F1: Charles Leclerc salverà la F1 dalla noia?

Pubblicato il autore: Matty Dalmi Segui

potrebbe interessarti ancheLIVE F1 Qualifiche GP Singapore 2019, diretta e classifica in tempo reale: inizio ore 15.00

I numeri chiariscono l’impresa  e perché il popolo italiano è impazzito per Charles Leclerc che è il nuovo idolo della tifoseria ferrarista. L’ultima vittoria della Monza fu nel 2010 con Fernando Alonso alla guida della Ferrari F10 e addirittura per trovare la doppietta Spa – Monza bisogna risalire all’epoca di Michael Schumacher  nel 1996 con il cavallino rampante, questa da alla dimensione di quanto grande sia stata la prestazione di Charles e sicuramente da ieri non lo chiameremo più il “pilota predestinato”, con la doppietta nelle ultime due gara di Spa e Monza in una settimana , entra di diritto nel novere dei fuoriclasse  e ieri appunto l’ha dimostrato perché comunque fare tanti giri con uno squalo come Hamilton in zona drs e riuscire a gestirlo in maniera molto intelligente cioè  anche cercando di sfruttare il drs magari aspettando a passarli ha dimostrato di gestire la pressione una maniera incredibile si comporta come se fosse un veterano , come se avesse un bagaglio di esperienza di F1 enorme, Max Verstappen è un giovanissimo sta  arrivando ai 100 gran premi, Leclerc è praticamente alla seconda stagione , la prima con un top team quindi sta capitalizzando quello che è il suo enorme talento questo indubbio dire ma soprattutto ha saputo sfruttare la caratteristica della SF90 ,velocissima sul rettilineo ma meno veloce delle Mercedes nella percorrenza delle curve quindi c’era il rischio che sul passo gara Lewis Hamilton piuttosto che Valtteri Bottas nella seconda parte di gara potessero in qualche modo arrivare all’attacco e invece si è messo nella condizione di proteggersi sempre anche nelle situazioni più difficili si è meritato una bandiera bianconera (una sorta di ammonizione) per un’ azione dura nei confronti di Hamilton ha saputo gestire un lungo in chicane perdendo poco tempo ma non avvantaggiandosi per cui non è stato penalizzato è vero che la nuova visione della FIA ha permesso delle azioni che hanno dato spettacolo però bisogna riconoscere che avendo definito un nuovo confine di dove si può agire per creare spettacolo e sorpassi ha sfruttato al meglio, Hamilton nel parco chiuso gli stringe la mano facendogli i complimenti a Charles però poi poco dopo nelle interviste con la manovra di Leclerc alla Roggia ha capito come si deve lottare quando è in battaglia con Charles.
Leclerc piace perché è tenero e perché è concentrato nei modi ma è a tratti spietato quando il viso scompare nel casco piace perché coglia, sfrutta e vince combattendo contro chi è più apprezzato e più  celebrato di lui , piace perché dimostra una padronanza che altri non possedevano alla sua età, piace perché autorizza a fare paragoni/sogni  , in lui rivedono molto il coraggio di Villeneuve, l’intelligenza di  Lauda  e la tenacia di Schumacher visto che la sua storia è da tutta da scrivere, i paragoni forse sono un po esagerati ma ha la stoffa dei grandi campioni del cavallino rampante , lui che nella storia della Ferrari è già entrato come il vincitore più giovane di sempre , ed ha già conquistato tutti perché insieme a Verstappen è diventato l’anti Hamilon , il pilota da cui ripartire per tornare a comandare. Siamo solo all’inizio di una bellissima avventura,piace perché piacerebbe al “Drake” Enzo Ferrari perché permette di fare strategie  molto rischiose alla Ferrari che li  promette poi mantiene, liberando l’orgoglio , la voglia che aspettavo uno così , piace perché con la sua forza d’animo  ha sofferto per le gravi scomparse del suo mentore Jules Bianchi, di papà Hervè e del suo grande amico Anthoine Hubert che è deceduto una settimana fa in Belgio e dalla sofferenza ha fatto tesoro, piace perché è di Monaco ma parla italiano ma soprattutto sa guidare come un italiano.

potrebbe interessarti ancheF1, GP Singapore 2019: la presentazione del circuito di Singapore

notizie sul temaFlavio Briatore.” Leclerc è riuscito in alcune gare a cooptare meglio di Vettel. Il mondiale è stato deciso nella prima gara”F1: i 5 miglior momenti del GP d’Italia 2019F1, GP d’Italia 2019: le dichiarazioni dei piloti al termine della gara
  •   
  •  
  •  
  •