MotoGP, Giacomo Agostini scagiona Marquez: “Non va squalificato per l’episodio con Rossi”

Pubblicato il autore: Martina Gramaglia Segui
NORTHAMPTON, ENGLAND - AUGUST 27: Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP in action during the MotoGP of Great Britain at Silverstone Circuit on August 27, 2017 in Northampton, England. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images © scelta da SuperNews)

Bufera in MotoGP. Il Gran Premio di Argentina ha lasciato un lungo strascico di polemiche dopo il duello in pista tra Marc Marquez e Valentino Rossi, culminato con un’entrata decisa, forse troppo, dello spagnolo. L’italiano ha perso il controllo della sua Yamaha ed è finito con le ruote sull’erba, scivolando e dicendo di fatto addio a importanti punti in chiave iridata. Il pilota della Honda è finito sotto inchiesta della direzione gara, che ha poi deciso di comminare una penalità: 30 secondi in più sul tempo effettivo in pista. Marquez ha chiuso così in 18esima posizione, proprio davanti al “danneggiato” Rossi. Al termine fischi dagli spalti dell’autodromo di Termas de Río Hondo all’indirizzo del centauro Honda, che ha provato a scusarsi nel box dell’avversario, prima di essere allontanato dallo staff del Dottore. Troppa la rabbia, sfogata poi davanti ai giornalisti con parole al veleno: “Con lui in pista è pericoloso, ho paura. Poi davanti alle telecamere si fa bello e viene a chiederti scusa. Non si possono accettare. Non mi guardi più in faccia e almeno non mi prenda in giro” .

L’Italia, e non solo, si è spaccata tra coloro che hanno ritenuto troppo blanda la punizione per lo spagnolo, ‘reo’ di essere stato eccessivamente aggressivo e poco rispettoso non solo nei confronti di Rossi, ma anche di altri piloti nel corso della gara e coloro che hanno valutato la sanzione proporzionata all’episodio.

potrebbe interessarti ancheMotoGp, Gp Germania, le pagelle: Marquez magistrale, Rossi ottimo ‘ragioniere’. Rimonta Viñales

A favore di Marquez anche una voce autorevole delle due ruote, il 15 volte iridato Giacomo Agostini, che pur condannando il comportamento di Marquez, ha ritenuto che una squalifica sarebbe stata eccessiva: “Ha sbagliato e spero non lo faccia più. Ma ha già pagato in gara. Se squalifichiamo per ogni episodio, allora non corriamo più”, ha spiegato Agostini ai microfoni di Tutti Convocati, su Radio 24. “Non è vero che Marquez punta alla gamba come dice Valentino. Sono ancora tutti un po’ nervosi e stanno esagerando. Queste cose in pista succedono. Capitavano anche a me e in Argentina oltre a Rossi è accaduto a Pedrosa, spinto fuori da Zarco. È sempre stata una lotta così, naturalmente è giusto avere rispetto e non buttare la gente a terra”, ha aggiunto il centauro più vincente della storia, che sulle scuse “mediatiche” di Marquez ha precisato: “Magari avrei aspettato un po’ prima di andare, giusto per far calmare le acque. Comunque se non l’avesse fatto, lo avrebbero criticato ugualmente”.

potrebbe interessarti ancheMotoGp, Gp Germania, Rossi non molla: “Marquez? Devo recuperare gara dopo gara”

Si può essere più o meno d’accordo con le parole di Agostini, si può essere dalla parte di Rossi o da quella di Marquez, ma c’è da giurarci che le scintille in pista nei prossimi Gran Premi non mancheranno.

notizie sul temaValentino Rossi futuro nel rally, il padre Graziano: “Lo appassiona ed è molto bravo”MotoGP: Marc Marquez vola, il mondiale è già finito?LE MANS, FRANCE - MAY 18: Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team greets the fans and heads down a straight during the MotoGp of France - Free Practice on May 18, 2018 in Le Mans, France. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)MotoGP, Qualifiche GP Olanda: Marquez precede Crutchlow e Rossi
  •   
  •  
  •  
  •