Pro Recco batte l’Italia in amichevole, 14-6 al Settebello

Pubblicato il autore: marco benvenuto

pro recco

Equilibrio per due tempi, poi la Pro Recco dilaga e conquista la vittoria con il marchio indelebile dei suoi tre mancini: finisce 14-6 la seconda amichevole contro il Settebello disputata stasera alle Piscine di Albaro, gremita per ammirare e applaudire il meglio della pallanuoto italiana e non solo.

Con Volarevic tra i pali, la squadra di Vujasinovic imprime subito il suo ritmo: il mancino di Filipovic supera il numero uno azzurro sul palo corto dopo appena trenta secondi. Il pareggio è opera di Ravina in controfuga. A tre dal termine, però, è ancora la classe serba a salire in cattedra con Pijetlovic, magistralmente imbeccato da Ivovic, che sigla il 2-1 con cui si chiude il primo parziale.

I secondi otto minuti si aprono con un altro gol biancoceleste: lo mette a segno Di Somma da posizione 5 con un Del Lungo non impeccabile sul proprio palo. Fondelli, questa sera con la calottina blu del Settebello, non si fa intenerire dai propri compagni di squadra e nell’arco di due minuti rimette in parità la gara con due reti in superiorità. Ribaltone Italia che si completa grazie a Velotto, abile a beffare Volarevic. Albaro salta in piedi per la conclusione dalla distanza di Molina che sbatte sull’incrocio dei pali e si insacca per il 4-4 di metà gara.

Cambio campo e super Mandic con alzo e tiro a spaccare la rete. Filipovic è in versione Rio e traccia un diagonale imprendibile per Del Lungo che vale il +2 Pro Recco. Botta e risposta tra Fondelli (tiro deviato che spiazza Volarevic) ed Echenique lanciato in controfuga. Al minuto 22 il “Chalo” mette a segno la prima rete in superiorità. Il mancino numero 8 è in serata e allunga ancora la distanza con un alzo e tiro che sbatte sul palo e su Del Lungo prima di entrare in porta. Pro Recco brillante, Settebello che cala: e così ecco arrivare la rete di Pijetlovic, a uomo in più, per il 10-5 che spiana la strada della vittoria ai biancocelesti.

Gara che inevitabilmente diventa un allenamento nell’ultimo quarto. La Pro Recco va addirittura sul +7 con Molina e Mandic (palombella per lui) a superare De Michelis. Nell’elenco dei marcatori c’è spazio anche per capitan Figlioli con il solito bolide (uomo in più). Poi ancora Pro Recco: Pijetlovic (superiorità) fa tredici, Filipovic su rigore mette a segno la sua tripletta che chiude i giochi e la festa.

“Queste partite sono molto importanti e servono soprattutto per i nostri stranieri di coppa che giocano meno e per i giovani della Nazionale che possono confrontarsi con i nostri campioni –ammette mister Vujasinovic – Oggi siamo scappati nel terzo tempo, ma è stata partita vera fino alla fine ed è quello che ci vuole”.

PRO RECCO-ITALIA 14-6, IL TABELLINO

Pro Recco: Volarevic, Di Somma 1, Mandic 2, Bruni, Molina 2, Pijetlovic 3, Alesiani, Echenique 3, Figari, Filipovic 3 (1 rig), Aicardi, Ivovic, Dufour. All. Vujasinovic

Italia:Del Lungo, Di Fulvio, Esposito, Figlioli 1, Ravina 1, Velotto 1, Renzuto Iodice, Damonte, Presciutti, Bodegas, Casasola, Fondelli 3, Dolce, De Michelis. All. Campagna

Parziali: 2-1, 2-3, 6-1, 4-1
Superiorità numeriche Pro Recco 3/5 + 1 rigore, Italia 3/9
Arbitri: Brasiliano, Savarese
Note: Nessuno uscito per limite di falli; in porta De Michelis (I) nel IV tempo.
Spettatori: 600 circa

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •