MotoGP, Marc Marquez respinge le accuse di Rossi: “Il suo pensiero conta zero”

Pubblicato il autore: Gabriele Segui


Ieri nel circuito di Termas de Rio Hondo (Argentina) è andato in scena il secondo appuntamento della stagione di MotoGP. Di certo non si può dire che sia stata una gara noiosa, anzi. Prima la pioggia scesa a pochi minuti dall’inizio del gran premio, poi le follie compiute da Marc Marquez durante la gara, hanno tenuto viva l’attenzione degli appassionati del Motomondiale. Il protagonista assoluto, però, è stato ancora una volta il Cabroncito, Marc Marquez. Lo spagnolo è stato vittima di ben due sanzioni da parte dei giudici di gara: la prima (drive-through) inflittagli per aver fatto spegnere la moto in griglia di partenza ed essere partito regolarmente con il resto del gruppo (secondo il regolamento Marquez sarebbe dovuto partire dalla pit-lane); la seconda (30” sul tempo finale) perchè, al giro 21, ha compiuto un sorpasso folle su Valentino Rossi facendolo cadere.

Al termine della gara Marquez, consapevole della pericolosità della manovra compiuta nei confronti di Rossi, si è recato nel box del 9 volte campione del mondo per porgergli le sue scuse. L’italiano però non ha voluto neanche avvicinarsi al Cabroncito che è stato invitato da Alessio Salucci (amico di Rossi) ad abbandonare il box. Successivamente, Valentino Rossi ha rilasciato delle dichiarazioni molto forti ai microfoni dei giornalisti, affermando: “Marquez ti viene a chiedere scusa davanti alle telecamere ma non è sincero, perché la volta dopo fa uguale. Spero che lui stia lontano da me e che non mi guardi più in faccia. Qualcuno deve fare qualcosa perché c’è da farsi male. Marquez non ha mai nessun tipo di rispetto per gli avversari, solo oggi è andato contro a quattro-cinque piloti diversi. Il problema è che Marquez è recidivo, corre così con tutti”.

potrebbe interessarti ancheMotoGP, Marquez si scusa con Lorenzo. Jorge in dubbio per il GP di Thailandia

A queste dichiarazioni hanno fatto seguito quelle di Marc Marquez che ha detto: “Questo GP è stato pieno di battute di arresto. Il motore mi ha mollato in griglia a quel punto ho fatto segno e nessuno mi ha visto, allora sono andato in avanti, poi ho detto che sarei ritornato al mio posto e mi è stato fatto un cenno affermativo, poi la penalità, non so perché non mi è stato detto prima. Ho cercato di recuperare il tempo perduto, ho superato Aleix, mi sono scusato. Con Aleix spargarò è stato un errore mio, lui ha frenato dove non me l’aspettavo. Lì mi hanno penalizzato di una posizione e l’ho ceduta”

potrebbe interessarti ancheMotoGP Aragon, Lorenzo accusa Marquez: “Mi ha fatto cadere, non si cura degli altri piloti”

Poi sulle dichiarazioni di Valentino Rossi polemiche nei suoi confronti ha commentato: Il mio livello di preoccupazione e’ pari a zero. Non sono preoccupato di una nuova battaglia con Valentino. In pista mi sono sentito a mio agio e ho commesso un errore involontario. Quando ho passato Valentino mi si è chiuso l’anteriore e poi a causa del bagnato in pista è successo quello che è successo. Anche lì sono andato ai box per scusarmi ma non mi ha voluto e lo rispetto. Anche Valentino quando aveva 25 anni ce lo ricordiamo tutti. Io oggi ho dato il 100%”. Io credo che il sorpasso su Aleix fosse più sbagliato. La pista era come era, c’era dell’acqua, è successo anche ad altri piloti. Ho fatto un errore totalmente involontario, il mio obiettivo era solo quello di superare i piloti davanti a me”. 

notizie sul temaMarquez-Lorenzo, il GP di Aragon antipasto della rivalità nel prossimo MotomondialeMotoGp Aragon 2018: Marquez trionfa su Dovizioso, l’ordine d’arrivoQualifiche MotoGp Aragon: Lorenzo conquista la quarta pole stagionale davanti a Dovizioso e Marquez
  •   
  •  
  •  
  •