Formula uno: Obrigado Ayrton Senna

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui


Era il 1° Maggio 1994, quando il tre volte campione del mondo (1988-1990-1991 tutti e tre su McLaren) Ayrton Senna Da Silva nato a San Paolo del Brasile nel 1960, perse la vita nel Gran Premio di San Marino (che si corre nell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola) nella curva del Tamburello, alla guida della sua Williams (appena arrivato proprio in quella stagione)

potrebbe interessarti ancheF1, GP Gran Bretagna 2019: le dichiarazioni dei piloti al termine della gara

Week-end maledetto
Purtroppo il week-end in questione, è rimasto nella storia proprio per essere uno dei più funesti della storia della Formula 1. Week-end che vide morire anche l’austriaco Roland Ratzenberger (il giorno prima di Senna, ed anche lui del 1960 come il paulista) mentre Rubens Barrichello uscì ferito da un grave incidente, dove riportò diverse lesioni e ferite. Nello stesso week-end rimasero feriti anche alcuni addetti ai lavori ed alcuni spettacoli per le varie dinamiche della gara. Gara che si disputò regolarmente, ed il destino volle che ha vincere quella gara fu proprio lui, ovvero il giovane Michael Schumacher su Benetton

potrebbe interessarti ancheF1 GP Silverstone: Trionfa Hamilton, Vettel si scontra con Verstappen

Obrigado Ayrton Senna
A distanza di venticinque anni, il ricordo negli appassionati è ancora vivo, Ayrton Senna Da Silva e uno sportivo “indelebile” che rimarrà nei cuori di tutti per mille motivi. Un vero campione dentro e fuori dal paddock. Obrigado Ayrton, ci manchi

notizie sul temaF1, GP Gran Bretagna 2019: le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualificheF1, Qualifiche GP Silverstone 2019: Bottas fa sua la decima pole della carriera. La griglia di partenza completaDove vedere qualifiche GP Silverstone in diretta tv e streaming, oggi 13 luglio
  •   
  •  
  •  
  •