MotoGP, Valentino Rossi eterno: un altro miracolo sportivo del Dottore

Pubblicato il autore: Matty Dalmi Segui


Con l’arrivo del 2019 
Valentino Rossi sta affrontando il suo diciannovesimo anno nella classe regina con tanta voglia e tanta determinazione . È stato un 2018 difficile per il “dottore“, senza vittorie nella classe regina e mai davvero in lotta per il titolo mondiale. Il terzo posto ottenuto nel 2018 non soddisfa il centauro pesarese non è un bottino soddisfaciente per un pilota che ha vinto nove titoli mondiali (dietro solamente ai quindici titoli mondiali di Giacomo Agostini) , 115 vittorie e 65 pole position.
La voglia di esser determinati e motivati è sempre la stessa e la 
Yamaha è riuscita a trovare il problema che affliggeva Valentino Rossi e il suo compagno di squadra Maverick Viñales . I due podi consecutivi ottenuti a Rio Hondo e a Austin nei primi tre appuntamenti del mondiale di MotoGP raccontano un andamento altalenante della Yamaha e questo permette al “dottore” di essere in lotta per conquistare il decimo titolo mondiale. Valentino non ha paura di confrontarsi con piloti di una generazione diversa come Marc Marquez ,Dovizioso , Viñales. Rossi continua a volare come Peter Pan per stupire ancora.
Il suo ranch di Tavullia è l’isola che non c’è, Valentino Rossi vive ma non si vede. È proprio il lavoro che svolge nel runch insieme ai ragazzi della VR46 Riders Accademy, il runch rappresenta uno stile per “allungare ” la sua vita. Allenandosi con i ragazzi dell’accademy formata da Bulega, BezzecchiPecco Bagnaia, Morbidelli e dal fratello Luca Marini , ha impartito lezioni ai suoi successori , a sua volta giorno dopo giorno accede la fiamma per la sua pazza passione per le due ruote .

potrebbe interessarti ancheMotoGP Jerez: Marquez trionfa, grande gara di Rins, chiude il podio Vinales. Italia con il gas a fasi alterne.

Valentino Rossi, campione senza fine

Nella storia della MotoGP (con questa sigla ) nessuno ha mai vinto un GP all’età di 40 anni e per Rossi ci sono tutte le carte in regola per abbattere questo record .Questo record lo detiene proprio il dottore (38 anni e 128 giorni). Questo record è sta conquistato ad Assen nel 2017 davanti all’amico/nemico Danilo Petrucci , il dottore scavalcó in questa speciale classifica Troy Bayliss che era in testa in questa speciale classifica (37 anni e 213 giorni ) con la vittoria del pilota australiano nel 2006 a Valencia. Una vittoria che sorprese tanti addetti ai lavori che , correndo con la Ducati in sostituzione di Sete Gibernau Gibernau uno dei rivali storici del “dottore” ), riuscì a vincere davanti al compagno di squadra Loris Capirossi e al campione del mondo di allora NickyHayden ( il pilota americano si laureò campione del mondo grazie all’errore iniziale di Valentino Rossi ).

Il pilota di
 Tavullia è il pilota più longevo del mondiale a due ruote  : con l’ultima vittoria ad Assen nel 2017 e la prima vittoria conquistata a Brno nel 1996 c’è una distanza di ben 20 anni e 314 giorni. Un lasso di tempo molto notevole che dimostra tutta le qualità e la determinazione del pilota di Tavullia.

potrebbe interessarti ancheMotoGP Usa: cade Marquez, Rossi non trova il primato, esulta Rins. Nakagami tiene viva la Honda


Valentino Rossi 
a 40 anni suonati,  a differenza di tanti altri piloti, sembra non voler  affrontare una vita da papà, ma il dottore “convive” come un bambino su un Luna Park come un videogioco e quindi alcuni record potrebbero essere abbattuti .
Valentino Rossi ha bisogno di motivazioni per raggiungere obiettivi percorribili per trasformarsi in un vero cannibale, “deve catturare” l’avversario  e non ci sarà scampo per nessun pilota, nel routa a ruota non ha bisogno di insegnamenti o consigli, non ha dimenticato come si fa.

notizie sul temaGara MotoGP Usa, streaming e diretta tv Sky. Oggi 14 aprileGara MotoGP Argentina: Marquez domina, Rossi beffa Dovizioso. Morbidelli outMotoGP Qatar: Dovizioso trionfa su Marquez. Sul podio anche Crutchlow, quinto posto per Rossi
  •   
  •  
  •  
  •