MotoGP, un nuovo team esordirà nella prossima stagione 2018/19

Pubblicato il autore: Francesco Bergamaschi Segui

MotoGP – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Finalmente è tutto ufficiale. Dopo alcuni giorni in cui le trattative sono state molto intense, finalmente la Yamaha può ufficializzare il nuovo team satellite che, a partire dalla prossima stagione di MotoGP, entrerà a far parte del campionato. Dopo il week-end di Assen, infatti, la strada verso un accordo in positivo è divenuta in discesa e l’annuncio definitivo è arrivato: la nuova squadra si chiamerà Sic (acronimo di Sepang International Circuit) e prenderà definitivamente il posto del team di Angel Nieto.

Sic, il cui amministratore sarà Razlan Razali, conosciuto in quanto è anche uno degli organizzatori dell’evento di Sepang di MotoGP, è presente già nelle categorie inferiori, ovvero Moto2 e Moto3, ma ha deciso anhe di costruire da zero una formazione in grado di correre anche nella massima serie.

Il personale e le strutture del team spagnolo al momento sono top secret. Le uniche informazioni che al momento trapelano riguardano la base del team, che è stata trovata in Belgio, e soprattutto a chi sarà affidata la gestione operativa del tutto, ovvero una vecchia conoscenza del Team Angel Nieto. Stiamo parlando di Johan Stigefelt. Al momento non è chiaro il ruolo che potrebbe invece ricoprire Martin Martinez, forse potrebbe diventare un consigliere del team ma in tal senso non ci sono conferme.

potrebbe interessarti ancheLa solitudine del numero 1 tra Formula Uno e MotoGp

Nell’annuncio è stato inoltre specificato come la fornitura della M1 sarà affidata a Yamaha per entrambe le moto ufficiali, mentre per la sponsorizzazione al momento non c’è nulla di dichiarato, tuttavia è molto probabile che sarà Petronas il main sponsor anche del team satellite Sic, oltre che di quello ufficiale.

Parecchie nubi ci sono ancora attorno a quale potrebbe essere il secondo dei due piloti che saliranno in sella alle moto del nuovo team satellite Yamaha, Sic. L’unico sicuro di un posto è l’italiano Franco Morbidelli, mentre sul secondo nome è corsa a tre per un unico casco: fino a qualche giorno fa l’indiziato numero uno era Daniel Pedrosa, che tuttavia negli scorsi giorni aveva lasciato trapelare la possibilità di lasciare definitivamente la MotoGP. Le cause andrebbero ritrovate non tanto dal punto di vista tecnico o economico-finanziario, quanto piuttosto nella sua volontà di cambiare, dal momento che lo spagnolo riterrebbe, secondo quanto riportato da Sky Sport, la sua avventura terminata in questo campionato.

potrebbe interessarti ancheMotoGp, I primi test a Valencia, il nuovo motore di Valentino Rossi non fa differenza

Il suo nome, però, non è definitivamente escluso dalla corsa, ma qualche giorno fa sono trapelati altri due possibili piloti: il primo è Alvaro Bautista, attualmente nel Team Angel Nieto, mentre il secondo è quello di Lorenzo Baldassarri, pilota italiano classe 1996 attualmente in Moto2 in sella alla Kalex del Team Pons. E’ lui al momento il nome più caldo tra i tre, complice un avvio di stagione davvero incoraggiante: una vittoria in Spagn (compresa una strepitosa Pole Position nelle Qualifiche) e due secondi posti in Italia ed in Qatar.

Insomma, staremo a vedere quale sarà il secondo pilota del nuovo team di MotoGP, Sic, satellite della Yamaha. Vedremo, soprattutto, se potrà minimamente essere competitiva in un campionato che, soprattutto in questa stagione, ha dimostrato di poter sparigliare le carte.

notizie sul temaCiao Pedrosa, fuoriclasse gentile e sfortunato che lascia la MotoGpEREZ DE LA FRONTERA, SPAIN - MAY 06: Philipp Oettl of Germany and Sudmetall Schedl GP Racing KTM leads the field during the Moto3 race during the MotoGp of Spain - Race at Circuito de Jerez on May 6, 2018 in Jerez de la Frontera, Spain. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)Romano Fenati denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale. Il pilota si difende: “Correvo dal nonno malato”Gara MotoGp Valencia: Dovizioso trionfa su Rins ed Espagarò, l’ordine d’arrivo
  •   
  •  
  •  
  •