che caricarlo, sarebbe il caso di applaudirlo così magari tra qualche anno decide di sposare la causa Ferrari, da altre parti ha funzionato.

notizie sul temaF1, Gp Singapore 2018: Hamilton trionfa e avvicina il Mondiale. Vettel terzo e a -40 (Video Highlights)BAHRAIN, BAHRAIN - APRIL 06: Lewis Hamilton of Great Britain and Mercedes GP prepares to drive in the garage during practice for the Bahrain Formula One Grand Prix at Bahrain International Circuit on April 6, 2018 in Bahrain, Bahrain. (Photo by Lars Baron/Getty Images)F1, Qualifiche Gp Singapore 2018: Hamilton ottiene la 79ª pole in carriera (Video). La griglia di partenza completaF1 GP Singapore: le Red Bull alleate di Hamilton e della Mercedes?
  •   
  •  
  •  
  •