Formula 1: la Ferrari da l’addio a Raikkonen e ufficializza Leclerc

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
during previews for the Formula One Grand Prix of Brazil at Autodromo Jose Carlos Pace on November 9, 2017 in Sao Paulo, Brazil.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Ora è ufficiale: al termine di questa stagione Kimi Raikkonen e la Ferrari si diranno addio. Lo ha annunciato con un comunicato la scuderia di Maranello: “Durante questi anni, Kimi ha dato alla squadra un contributo fondamentale, sia in qualità di pilota, sia per le sue doti umane. In qualità di campione del mondo, rimarrà sempre nella storia e nella famiglia della Scuderia“.

Il Cavallino ha appena ufficializzato il pilota che per la prossima stagione affiancherà Sebastian Vettel: si tratta del francese Charles Leclerc, attualmente nella scuderia svizzera della Sauber, ed è proprio con quest’ultima che Raikkonen correrà per i prossimi due anni.

potrebbe interessarti ancheF1, Vettel si complimenta con Hamilton e la Mercedes lo esalta su Twitter

Il rapporto tra il pilota finlandese e la Ferrari cominciò nel 2007 dove al debuttò vincendo il GP d’Australia ottenendo anche la pole position e il giro veloce, record riuscito solo a Fangio e Mansell alla prima gara al volante di una Rossa. Nel finale di stagione Raikkonen riuscì a completare una clamorosa rimonta ai danni di Lewis Hamilton vincendo il Campionato Mondiale al primo anno (ultimo vinto da un pilota della Ferrari). Nelle due stagioni successive il finlandese non andò molto bene tanto chiudendo al terzo e sesto nella classifica finale dove alla fine del 2009 annunciò il suo ritiro dalla Formula 1.

Dopo tre anni (2012) il finnico cambiò idea e tornò nel circuito, firmando un biennale con la scuderia britannica della Lotus e nelle due stagioni si classificò rispettivamente nuovamente terzo e sesto, fino a quando alla fine del 2013 la Ferrari comunicò di aver ingaggiato di nuovo Raikkonen per un clamoroso ritorno.
Cinque stagioni tra alti e bassi, soprattutto bassi, alternando buone prestazioni a gare sotto tono per un pilota della sua bravura, capace anche di dimostrare le sue qualità al volante anche nei rally e in Nascar.

potrebbe interessarti ancheLewis Hamilton atto V, è lui il re della Formula Uno moderna

Nel 2014 chiuse la stagione al dodicesimo posto, nel 2015 al quarto, nel 2016 al sesto e nel 2017 al quarto, con il rimpianto di non aver vinto nemmeno una gara, troppo poco per firmare un altro rinnovo anche per l’ultimo pilota ad aver vinto un mondiale con la Rossa.

notizie sul temaFerrari, Arrivabene: “Cambio Raikkonen-Leclerc? Una mia decisione”Quel diavolo d’un Raikkonen ! La vittoria la GP Austin come premio per la sua carriera in FerrariF1, GP Austin 2018 (Video Highlights): trionfa Raikkonen, Hamilton festa mondiale rinviata
  •   
  •  
  •  
  •